ricetta

Calamari ripieni all’amalfitana: la ricetta del secondo tenero e saporito

Preparazione: 20 Min
Cottura: 40 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 3 persone
A cura di Silvia e Rosmarino
193
Immagine
ingredienti
Calamari
6
Patate
2
Zucchina
1
Pecorino grattugiato
1 cucchiaio
Pangrattato
1 cucchiaio
Pomodorini
15
Olive nere
q.b.
Capperi
q.b.
Prezzemolo
1 ciuffo
Vino bianco
1/2 bicchiere
Olio extravergine di oliva
q.b.
Sale
q.b.

I calamari ripieni all’amalfitana sono un delizioso secondo piatto di pesce tipico di Amalfi e dintorni. Si tratta di una pietanza dai sapori tipicamente mediterranei, in cui il delicato ripieno a base di patate e zucchine contrasta con il gusto più forte e deciso dei calamari, molluschi tra i più amati e versatili in cucina. Una volta farciti, questi vengono cotti in padella con un sughetto di pomodorini freschi, per un risultato finale succulento e tenerissimo, da completare con qualche fettina di pane fresco per l'irrinunciabile scarpetta.

Di facile esecuzione, i calamari ripieni all'amalfitana sono perfetti per il pranzo di tutti i giorni in famiglia, ma anche per un'occasione speciale o di festa. Per un riuscita ottimale, è importante scegliere dei calamari freschissimi e pulirli nel modo corretto: dovrete togliere la spina centrale e il dente, che si trova al centro dei tentacoli, cercando di lasciare intatta la sacca, in modo tale che accolga perfettamente la farcia. Evitate di riempire troppo i calamari: il rischio è che il ripieno possa fuoriuscire in cottura.

La cottura dovrà avvenire a fuoco dolce e osservando i giusti tempi: in questo modo non sarà compromessa la consistenza delicata dei molluschi e non risulteranno gommosi al palato. Il condimento dei calamari può essere utilizzato per condire la pasta, così da avere un primo e un secondo con la stessa preparazione. Potete usare i pomodorini freschi oppure dei datterini in conserva, nel caso in cui non siano di stagione. A piacere, potete profumare il ripieno con scorza di limone grattugiata ed erbette aromatiche, come timo limonato o erba cipollina.

Seguite passo passo procedimento e consigli e, se vi è piaciuta la ricetta, non perdetevi questa gustosa variante.

Come preparare i calamari ripieni all'amalfitana

Pulite i calamari sfilando la testa e togliendo delicatamente la spina centrale e le interiora 1.

Togliete la pelle e sciacquate sotto l’acqua corrente fredda 2.

Eliminate il dente 3.

Tagliate a dadini i tentacoli 4.

Eliminate le pinne dei calamari 5.

Tagliate anche queste a dadini e tenete da parte 6.

Pelate le patate 7.

Fatele a dadini 8.

Scottatele in acqua per una decina di minuti a partire dal bollore 9.

Lavate la zucchina e spuntatela 10.

Tagliate la zucchina a fette 11.

Fatela a dadini 12.

In una padella antiaderente mettete un filo di olio 13.

Aggiungete uno spicchio di aglio e fate insaporire un minuto 14.

Unite la zucchina a dadini 15.

Aggiungete i tentacoli e le pinne a dadini  16.

Aggiustate di sale e fate cuocere per 15 minuti, aggiungendo acqua calda se necessario 17.

Tagliate a dadini le olive nere 18.

Sminuzzate i capperi dissalati 19.

Tritate finemente il prezzemolo 20.

Scolate le patate, mettetele in una ciotola capiente e schiacciatele con i rebbi di una forchetta 21.

Aggiungete la dadolata di zucchina e tentacoli 22.

Poi unite il trito di olive, capperi e prezzemolo 23.

Insaporite con il pecorino 24.

Incorporate il pangrattato 25.

Amalgamate per bene tutti gli ingredienti 26.

Riempite i calamari con l’aiuto di un cucchiaino oppure utilizzate un sac à poche 27.

Chiudete i calamari con gli stecchini di legno e scottateli a fiamma vivace per un minuto nella stessa padella in cui avrete cotto le zucchine 28.

Capovolgeteli e fate rosolare anche l'altro lato 29.

Sfumate con il vino bianco 30.

Appena il vino sarà evaporato, versate un bicchiere di acqua e fate cuocere per 10 minuti 31.

Aggiungete i pomodorini, tagliati a spicchi, e proseguite la cottura per altri 15 minuti 32. Aggiustate di sale.

Impiattate e servite 33.

Conservazione

I calamari ripieni all'amalfitana possono essere conservati in frigorifero, in un apposito contenitore ermetico, per 1-2 giorni.

193
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Secondi piatti
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
193