ingredienti
  • Per il ceviche
  • Gamberetti puliti 500 gr
  • Lime 6 • 34 kcal
  • Pomodori Roma 2
  • Cetrioli 1
  • Avocado 1 • 231 kcal
  • Peperoncino jalapeno 1
  • Cipolle rosse 1/2
  • Coriandolo q.b.
  • Sale q.b. • 0 kcal
  • pepe q.b. • 79 kcal
  • Per la tortillas
  • Tortillas 4 • 237 kcal
  • Salsa piccante q.b.
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le tortillas con ceviche di gamberi sono un piatto fresco e originale, da servire come secondo piatto o come piatto unico, in particolare quando avete ospiti ma anche quando volete concedervi una specialità diversa dal solito. Facilissimo da realizzare, il ceviche – chiamato anche cebiche, seviche o sebiche – è un piatto tipico di alcuni paesi dell'America Latina che si affacciano sull'oceano Pacifico, composto da pesce e o frutti di mare crudi che vengono marinati in una soluzione di limone e spezie. Nella ricetta, il nostro ceviche di gamberi sarà il ripieno di una tortillas profumata e sfiziosa, creando così una soluzione non solo gustosa ma anche pratica. Ecco come realizzare le tortillas con ceviche di gamberi alla perfezione.

Come realizzare le tortillas con ceviche di gamberi

Tortillas con ceviche di gamberi

Mettete i gamberi già puliti in una ciotola di vetro grande: decidete voi se tagliarli a cubetti o lasciarli interi. Spremete i lime in una tazza e distribuite 1/4 del loro succo sui gamberi (1). Mescolate bene e metteteli in frigo: dovranno marinare per un'ora e mezzo, meglio se due.

Tortillas con ceviche di gamberi

Nel frattempo tagliate i pomodori prima a listerelle e poi a cubetti (2), facendoli scolare un po' per eliminare l'eccesso di succo.

Tortillas con ceviche di gamberi

Tritate anche il resto verdure: riducete a cubetti cetriolo e avocado già sbucciati, pomodori, cipolla rossa, peperoncino jalapeno e coriandolo (3).

Tortillas con ceviche di gamberi

Quando i gamberi hanno finito di marinare, aggiungeteli alla ciotola con le verdure tagliate a cubetti (4).

Tortillas con ceviche di gamberi

Irrorate il tutto con il resto del succo di lime e fate riposare la preparazione per 10-15 minuti in frigo, in modo che le verdure acquistino sapore dalla marinatura. Aggiustate di sale e di pepe e poi farcite le vostre tortillas con il ceviche di gamberi (5).

Tortillas con ceviche di gamberi

A piacere, prima di chiudere le tortillas, potete aggiungere anche un po' di salsa piccante o di tabasco. Una volta composte le tortillas servite subito.

Consigli

La marinatura consiste nell'immergere degli alimenti come carne, pesce o anche verdure crude, in una soluzione che abbia una componente acida: può essere fatta semplicemente con olio, limone o aceto, ma anche con vino, birra, salsa di soia e altri ingredienti come spezie ed erbe. Per farla al meglio, non usate una ciotola di metallo per evitare che, a contatto con il succo di lime, faccia scurire gli altri alimenti.

Per quanto riguarda i pomodori noi abbiamo usato i Roma, che sono una varietà succosa ma non troppo: voi potete scegliere la varietà che preferite, purché non scegliate una tipologia eccessivamente succosa. Se preferite, potete scegliere pomodori anche di taglia piccola come ciliegini o datterini.

Benché nella ricetta originale sia prevista la nota piccante potete anche omettere il peperoncino e sostituire la salsa piccante con un condimenti più fresco come ad esempio una salsa allo yogurt.

Potete variare il condimento come preferite: aggiungendo, ad esempio, altre verdure come carote e zucchine crude, da marinare insieme ai gamberi, oppure sostituendo la cipolla rossa con un cipollotto, dal sapore più deciso. Potete anche decidere di aggiungere della verdura a foglie come rucola o lattuga: in questo caso, però, abbiate cura di metterla sulla tortilla solo alla fine, per evitare che assorba troppo il condimenti, perdendo la sua consistenza. Infine, potete anche variare la marinatura, scegliendo per esempio altri tipi di agrumi: non vanno bene solo arance o limoni ma, ad esempio, anche il pompelmo.

Se non amate le tortillas potete servire il ceviche accompagnandolo da un'insalata fresca, da riso bianco lessato o anche da gallette di mais o di riso.

Storia e varianti

Il ceviche è un piatto molto popolare in paesi come Colombia, Cile, Perù, Ecuador, Panama, Messico, El Salvador, Nicaragua, Costa Rica e Guatemala: si tratta di un piatto a base di pesce, crostacei e/o frutti di mare crudi, che vengono marinati solitamente nel succo di limone e spezie di vario tipo, ma non solo. Celebre in tutti i paesi dell'America Latina che si affacciano sul Pacifico, ognuno di questi, però, ne ha una sua versione che, a sua volta, annovera numerose varianti locali.

In Perù, ad esempio, il ceviche si fa prevalentemente con il pesce (sgombro, sgombro, sardina, cernia, trota e così via), si può trovare anche a base di polpo, vongole e molluschi locali, ma anche funghi, lupini e testicoli di montone. In Equador si usa soprattutto a base di gamberi e conchiglie nere (Anadara tuberculosa), ma anche aragosta e calamari; in Cile il ceviche è soprattutto a base di spigola, corvina e pesce castagna (reineta); in Costa Rica si usano tradizionalmente spigola, lampuga, squalo, marlin e tilapia; infine, il Messico, che annovera la varianti più particolari. Qui il ceviche viene fatto soprattutto a base di spigola, ma a volte anche con gamberi o polpo, e declinato secondo le ricette locali: il ceviche di Acapulco, il ceviche di Jalisco, che prevede pesce finemente sminuzzato o carne frullata, e il ceviche di Sinaloa, con pezzi di pesce da 2–5 mm. Anche il condimento, naturalmente, segue numerose versioni locali, secondo il raccolto e la tradizione gastronomica specifica.

Dalla ricetta del ceviche sono nati anche altre specialità, inizialmente inquadrate come varianti, ma che poi hanno assunto dignità di piatto a sé. Una di queste è il tradito, un piatto che si fa soprattutto in Perù: è un ceviche di carne in cui la proteina viene tagliata a fettine sottili tanto da ricordare il sashimi, marinata in crema di peperoncino e olive e poi accompagnata da mais al naturale o tostato.

Altri piatti derivato dal ceviche sono il latte di tigre, il latte di suora e il latte di pantera, tutte specialità che nascono dal riutilizzo del liquido di preparazione del ceviche stesso. Il latte di tigre si prepara con il ceviche di carne bianca, il latte di pantera con il ceviche di pesce e di conchiglia nera, il latte di suora si ottiene invece dal ceviche di frutti di mare. Si servono puri o mescolati con cubetti di pesce, frutti di mare e mais tostato.

Conservazione

Potete conservare il ceviche marinato in frigorifero, ben chiuso in un contenitore ermetico, per 12 ore al massimo: benché la carne del pesce si cuocia nel limone è sempre meglio consumarlo subito, per evitare che gli ingredienti assorbano troppo liquido. Vi suggeriamo di preparare il vostro ceviche in anticipo (anche 3 ore prima) ma di farcire le tortillas solo al momento di servire.