ingredienti
  • Radicchio 8 cespi • 37 kcal
  • Olio extravergine d’oliva 5 cucchiai • 29 kcal
  • Sale fino q.b. • 21 kcal
  • pepe q.b. • 29 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il radicchio alla griglia è un contorno semplice e saporito, un modo sfizioso di portare in tavola il radicchio di Treviso. Per ottenere un risultato croccante e gustoso lasciate insaporire il radicchio in olio extravergine d'oliva e cuocetelo su una piastra ben calda. Salate il radicchio a cottura ultimata e servitelo così com'è, per accompagnare secondi piatti di carne o di pesce, oppure conditelo con origano e aceto balsamico per renderlo ancora più gustoso. Il radicchio trevigiano, con il suo sapore amarognolo e la forma affusolata, si presta benissimo ad essere preparato sulla griglia, una cottura semplice che ne esalta il sapore al meglio. Ecco come realizzarlo in pochi e semplici passaggi.

Come preparare il radicchio alla griglia

Mondate il radicchio, eliminate le foglie più esterne e lavatelo bene sotto acqua corrente. Tagliate i cespi di radicchio a metà, tamponateli con carta assorbente e sistemateli in una ciotola. Irrorateli con olio extravergine d'oliva, massaggiate il radicchio con le mani, rigirandoli più volte, e lasciate marinare per almeno 5 minuti. Fate scaldare bene la griglia e sistemate sopra i cespi di radicchio scolati dalla marinatura. Grigliateli per circa 10 minuti rigirandoli spesso. Adagiate il radicchio in un piatto da portata, aggiungete altro olio evo, sale, pepe e servite.

Consigli

Il radicchio alla piastra si abbina molto bene a piatti di carne o di pesce grassi come il salmone.

Se non avete a disposizione la griglia, potete utilizzare anche una padella antiaderente: l'importante è che sia sempre ben calda.

Per attutire il sapore amarognolo del radicchio sciacquatelo più volte sotto acqua corrente fredda.

Se volete evitare la fase di marinatura, potete strofinare le foglie del radicchio con l'olio extravergine d'oliva, prima di metterle sulla griglia, sempre per renderle più gustose.

Potete preparare il radicchio alla griglia con entrambe le tipologie di radicchio trevigiano, sia quello precoce che quello tardivo. Il radicchio precoce ha foglie più larghe e un sapore più amarognolo, mentre quello tardivo ha foglie più lunghe a affusolate di un colore rosso-violaceo e un costa centrale bianca, oltre ad essere la varietà più pregiata.

Potete arricchire il vostro radicchio alla griglia con l'aggiunta di pancetta: rosolatela in padella e aggiungetela sul radicchio a fine cottura, magari con l'aggiunta di un pizzico di paprika per rendere la pietanza più stuzzicante e saporita.