ingredienti
  • Lenticchie 300 gr • 92 kcal
  • Pomodorini 3 • 43 kcal
  • Cipolla 1/2 • 21 kcal
  • Carota 1/2 • 21 kcal
  • Sedano 1/2 costa • 21 kcal
  • Brodo vegetale 1 L • 43 kcal
  • Pasta corta 300 gr • 390 kcal
  • Pancetta 200 g • 661 kcal
  • Aglio 1 spicchio • 21 kcal
  • Spezie per aromatizzare
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La pasta e lenticchie è un primo piatto tipico della tradizione italiana, in particolar modo del Sud Italia: la ricetta alla napoletana è indubbiamente la più famosa. È un piatto molto cremoso a base di lenticchie e pasta corta: per la nostra pasta abbiamo utilizzato le conchiglie, ma il formato tipico è la pasta mista o tubetti. La particolarità di questo primo risiede nella cottura: pasta e lenticchie cuociono nella stessa acqua. In questo modo l’amido della pasta non si disperde in cottura, ma conferisce al piatto la consistenza “azzeccata”, un po’ collosa, senza che la pasta risulti scotta o gommosa. Lo stesso procedimento caratterizza anche altri piatti tipici napoletani, come pasta e ceci o pasta e fagioli; come non citare poi la pasta azzeccata per eccellenza, ossia la pasta e patate. La ricetta è semplice e veloce, e ha una sola regola: il risultato finale non deve essere brodoso.

Ultima nota di merito, è un pasto gustoso e bilanciato, ricco di vitamine, ma anche di proteine e di ferro. La versione tradizionale prevede l’aggiunta di pancetta, che da un tratto salato più deciso e caratteristico, ma il piatto è ottimo anche in versione vegetariana, con rosmarino e alloro. Se avete poco tempo potete utilizzare le lenticchie già cotte in barattolo; per renderla più cremosa potete aggiungere una patata a cubetti in cottura. Se volete sperimentare una consistenza più brodosa, date uno sguardo alla zuppa di lenticchie; per i più curiosi invece consigliamo anche come primo piatto il ragu di lenticchie, un’alternativa veg a un piatto storico della tradizione italiana.

Come preparare la pasta e lenticchie

Sciacquate le lenticchie secche sotto abbondante acqua fredda; diversamente dagli altri legumi, non necessitano di ammollo. Se avete poco tempo potrete anche utilizzare le lenticchie precotte in barattolo. Mettetele da parte e passate alla preparazione del soffritto (1).

Tagliate grossolanamente mezza cipolla, mezza carota e mezza costa di sedano e fateli soffriggere in una pentola capiente con un filo d’olio. Aggiungete anche lo spicchio d’aglio. Quando il soffritto si sarà consumato, unite le lenticchie e copritele con il brodo vegetale (2). In mancanza di tempo, utilizzate il dado, tradizionale o in polvere, da sciogliere in almeno due litri di acqua bollente. Trascorsa mezz'ora aggiungete i pomodorini (3) e fateli cuocere insieme alle lenticchie, per colorare il piatto. Aggiungete anche un po’ di prezzemolo o rosmarino per aromatizzare.

Tagliate la pancetta (4) a dadini (5) e cuocetela separatamente in una padella in modo che diventi croccante: non serve aggiungere olio, basta il grasso stesso della pancetta per soffriggerla. Mettetela poi da parte. Nella stessa pentola delle lenticchie aggiungete la pasta (6) e lasciate che si lessi completamente. Se necessario, aggiungete brodo fino a coprire completamente la pasta. Lasciate che la pasta cuocia per il tempo indicato. A fine cottura aggiungete il parmigiano grattugiato: se necessario aggiungete anche un mezzo mestolo di brodo per amalgamare meglio. La pasta dovrà risultare asciutta, di una consistenza simile a un risotto. Unite la pancetta, fate riposare per qualche minuto in pentola e servite.

Conservazione

La pasta e lenticchie si conserva bene per 3 giorni in frigorifero in un contenitore ermetico.

Consiglio

Un piccolo trucco per rendere la pasta cremosa: aggiungete una patata in cottura. Questo tubero è ricco di amido e potrà dare al vostro piatto la consistenza perfetta. Se siete dei puristi della ricetta di pasta e lenticchie alla napoletana, invece, aggiungete il brodo a poco a poco, in modo da non eccedere nelle dosi: fermatevi quando la pasta sarà cotta e cremosa al punto giusto.