Da alcuni giorni tra le strade di Torino scorrazza un’Apecar molto particolare: si tratta del mezzo di Caffè Vergnano, lo storico marchio piemontese che ha inaugurato questo curioso servizio delivery.

"Sappiamo che la colazione al bar è un cerimoniale tutto italiano" scrivono sul sito "e ora più che mai pensiamo che un’idea, possa trasformarmi in scintilla e poi in fiamma. Così da un piccolo gesto, come quello della consegna a domicilio, nasce un movimento che si diffonde". A gestire l’Apecar sono proprio i dipendenti dell’azienda, nel rispetto delle norme di sicurezza previste dalla legge.

Le specialità in vendita sull'Apecar

Espressi, cappuccini, brioche, addirittura il bicerin, la preparazione più tipica dei bar storici torinesi con latte, caffè e cioccolato. C’è anche la possibilità di acquistare il macinato di caffè 100% arabica in lattina da poter consumare a casa propria. A bordo del tre ruote c’è tutto il meglio della tradizione italiana della colazione perché, come spiega Carolina Vergnano "sappiamo che la colazione o il caffè al bar è un rito per molti italiani e crediamo sia una delle abitudini che più mancano in questo momento di quarantena. Per questo motivo abbiamo pensato di attivare questo servizio a domicilio che potesse, anche se in piccolo, dare un segnale di conforto e di normalità".

Il servizio è attivo in tutto il capoluogo piemontese e nelle zone limitrofe, varia a seconda dei giorni e delle zone quindi se volete vivere quest’esperienza basta andare sulla pagina Facebook dell’azienda e scoprire quando l’Apecar sarà più vicino a casa vostra. Per prenotare la colazione basta chiamare o inviare un messaggio tramite Whatsapp al numero indicato sul sito o sui profili social della torrefazione, entro le mezzanotte del giorno precedente; il pagamento è consentito sia in contanti sia attraverso la piattaforma online Satispay.

La torrefazione nata nel 1882 è arrivata anche a Roma e stanno cercando di avviare il servizio su Milano: nella capitale copre la zona Nord-est di Roma, quella con il codice postale 00156 ma già dalla prossima settimana l'Apecar potrebbe ampliare di molto il giro.