ricetta

Carbonada valdostana: la ricetta del piatto tipico tenero e saporito

Preparazione: 3 ore
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
A cura di Raffaella Caucci
19
Immagine
ingredienti
Spezzatino di manzo
800 gr
Vino rosso
1 l
Carota
1
Cipolla
1
Costa di sedano
1
Cannella
1 cucchiaino
Chiodi di garofano
1 cucchiaino
Burro
1 noce
Alloro
q.b.
Farina
q.b.
Olio extravergine di oliva
q.b.
Sale
q.b.
pepe
q.b.

La carbonada valdostana è la ricetta di un secondo ricco e saporito tipico della Valle d'Aosta. Si tratta di uno spezzatino di manzo che viene fatto marinare a lungo nel vino rosso insieme a ortaggi e spezie, per poi essere rosolato in casseruola prima di cuocere lentamente con il suo stesso liquido di marinatura. Il risultato è una carne succulenta e tenerissima, che si taglia con la forchetta, con la caratteristica di avere un colorito molto scuro datole appunto dal vino rosso.

È proprio da questa sua peculiarità che prende il nome di "carbonada" poiché ricorda dei pezzi di carbone. Può essere accompagnata alla polenta di mais o a un cremoso purè di patate ed è frequente trovarla nei rifugi di montagna. Perfetta da servire in occasione di un pranzo domenicale in famiglia, è un piatto invernale gustoso e corroborante. Assomiglia alla carbonade fiamminga, da cui si distingue per la cottura, che avviene nella birra (e non nel vino), e per l'aggiunta di aromi e spezie, come alloro, cannella e chiodi di garofano.

Per un risultato ottimale, scegliete del manzo di ottima qualità e abbiate cura di tagliare i pezzi in maniera omogenea. Procedete alla marinatura della carne, per renderla morbida e gustosa, e acquistate un vino rosso corposo, ma non troppo aggressivo. Se possibile, cuocete la carbonade in una casseruola di coccio o in una pentola dal fondo spesso, in modo tale che il calore si diffonda uniformemente.

Scoprite come realizzarla in casa seguendo passo passo procedimento e consigli.

Come preparare la carbonada valdostana

Raccogliete il vino rosso in una ciotola capiente; poi mondate la carota, il sedano e la cipolla, tagliateli a metà e immergeteli nel vino 1.

Aggiungete a questo punto i chiodi di garofano e la cannella 2.

Tagliate la carne a pezzi e immergeteli nel liquido di marinatura 3.

Coprite tutto con un foglio di pellicola trasparente 4 e lasciate marinare al fresco per almeno 8 ore.

Trascorso il tempo di riposo, scolate la carne e trasferitela in una ciotola 5. Tamponatela con carta assorbente da cucina.

Poi infarinatela leggermente 6 e mescolate in modo da ottenere una copertura uniforme dei bocconcini.

In una casseruola capiente, scaldate il burro insieme a un goccio di olio 7.

Aggiungete la carne e fatela rosolare a fuoco vivace; appena avrà preso colore, iniziate a incorporare il liquido della marinatura 8. Fate cuocere per un'ora su fuoco medio.

Aggiungete a questo punto gli ortaggi e due foglie di alloro 9. Salate, pepate e cuocete a fuoco basso con coperchio per circa due ore.

Quando il fondo di cottura sarà ristretto e lo spezzatino risulterà tenerissimo, trasferite nei piatti individuali. Accompagnate con della polenta o del purè e servite 10.

Conservazione

La carbonada valdostana può essere conservata in frigorifero, in un apposito contenitore ermetico, per massimo un paio di giorni. Se avete utilizzato del manzo fresco, potete anche surgelarla.

19
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Secondi piatti
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
19