ingredienti
  • Castagnole umbre (30 minuti)
  • Uova 2 • 79 kcal
  • Zucchero semolato 4 cucchiai • 750 kcal
  • Sambuca (o mistrà) 1 bicchierino
  • Lievito istantaneo per dolci 1/2 bustina
  • Latte 50 ml • 750 kcal
  • Olio extravergine di oliva 2 cucchiai • 79 kcal
  • Farina tipo 00 230 gr • 750 kcal
  • Olio di semi di arachide q.b.
  • Miele di acacia q.b. • 304 kcal
  • Confettini colorati q.b.
  • Buccia di limone q.b.
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le castagnole umbre sono dei dolcetti tipici del carnevale con un impasto un po' diverso rispetto a quello delle castagnole tradizionali. Mentre queste ultime, infatti, hanno alla base un composto sodo con cui si formano le palline da friggere, per un risultato quasi biscottato, le castagnole umbre si preparano friggendo una sorta di pastella a cucchiaiate, che gonfia durante la cottura formando delle palline più soffici. Un'altra caratteristica di questi dolcetti tipici del carnevale umbro è quella di impiegare un goccio di liquore all'anice che conferisce all'impasto un aroma delicato e riconoscibile. Una ricetta facilissima da realizzate e molto golosa: provatela e diteci cosa ne pensate.

Come preparare le castagnole umbre

Impasto castagnole umbre

Aprite le uova in una ciotola. Aggiungete lo zucchero e mescolate in modo da farlo sciogliere (1). Poi incorporate anche la sambuca, il latte, i cucchiai di olio e una grattugiata di buccia di limone. Mescolate tutto.

Impasto castagnole umbre

Aggiungete la farina, il lievito e amalgamate in modo da ottenere una pastella densa (2). Copritela e fatela riposare una decina di minuti.

Fritti di carnevale

In una padella antiaderente versate l'olio di semi di arachide fino a riempirla per metà (3). Quindi, appena l'olio sarà ben caldo friggete la pastella a cucchiaiate avendo cura di girare le palline a metà cottura. Scolate man mano le castagnole su carta assorbente, poi servitele cospargendole di miele e zuccherini colorati.

Consigli

Se preferite potete evitare di aggiungere la sambuca: anche se la ricetta tradizionale la prevede e si caratterizza proprio per questa aromaticità.

Mentre friggete, tenete conto della temperatura dell'olio che non deve mai scendere troppo, pena un fritto unto e moscio. Sempre per lo stesso motivo, cercate di friggere poche castagnole per volta

Varianti

Le castagnole si fanno in tutto il Centro Italia e anche in qualche regione del Nord: Lazio, Marche, Abruzzo, Umbria, Emilia Romagna, Veneto e Lombardia prevedono tutte un dolce simile, da fare nel periodo di carnevale. Gli ingredienti sono quasi sempre gli stessi: le castagnole generalmente vengono servite con zucchero a velo o, in alcune varianti, con alchermes o miele.

Ci sono naturalmente diverse tipologie di castagnole: alcune senza ripieno e altre invece farcite con crema pasticcera o panna, la gran parte fritte ma qualcuna anche cotta al forno. Alcune varianti prevedono anche un ripieno al cioccolato o al cioccolato bianco.

Conservazione

Per godere appieno del loro sapore, vi consigliamo di mangiare le castagnole appena fritte.