ricetta

Capesante gratinate: la ricetta dell’antipasto di mare elegante e saporito

Preparazione: 10 Min
Cottura: 15 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
A cura di Raffaella Caucci
102
Immagine

Le capesante gratinate sono un antipasto di mare scenografico e raffinato, un'alternativa per un'entrée di pesce più ricercata delle cozze gratinate, perfetta da preparare in occasione delle feste natalizie, in particolare per la Vigilia di Natale o per Capodanno, ma anche per occasioni speciali come una cena romantica di San Valentino oppure un compleanno.

Si tratta di una ricetta semplice e molto veloce da realizzare: dopo essere state pulite, le capesante vengono posizionate di nuovo nella loro conchiglia, ricoperte con una panatura aromatica a base di pangrattato, aglio, prezzemolo e scorza di limone e gratinate in forno per 15 minuti, così da permettere alla panure di diventare dorata e croccante mantenendo al contempo la loro consistenza tenera e succosa.

Oltre alla breve cottura, per un risultato impeccabile è fondamentale scegliere molluschi carnosi e preparare una panatura non troppo umida, in modo che si asciughi bene in forno senza però seccarsi, creando una perfetta doratura. Un altro dettaglio da non sottovalutare è che il piatto dev'essere infornato poco prima di servirlo: se preparate in anticipo, infatti, le capesante potrebbero risultare gommose. Se hai poco tempo a disposizione puoi comunque disporle già in teglia con la panatura e tenerle in frigo fino al momento di infornare.

Scopri la nostra ricetta per preparare questo elegante antipasto festivo, perfetto anche come secondo piatto per il pranzo della domenica o per le cene con gli amici. Se ti piacciono le capesante prova anche la versione al bacon o prepara le capesante saltate in padella e il risotto con le capesante.

ingredienti
Capesante
8
Pangrattato
100 gr
Olio extra vergine d’oliva
4 cucchiai
Aglio
1 spicchio
Prezzemolo fresco
4 rametti
Sale
q.b.
pepe
q.b.

Come preparare le capesante gratinate

Per la preparazione delle capesante gratinate inizia dalla realizzazione della panure, mettendo l'aglio e il prezzemolo nel boccale di un robot da cucina 1.

Aggiungi il pangrattato, un pizzico di sale, una macinata di pepe e la scorza di limone grattugiata 2. Frulla fino ad avere una polvere omogenea.

A questo punto aggiungi 2 o 3 cucchiai di olio e amalgama bene il tutto 3.

Dedicati ora alla pulizia delle capesante: per prima cosa apri i gusci, poi incidi il frutto eliminando l'escrescenza di parte bianca su cui poggia il budello 4. Elimina quindi il budello circostante il medaglione e anche l'area più grigiastra della parte color corallo.

Passa sotto i frutti la lama di un coltello e staccali delicatamente dal guscio 5, quindi sciacquali accuratamente sotto acqua corrente fresca.

Riposiziona ogni mollusco all'interno del proprio guscio, sistema le conchiglie su una teglia rivestita di carta forno e distribuisci la panatura sulle capesante assicurandoti che siano interamente coperte 6.

Compatta la panatura con i polpastrelli, poi inforna a 200 °C per circa 15 minuti 7.

Sforna quando in superficie si sarà formata una crosticina dorata 8.

Le capesante gratinate sono pronte: servile ancora calde accompagnandole con spicchi di limone 9.

Consigli

Per una panatura ancora più saporita puoi aggiungere altre erbe aromatiche come timo o rosmarino, e usare una noce di burro in sostituzione dell'olio. Al posto del pangrattato, invece, puoi utilizzare della mollica di pane raffermo.

Se preferisci un risultato più cremoso, puoi preparare una delicata besciamella da versare sulle capesante prima del passaggio in forno.

Per questa preparazione sono ideali le capesante fresche, ma in alternativa puoi usare anche le capesante surgelate, avendo cura di acquistare quelle con i gusci: basterà farle scongelare completamente, sciacquarle e procedere come da ricetta.

102
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Antipasti
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
102