ingredienti
  • Anatra 2,5 Kg
  • Succo di arancia 50 gr
  • Arance 3-4 fette • 34 kcal
  • Erbe aromatiche miste q.b.
  • Grand Marnier 100 gr
  • Vino bianco 1/2 bicchiere • 21 kcal
  • Acqua 20 gr • 750 kcal
  • Burro fuso 40 gr
  • Olio extravergine d’oliva q.b. • 29 kcal
  • Sale q.b. • 21 kcal
  • Pepe nero q.b. • 79 kcal
  • Per la salsa
  • Arancia 1 • 34 kcal
  • Zucchero 50 gr • 750 kcal
  • Maizena (amido di mais) 10 gr • 750 kcal
  • Acqua 20 gr • 750 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

L'anatra all'arancia è considerato un classico della cucina raffinata francese, nonostante le sue origini siano italiane, e precisamente toscane. L'anatra è un volatile dalla carne molto saporita e pregiata che solitamente si serve "rossa", cioè un po' al sangue. L'anatra all'arancia è la pietanza ideale per il pranzo della domenica o per la tavola delle feste: il suo sapore intenso e aromatico si abbina alla perfezione con profumo e aroma dell'arancia. Dopo una rosolatura in padella, l'anatra continuerà la cottura in forno con gli aromi fino a doratura. Una volta pronta sarà insaporita con una squisita salsa caramellata all'arancia, che donerà al piatto un gradevole sapore agrodolce, e servita con le patate al forno.

Storia e origini dell'anatra all'arancia

L'anatra all'arancia è un piatto di origini italiane, nello specifico la pietanza nasce in Toscana nel XV secolo, periodo in cui il succo di arancia si utilizzava per conservare la carne. Questo piatto toscano era conosciuto come "papero alla melarancia" e si narra che fu esportato in Francia da Caterina de Medici, dopo l'unione con Enrico II di Francia. La sovrana portò con sé i suoi cuochi che continuarono a preparare in terra francese le ricette toscane.

Come preparare l'anatra all'arancia

Acquistate un'anatra già sventrata e ripulita da grasso e piumette. Sciacquatela sotto acqua corrente sia dentro che fuori e asciugatela con un canovaccio pulito. Legatela con uno spago elastico per alimenti: unite le ali passando per le spalle e legate le zampe passando sulla pancia, in questo modo l'anatra manterrà la sua forma in cottura. Fate scaldare l'olio in una padella capiente, aggiungete il grasso in eccesso dell'anatra e lasciate stufare per pochi minuti. Fate rosolare l'anatra a fuoco medio e poi sfumatela con il Grand Marnier e insaporitela con il sughetto di cottura. tagliate le arance a fettine sottili e, non appena l'anatra sarà rosolata, sistematela in una pirofila dai bordi alti. Inserite le fette di arancia all'interno dell'anatra con le erbe aromatiche. Spennellatela con il burro fuso, aggiungete sale e pepe e versate sul fondo della pirofila il succo di arancia, il vino bianco e l'acqua. Coprite ora l'anatra con della carta alluminio e bucherellatela, per facilitare la cottura. Cuocete in forno statico a 200° per circa un'ora e un quarto.

Nel frattempo preparate la salsa: ricavate la scorza dall'arancia e ricavatene il succo. Sbollentate le scorza di arancia in acqua bollente, scolatele e tagliatele a listarelle. Sciogliete lo zucchero con l'acqua a fuoco lento e non appena sarà completamente sciolto aggiungete il succo di arancia filtrato, mescolate e aggiungete un po' di fondo di cottura dell'anatra, l'amido sciolto in acqua e mescolate la salsa fino a quando non si sarà addensata, filtrate con un colino, aggiungete le scorza di arancia e tenete da parte. Non appena l'anatra sarà pronta spennellatela con la salsa caramellata all'arancia e passatela per circa 10 minuti sotto il grill. Servite la vostra anatra all'arancia irrorata con il sughetto di cottura e irrorate le fette con la salsa.

Consigli

Potete servire la vostra anatra all'arancia con patate al forno, perfetto abbinamento per questa deliziosa pietanza.

Cuocere l'anatra intera servirà a mantenere le carni morbide e rosate, grazie alla pelle spessa e grassa. Per controllare la cottura interna dell'anatra potete utilizzare un'apposita sonda e cuocere l'anatra fino a che non avrà raggiunto i 70°. In alternativa potete infilzarla con uno stuzzicadenti lungo per verificare che all'interno sia umida: per la cottura perfetta dovrà fuoriuscire un liquido rosato. Se i succhi saranno troppo è presto per sfornarla mentre, se risulterà secca, vorrà dire che è troppo cotta.

Potete utilizzare le carni vicino alle ossa, difficili da affettare, per realizzare un succulento condimento per pasta o gnocchi. Tritate la carne grossolanamente con il coltello, insaporitela con aglio, erbe aromatiche e vino rosso: realizzerete così il vostro ricco ragù.

Come conservare l'anatra all'arancia

Potete conservare l'anatra all'arancia in frigo per 2 giorni al massimo all'interno di un contenitore ermetico.