ingredienti
  • fagioli secchi 200 gr
  • Carote 2 • 21 kcal
  • Costa di sedano 1 • 0 kcal
  • Patate 1 • 899 kcal
  • Porri 1
  • Cavolo nero 1 mazzo
  • Bieta 1 mazzetto • 19 kcal
  • Cavolo verza 1 piccolo • 27 kcal
  • Zucca 1 fetta
  • Aglio 1 • 0 kcal
  • Rosmarino e altre erbe aromatiche q.b. • 29 kcal
  • Sale fino q.b. • 21 kcal
  • Olio extravergine di oliva q.b. • 0 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La zuppa frantoiana è una minestra di verdure tipica della tradizione culinaria toscana, chiamata così perché veniva preparata in occasione della frangitura delle olive: ingrediente fondamentale per questa preparazione, infatti, è l'olio extravergine di oliva appena franto. Una zuppa calda e nutriente realizzata con fagioli, cavolo nero, cavolo verza, bietola, patate, zucca, erbe aromatiche, ingredienti che troviamo anche in altre ricette tipiche della cultura contadina toscana, come la ribollita, il tutto insaporito con olio toscano novello a crudo.

Potete realizzare la zuppa frantoiana più asciutta o più liquida, in base al gusto personale, importante, però, accompagnarla con fette di pane toscano rafferme o abbrustolite, così da completare la pietanza.

Per la preparazione utilizzate preferibilmente fagioli cannellini, borlotti, toscanelli o rossi di Lucca: potete scegliere una solo tipologia o utilizzarli tutti. Inoltre potete scegliere i fagioli secchi, come nella nostra preparazione, oppure in scatola. Per quanto riguarda il resto degli ingredienti, non esiste una ricetta unica, in quanto ogni famiglia ha la sua. Inoltre potete aggiungere alla preparazione anche la pancetta, così da rendere la zuppa ancora più completa.

Sono tante le zuppe invernali che potete preparare, dei comfort food ideali per la stagione fredda, ottimi per il pranzo o la cena.

Come preparare la zuppa frantoiana

Mettete a bagno i fagioli la sera prima della preparazione (1). Il giorno dopo cuocete i fagioli in un tegame con acqua, aglio e rosmarino (2). Tagliate a pezzetti le carote, il sedano, il finocchio e il porro, sbucciate le patate e la zucca e tagliatele a tocchetti. Pulite anche il cavolo nero, la verza e la bietola e tagliateli a pezzetti. Tritate le erbe aromatiche e l'aglio e fateli rosolare in una pentola, meglio se di coccio, con poco olio extravergine di oliva. Aggiungete poi le carote, il sedano, il porro (3), le patate, la zucca, il finocchio e il sale.

Aggiungete qualche bicchiere d'acqua e unite anche il cavolo nero, la verza e la bietola e cuocete a fuoco lento (4). Nel frattempo frullate i 2/3 di fagioli con il frullatore a immersione, lasciando il resto interi, e aggiungeteli nella pentola quando le verdure hanno quasi completato la cottura. Lasciate sobollire per una decina di minuti e aggiungete la quantità di acqua desiderata, in base alla densità preferita (5). La vostre zuppa frantoiana è pronta per essere servita (6) con olio extravergine di oliva a crudo e fette di pane abbrustolito.

Conservazione

Potete conservare la zuppa frantoiana in frigorifero per 2 giorni, all'interno di un contenitore ermetico. Riscaldatela prima di gustarla.