ingredienti
  • Farina 00 300 gr • 750 kcal
  • Acqua a temperatura ambiente 300 ml
  • Patate bollite 150 gr
  • Lievito di birra fresco 10 gr • 750 kcal
  • Sale fino 1 pizzico • 21 kcal
  • Olio di semi d’arachide q.b. per friggere • 690 kcal
  • Per la copertura
  • Zucchero semolato q.b. • 146 kcal
  • Cannella in polvere q.b.
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le sfincette dell'Immacolata o sfince, sono dei dolcetti soffici e profumati tipici della tradizione siciliana, in particolare della città di Palermo. Si preparano per la festa dell'Immacolata, l'8 dicembre, ma sono tipiche di tutto il periodo natalizio. Si tratta di deliziose frittelle di pasta lievitata a base di farina, lievito di birra, acqua e patate. Una volta lievitato, l'impasto sarà prelevato con un cucchiaio e fritto in olio ben caldo. Le frittelle saranno poi passate in un mix di zucchero e cannella e gustate ben calde. Ma ecco come prepararle sofficissime e irresistibili.

Come preparare le sfincette dell'Immacolata

Bollite le patate e spellatele. Riducetele in purea (1) e lasciatele raffreddare. Mettete la farina in una ciotola capiente. Fate un buco al centro e versateci dentro il lievito di birra sciolto in poca acqua tiepida (2). Aggiungete le patate, impastate e aggiungete man mano l'acqua e un pizzico di sale. Impastate fino a ottenere una pastella liscia (3).

Coprite con pellicola trasparente e lasciate lievitare per almeno un'ora (4). Scaldate l'olio di semi in un tegame capiente, prelevate una parte dell'impasto con un cucchiaio e aiutatevi con un altro cucchiaio per farla scivolare nell'olio. Fate friggere poche frittelle per volta (5), girandole di continuo. Durante la cottura le frittelle si gonfieranno: cuocetele fino a doratura. Sollevatele con una schiumarola e mettetele nello zucchero mescolato con la cannella. Le vostre sfincette dell'Immacolata sono pronte per essere gustate ben calde (6).

Consigli

Potete arricchire le sfincette dell'Immacolata con l'aggiunta di ricotta, uvetta o con cioccolato fondente a pezzetti.

Chi preferisce può omettere le patate lesse all'impasto, anche se si tratta di un ingrediente che aiuta a mantenere l'impasto morbido più a lungo. Se volete consumarle subito, potete non aggiungere le patate.

Le sfincette dell'Immacolata si possono preparare anche in versione salata, come per le pettole pugliesi: vi basterà non passarle nel mix di zucchero e cannella. Inoltre potete arricchirle con delle acciughe.

Conservazione

È consigliabile consumare le sfincette dell'Immacolata subito dopo la preparazione, per gustarle soffici e calde. Se dovessero avanzare potete conservarle per un giorno ben coperte.