ricetta

Lebkuchen: la ricetta dei biscotti di Natale tedeschi

Preparazione: 30 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 6 persone
A cura di Chiara Elefante
51
Immagine
ingredienti
Per i biscotti
Farina tipo 00
50 gr
Farina di segale
200 gr
Miele
100 gr
Burro
30 gr
Farina di mandorle
75 gr
Zucchero di canna
100 gr
Cannella
1 cucchiaino
Buccia grattugiata di limone
1
Zenzero
1/2 cucchiaino
Uova
1
Bicarbonato di sodio
1 cucchiaino
Cacao amaro
1 cucchiaino
Per la glassa al ciocciolato
Cioccolato fondente
150 gr
Zucchero
70 gr
Acqua
120 ml

I Lebkuchen, anche detti Nűrnberg Lebkuchen o Elisen Lebkuchen, sono dei biscotti di Natale di origine tedesca tipici di Norimberga, dove  spopolano come dolciume caratteristico dei coloratissimi mercatini di Natale. Molto diffusi anche in zone germanofone come Austria, Svizzera ed Alto Adige, sono dei biscotti morbidi a base di noci, originariamente senza farina e senza lievito, e molto aromatizzati, grazie alla presenza di zenzero e cannella, che li rendono simili alla versione svedese e ai famosi gingerbread man; alcune versioni regionali prevedono anche l’aggiunta di marzapane nell’impasto, che è tuttavia assente nella nostra ricetta. Le dimensioni dei biscotti vanno dai 5 ai 9 cm, a seconda del luogo e della tradizione.

L’impasto profumatissimo è composto da pochi ingredienti facilmente reperibili: farina, burro, miele e un mix di spezie, tra cui anice stellato cardamomo, che ricorda molto il mix per mostaccioli napoletani. Non vi occorrerà nulla se non le vostre mani, per lavoro questi biscottini. Una volta pronti, vengono ricoperti di glassa di cioccolato, ma c’è anche chi ama decorarli con la ghiaccia reale. L'impasto dei lebkuchen, nella ricetta che proponiamo, prevede l'utilizzo della farina di segale, molto utilizzata negli impasti della cucina nordica. A questa si affianca la farina di mandorle, irrinunciabile per esaltare i sapori, che può essere sostituita anche con uguale quantità di noci, nocciole o mandorle tritate. Per questa ricetta abbiamo utilizzato lo zucchero di canna integrale, per il suo gusto caramellato, ma anche potete utilizzare lo zucchero di canna normale, oppure lo zucchero raffinato, diminuendo leggermente le dosi.

Di questi biscotti ne esistono varie versioni, quella tradizionale è quella dei lebkuchen di Norimberga, guarniti in superficie con mandorle e zucchero e serviti con una tazza di tè o delvin brulè. Potete decorarli a piacimento e potete anche usarli per abbellire il vostro albero di Natale, donandogli un tocco originale e raffinato.

Come preparare i lebkuchen

Versate il miele insieme allo zucchero di canna e al burro in un pentolino 1, fate fondere sul fuoco per qualche minuto, mescolando di continuo. In una ciotola mescolate le farine ed aggiungete le spezie, il cacao, la buccia grattugiata di limone ed il bicarbonato 2. Versate al centro l'uovo e il burro fuso con lo zucchero e il miele 3.

Mescolate con una forchetta 4 e poi impastate su una spianatoia, fino ad ottenere un panetto morbido e compatto 5. Fate riposare in frigo 12 ore, dopodiché stendete la frolla con il mattarello, fino a raggiungere lo spessore di 1 cm. Ricavate delle forme di circa 7 cm di diametro con degli stampi per biscotti, disponete i lebkuchen sulla teglia ricoperta di carta forno ed infornate a 180 °C per 15 minuti. Sfornate i lebkuchen ancora morbidi e fateli freddare 6. Attenzione a non eccedere nei tempi di cottura, altrimenti rischierete di seccare eccessivamente i biscotti, rendendoli immangiabili.

Nel frattempo,preparate la glassa al cioccolato. Fatela freddare e spennellatela sulla superficie dei biscotti 7. Decorate i lebkuchen 8 con mandorle pelate e serviteli 9 accompagnandoli con una tazza di tè.

Come conservare i lebkuchen

I biscotti natalizi lebkuchen si possono conservare anche 10 giorni in una scatola di latta o in un semplice contenitore ermetico.

Consigli

Per abbellire l'albero di Natale con i lebkuchen, dopo aver decorato i biscotti con la ghiaccia reale, praticate un foro con uno stuzzicadenti sulla cima di ogni biscotto prima di infornarli. Dopodiché utilizzate lo spago o un nastrino colorato per posizionare i lebkuchen decorati su ogni ramo.

Storia e curiosità

Non si sa bene da dove arrivi il nome Lebkuchen. Alcuni sostengono che venga da Lebbe (molto dolce) e kuche (torta), individuando quindi un’origine germanica del termine. Altri invece intravedono nel nome una radice latina di liebum (focaccia), che richiamerebbe quindi la consistenza “di pane” dei Lebkuchen, caratteristica anche del Pan di Spezie, altro dolce tipico della cucina tedesca.

51
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Dolci
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
51