ricetta

Sfincette dell’Immacolata: la ricetta delle frittelle siciliane soffici e profumate

Preparazione: 90 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
A cura di Eleonora Tiso
1937
Immagine
ingredienti
Farina 00
300 gr
Acqua tiepida
200 ml
Patate lesse
200 gr
Lievito di birra fresco
8 gr
Sale
1 pizzico
Olio di semi d’arachide
q.b.
Farina di semola
50 gr
Latte tiepido
150 ml
Zucchero semolato
q.b.

Le sfincette dell'Immacolata, o sfince, sono dei dolcetti soffici e profumati appartenenti alla tradizione siciliana, in particolare a quella palermitana. Si preparano per la festa dell'Immacolata, l'8 dicembre, ma sono tipiche di tutto il periodo natalizio. Si tratta di deliziose frittelle di pasta cresciuta a base di farina, patate lesse, latte e lievito di birra; una volta lievitato, l'impasto viene prelevato a cucchiaiate e fritto in abbondante olio di semi ben caldo.

Il risultato sono delle zeppoline gonfie e dorate, tutte diverse l'una dall'altra, poi tuffate nello zucchero semolato. Una delizia da servire bella calda a merenda, tra uno scarto di regali e una tombolata, o al termine del pranzo di Natale. Potete anche preparare l'impasto in anticipo e friggerlo all'ultimo momento, per apprezzarne tutta la bontà e l'irresistibile fragranza. Un solo consiglio: realizzatene in grandi quantità perché andranno letteralmente a ruba.

Potete arricchire l'impasto con uvetta o gocce di cioccolato, se desiderate un dolcetto ancora più goloso. L'impasto dovrà risultare molto morbido, quindi non preoccupatevi se prima di iniziare la lievitazione vi sembrerà troppo liquido. Potete sostituire i liquidi con l'intera quantità di acqua o latte, a seconda dei gusti personali, o utilizzare anche un latte vegetale se siete intolleranti al lattosio. Per delle sfincette più aromatiche e profumate potete miscelare un cucchiaio di cannella in polvere allo zucchero semolato.

Seguite passo passo la nostra ricetta e scoprirete quanto è semplice realizzarle in casa.

Come preparare le sfincette dell'Immacolata

Lessate le patate intere per circa 40 minuti a partire dal bollore 1.

Scolatele, schiacciatele in una terrina 2 e lasciatele raffreddare.

Quando saranno fredde, versate la farina 3.

Aggiungete la semola di grano duro 4.

Miscelate il tutto con una forchetta 5 e unite anche il sale.

Sciogliete il lievito nell'acqua e il latte, miscelati 6.

Unite gradualmente il latte alla farina 7.

Mescolate per far assorbire il liquido al composto 8.

Dovrete ottenere una consistenza molto morbida, leggermente più soda di una pastella 9. Coprite con pellicola trasparente e fate lievitare in un luogo caldo per circa un'ora.

Trascorso questo tempo, eliminate la pellicola 10; l'impasto sarà raddoppiato di volume.

Scaldate abbondante olio in una padella dai bordi alti; quando avrà raggiunto la temperatura di 170 °C circa, potrete prelevare l'impasto a cucchiaiate 11.

Distribuite tanti mucchetti di impasto nell'olio caldo 12.

Friggete le sfincette 13, rigirandole continuamente per farle dorare in modo uniforme.

Scolate le sfincette su carta assorbente da cucina 14.

Passate le sfincette nello zucchero semolato per decorarle 15.

Servite le sfincette ben calde 16.

Consigli

Chi preferisce può omettere le patate lesse, anche se si tratta di un ingrediente che aiuta a mantenere l'impasto morbido più a lungo. Se volete consumarle subito, potete non aggiungere le patate.

Le sfincette dell'Immacolata si possono preparare anche in versione salata, come per le pettole pugliesi: vi basterà non passarle nello zucchero. Inoltre, potete arricchirle con delle acciughe sott'olio o accompagnarle a salumi e formaggi.

Conservazione

È consigliabile consumare le sfincette dell'Immacolata subito dopo la preparazione, per gustarle soffici e calde. Se dovessero avanzare potete conservarle per un giorno, ben coperte. Potete anche congelarle per un mese.

1937
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Ricette di Natale
Lascia un commento
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
1937