ingredienti
  • carciofi freschi 2
  • Cavolfiore bianco 100 gr
  • Zucca già mondata 150 gr
  • Porro 100 gr
  • sale marino integrale q.b.
  • olio di semi di girasole alto oleico q.b.
  • per la pastella
  • Farina di grano tenero tipo 0 100 gr
  • Acqua ghiacciata 200 gr • 79 kcal
  • uovo 1 • 0 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le verdure in pastella sono un antipasto sfizioso e irresistibile, perfetto per un buffet di festa, un antipasto o un aperitivo informale. Noi abbiamo scelto di utilizzare le verdure più tipiche della stagione invernale, come cimette di broccolo, porri, zucca e carciofi, ma potete sostituirle con altri vegetali di vostro gusto o in base alla loro disponibilità. Queste, una volta mondate e tagliate a fettine, vengono avvolte da una pastella a base di farina, acqua ghiacciata e uova, quindi fritte in olio bollente: il risultato finale sarà croccante all'esterno e tenero al cuore. Un'idea furba per far mangiare le verdure anche ai bimbi più reticenti.

Potete sostituire gli ortaggi scelti anche con carote, patate, patate dolci, cimette di broccolo siciliano e con tanti altri ancora; vi consigliamo solo di scegliere delle verdure dalla consistenza soda e poco acquose, per evitare di compromettere la fragranza della frittura. La pastella della nostra tempura viene realizzata con tre ingredienti: farina di grano tenero (meglio se setacciata), acqua ghiacciata e un cucchiaio di uovo sbattuto. I maestri giapponesi li lavorano con le bacchette per pochissimi secondi, il tempo che si formi una consistenza grumosa: il composto, infatti, andrà lavorato poco e non dovrà essere perfettamente liscio.

Il segreto della sua leggerezza sta nello shock termico: l'acqua e le verdure dovranno essere ben fredde di frigorifero; la pastella freddissima, a contatto con l'olio bollente, permetterà al cibo di non assorbire troppo olio, risultando così leggera e fragrante. Una volta pronta, lasciatela riposare sempre al fresco per almeno 30 minuti. La pastella dovrà avvolgere completamente le verdure che vorrete friggere; vi consigliamo di passarle prima nella farina e poi di immergerle nella pastella: in questo modo saranno davvero impeccabili.

Per una frittura a regola d'arte, è fondamentale la temperatura dell'olio che dovrà attestarsi tra i 170 e i 180 °C; immergete le verdure pastellate, che dovranno scendere sul fondo e risalire cominciando a sfrigolare: se iniziano a friggere solo in superficie, vorrà dire che l'olio è troppo caldo e la vostra tempura non riuscirà al meglio. Friggete pochi pezzi alla volta, proprio per evitare che la temperatura dell'olio si abbassi troppo. Scoprite come preparare queste deliziose verdure in pastella seguendo passo passo la nostra ricetta.

Come preparare le verdure in pastella

Preparate le verdure: sbucciate e tagliate la zucca in fette sottili (1).

Affettate il porro longitudinalmente (2).

Tagliate le cimette del cavolo in fette non troppo spesse (3).

Pulite i carciofi, eliminate le foglie esterne più fibrose e poi immergeteli in acqua acidulata con succo di limone; sgocciolateli e tagliateli a fettine (4). Trasferite le verdure in frigorifero.

Versate l'acqua in una ciotola che avrete fatto raffreddare in frigorifero (5).

Sbattete l'uovo (6).

Aggiungetene un cucchiaio all'acqua (7).

Mescolate l'uovo con l'acqua (8).

Adesso aggiungete poca farina alla miscela di uovo e acqua (9).

Amalgamate delicatamente con le bacchette (10).

Proseguite fino a ultimare la farina (11).

Mescolate brevemente per incorporarla: lasciate pure dei grumi, non dovrà essere liscia (12). Riponete in frigorifero per mezz'ora.

Prendete le verdure dal frigo e iniziate a infarinarle leggermente (13), scuotendo la farina in eccesso.

Proseguite fino ad aver infarinato tutti gli ortaggi affettati (14).

Togliete la pastella dal frigo e mettete l'olio a scaldare in una padella. Iniziate a immergere le cimette del cavolo quando l'olio sarà a temperatura (15).

Aggiungete ancora delle cimette in pastella, senza riempire troppo la padella; quando saranno ben dorate da un lato, giratele dall'altro e proseguite la cottura (16).

Scolate man mano le cimette di cavolfiore (17) e fatele asciugare su un foglio di carta assorbente da cucina.

Proseguite con i carciofi: immergeteli nella pastella, come avete fatto per le cimette del cavolo, e friggeteli un po'alla volta (18).

Scolate i carciofi quando saranno dorati (19).

Trasferiteli man mano su un foglio di carta assorbente da cucina (20).

Proseguite con le fettine di zucca: una volta immerse nella pastella, mettetene poche alla volta nell'olio bollente (21).

Rigiratele (22) e scolatele quando saranno ben dorate.

Proseguite con i porri: immergeteli nella pastella e tuffateli nell'olio ben caldo (23).

Dopo qualche secondo rigirateli e fateli cuocere per pochi minuti. Scolateli su carta da cucina (24) e salate leggermente.

Servite la tempura calda, accompagnata a piacere con salsa di soia (25).

Conservazione

Per gustarle in tutta la loro bontà, si consiglia di friggere le verdure in pastella e consumarle ben calde al momento; potete però preparare tutti gli ingredienti con largo anticipo e friggere poco prima di servire.