ingredienti
  • Vitello 1 kg • 107 kcal
  • Carota 2 • 79 kcal
  • Sedano 1 gambo • 21 kcal
  • Cipolla 2 • 29 kcal
  • Vino bianco 750 ml • 43 kcal
  • Acqua 2 l circa • 17 kcal
  • Erbe aromatiche miste 1 mazzetto
  • Chiodi di garofano 3
  • Sale marino 6 g • 0 kcal
  • Olio extravergine di oliva 3 cucchiai • 0 kcal
  • Pepe nero 5 grani • 79 kcal
  • Per la salsa
  • Acciughe 5 filetti • 204 kcal
  • Uova Sode 2 • 470 kcal
  • Tonno 200 gr • 103 kcal
  • Capperi 1 cucchiaio • 25 kcal
  • Per la decorazione
  • Capperi dissalati q.b.
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il vitello tonnato, chiamato anche vitel tonnè, è un piatto freddo della cucina piemontese preparato con sottili fettine di carne di vitello, preferibilmente girello o magatello, e servita con una deliziosa salsa a base di tonno, capperi e acciughe, ideale da servire come secondo piatto ma anche come antipasto. C'è una versione alla maniera antica e questa classica, che presentiamo nella nostra ricetta. Le sue origini sono riconducibili alla fine del Settecento, probabilmente in Francia, ma non esistono testimonianze certe sulla sua nascita. Di sicuro però si tratta di una preparazione che era molto in voga negli anni '80, presente sia sulle tavole delle feste che per aperitivi con gli amici. La prima versione, però, non prevedeva il tonno, ma si chiamava “vitello tonnato” perché il vitello veniva preparato come un tonno.

Negli anni Ottanta, quando il vitello tonnato tornò prepotentemente di moda, si serviva con l’aggiunta della maionese. Oggi, invece, si serve solitamente con la salsa tonnata.

Potete cuocere la carne di vitello in pentola con carota, sedano, cipolla e chiodi di garofano, come nella preparazione originale, oppure utilizzare le verdure e le spezie che preferite o che avete a disposizione.

Come preparare il vitello tonnato

Mondate le carote, il sedano e le cipolle e mettete a dissalare i capperi in acqua sino all'utilizzo. Adagiate il vitello in una casseruola, possibilmente oblunga. Aggiungete le carote, il sedano, le cipolle, le erbe, i chiodi di garofano, il pepe nero, l’olio ed il sale (1). Bagnate con il vino (2) e aggiungete l’acqua a temperatura ambiente (3). Fate cuocere la carne a fuoco lento per circa due ore.

Una volta cotta, lasciatela raffreddare completamente, sollevatela dal brodo e affettatela con un coltello elettrico o tradizionale a lama larga(4). Preparate la salsa tonnata: mettete nel boccale del frullatore ad immersione il tonno sgocciolato con un bicchiere di brodo di carne (5) e le uova sode  tagliate a spicchi (6) e frullate.



Aggiungete i capperi e le acciughe senza smettere di frullare (7). Distribuite la salsa sulla carne quando avrà raggiunto una consistenza morbida e cremosa (8). Servite il vitello tonnato a temperatura ambiente e dopo un paio d’ore dalla nappatura con la crema aggiungendo una manciata di capperi dissalati (9).

Conservazione

Potete conservarlo in frigorifero per 2-3 giorni all'interno di un contenitore di vetro. Potete conservare anche la salsa tonnata  in frigorifero per un paio di giorni, sempre all'interno di un contenitore con chiusura ermetica.

Consigli

Per ottenere una carne tenera e saporita è importante non cuocerla troppo, altrimenti diventerà stopposa.