ingredienti
  • Seppie 1 Kg già pulite • 79 kcal
  • Carciofi 4 • 18 kcal
  • Scalogno 1 spicchio • 29 kcal
  • Vino bianco secco 1 bicchiere • 380 kcal
  • Acqua q.b. • 0 kcal
  • Olio extravergine d’oliva q.b. • 0 kcal
  • Prezzemolo q.b. • 899 kcal
  • Sale fino q.b. • 21 kcal
  • Pepe nero macinato q.b.
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le seppie con carciofi sono un secondo piatto di mare gustoso e light completo di contorno: un abbinamento delizioso e originale da preparare come variante delle classiche seppie con piselli. La preparazione è facile e veloce, soprattutto se utilizzate le seppie già pulite: vi basterà scottarle in padella, aggiungere i carciofi tagliati a spicchi e proseguire la cottura fino a quando seppie e carciofi non saranno morbidi; il tutto verrà poi insaporito con prezzemolo tritato. Il risultato finale sarà una pietanza dal sapore delicato e inconfondibile adatta a tutte le occasioni: accontenterà tutti i vostri commensali e farete un figurone! Ma ecco tutti i passaggi per prepararle.

Come preparare le seppie con carciofi

Pulite i carciofi eliminando le foglie esterne più dure (1). Tagliate anche i gambi e le punte e divideteli a metà. Eliminate la barbetta centrale (2), tagliateli a spicchi e metteteli in una ciotola con acqua e limone (3).

Tagliate le seppie già pulite a striscette o ad anelli e tenetele da parte (4). Fate rosolare lo scalogno tritato in un tegame con olio extravergine d'oliva. Aggiungete le seppie e sfumatele con il vino bianco (5). Unite poi i carciofi, ben scolati, aggiungete sale, pepe e mezzo bicchiere d'acqua e cuocete a fuoco lento e con il coperchio per circa 40 minuti, mescolando di tanto in tanto: aggiungete un altro po' di acqua, se necessario. Le vostre seppie con carciofi sono pronte per essere servite ben calde con una spolverata di prezzemolo (6).

Consigli

Chi preferisce potrà utilizzare anche le seppioline, fresche o surgelate e già pulite, per una preparazione più veloce.

Potete arricchire le seppie con carciofi aggiungendo agli ingredienti anche una manciata di pinoli o dei filetti di acciuga, che doneranno ancora più sapore al piatto. Inoltre potete aggiungere anche qualche fogliolina di timo, da unire a fine preparazione con il prezzemolo tritato.

Non prolungate troppo la cottura delle seppie per evitare che diventino dure e difficili da masticare.

Se non avete a disposizione le seppie già pulite allora procedete in questo modo: tagliate gli occhi, spellate la testa ed eliminate l'osso. Asportate poi con cura il sacchetto che contiene l'inchiostro. Una volta eviscerate, lavate le seppie sotto acqua corrente e tagliatele a pezzi o a strisce.

Se volete realizzare una ricetta sfiziosa, preparate lo sformato di carciofi: sarà cotto al forno e arricchito con l'aggiunta di seppie o calamari scottati in padella.

Conservazione

È consigliabile consumare le seppie con i carciofi subito dopo la preparazione o, al massimo, in giornata.