50-TOP-italy-vincitori

L'Osteria Francescana di Massimo Bottura a Modena e L'Argine a Vencò di Antonia Klugmann a Dolenga del Collio, in provincia di Gorizia, sono i migliori ristoranti d'Italia per la 50 Top Italy del 2022. La guida online, completamente gratuita, curata da Barbara Guerra, Albert Sapere e Luciano Pignataro, ha scelto 100 ristoranti che rappresentano l'eccellenza italiana e li ha divisi in due categorie:

Nella prima categoria a trionfare è stato il vulcanico chef modenese, seguito dal tristellato Uliassi a Senigallia e da Enrico Bartolini, altro 3 Stelle Michelin al Mudec di Milano, che si porta a casa anche il premio di "Cuoco dell'anno". Subito fuori dal podio lo chef che ha rivoluzionato la pasta e patate: Nino Di Costanzo del Daní Maison a Ischia.

Nella seconda categoria vince Antonia Klugmann ,cuoca 1 Stella Michelin ed ex giudice di Masterchef Italia; al secondo post lo chef Gianluca Gorini con il suo daGorini di San Piero in Bagno in provincia di Forlì-Cesena, chiude il podio un'altra grande cuoca, Caterina Ceraudo col suo Dattilo a Strongoli, in provincia di Crotone. Per lei anche il premio speciale "all'accoglienza", da dividere con suo padre Roberto e sua sorella Susy Ceraudo. Subito fuori dal podio il "Giovane dell'anno", Domenico Marotta con il suo ristorante omonimo a Squille, in provincia di Caserta. Marotta è uno dei nomi più in voga del panorama italiano, uno dei favoriti a entrare nella prestigiosa Guida Michelin che uscirà il 23 novembre.

I migliori ristoranti d'Italia: una classifica per tutte le tasche

Possiamo dire che la presentazione della 50 Top Italy di ieri sia stata la "giornata conclusiva" di una lunga maratona. La lista infatti è divisa in ben quattro categorie: oltre alle due presentate ieri ci sono anche i "Low cost" (classifica vinta da Mezza Pagnotta in Puglia) e le "Trattorie/Osterie" (dove a vincere è stata Sora Maria e Arcangelo in provincia di Roma). Le novità dell'edizione 2022 della 50 Top Italy sono state le sei classifiche aggiuntive, suddivise per tipologie di locali:

  • Etnici, dove vince Iyo Experience della famiglia Liu a Milano, un ristorante giapponese presente anche nella classifica di "Grandi ristoranti" al 35° posto;
  • Bracerie, classifica vinta dal celebre Dario Cecchini con il suo Officina della Bistecca a Panzano in Chianti, in provincia di Firenze;
  • Format Innovativi, dove trionfa il Sea Front Pasta Bar del Pastificio di Martino, un locale a Napoli in cui si fa solo pasta dall'antipasto al dolce;
  • Panini, con Da Gigione al primo posto, altro locale napoletano ma questa volta di provincia (Pomigliano d'Arco);
  • Sushi, dove ritroviamo un ristorante del gruppo della famiglia Liu, ovvero Iyo Omakase, il locale con a capo Masashi Suzuki, uno dei più importanti sushiman del mondo;
  • Infine i "Ristoranti di pesce" dove vince il Ristorante da Tuccino a Polignano a Mare, in provincia di Bari.

Tornando alle classifiche regine della 50 Top Italy notiamo che, a essere rappresentate nel computo totale delle due liste, ci sono 16 regioni dello Stivale. La più presente è la Lombardia, a quota 13 insegne, seguono la Campania con 11, Lazio e Veneto a 10, Piemonte a 9, Toscana con 8, Emilia Romagna con 7, Marche con 5, Abruzzo, Calabria, Friuli Venezia Giulia, Puglia e Sicilia a 4 ristoranti, Liguria e Trentino Alto Adige con 3 insegne, infine la Sardegna con un solo locale in guida.