Just Eat mantiene la promessa di novembre e assume i rider con contratto di lavoro dipendente a partire dal prossimo marzo. Il metodo scelto dall'azienda per l'assunzione è quello "Scoober", un modello già attivo in 12 Paesi del gruppo e oltre 140 città, con più di 19.000 assunti. L'accordo prevede per i rider di Just Eat un contratto in qualità di lavoratori dipendenti basato sulle linee guida internazionali di un accordo aziendale, adattate e in linea con la normativa e la legislazione italiana. Le assunzioni partiranno in Lombardia e ci saranno tre tipi di contratto: full time, part time e a chiamata.

Cosa prevede il contratto per i rider di Just Eat

Il modello Scoober prevede l'inquadramento dei rider come lavoratori dipendenti dell'azienda a cui fanno capo. Questo vuol dire che avranno tutti i vantaggi e le tutele tipiche dei lavoratori dipendenti: un compenso orario, ferie, malattia, maternità/paternità, indennità per lavoro notturno, e festivi, coperture assicurative, dispositivi di sicurezza gratuiti in dotazione, formazione obbligatoria e tutele previdenziali.

Il contratto si basa sulle linee guida internazionali, integrate con la normativa della legislazione italiana. I tre tipi di contratto prevedono 40 ore settimanali nel caso del full time, un part-time variabile in base alla città in cui si opera e ai volumi di ordini previsti e infine un classico contratto a chiamata.

Lo stipendio garantirà un compenso orario di circa 9 euro, ma si tratta "di un valore indicativo, che si ottiene applicando su una paga base di 7.50 euro l’ora, indipendentemente dalle consegne effettuate, il pacchetto di maggiorazioni previste dalla normativa in vigore" stando a quanto scritto da Quifinanza. A questa somma si aggiungerà un bonus legato al numero di consegne che potrà essere aggiornato e rivisto in base ai confronti con le sigle sindacali.

Con il modello Scoober è presto risolto anche uno dei punti più controversi del mondo del delivery: assicurazioni e mezzi di trasporto. L'assunzione prevista da Just Eat dà diritto all'indennità:

  • per l'utilizzo del proprio mezzo per le consegne, motorino, bicicletta o automobile che sia;
  • dotazioni di sicurezza gratuite fornite da Just Eat, come casco, indumenti ad alta visibilità e indumenti antipioggia, zaino per il trasporto del cibo, oltre agli strumenti per la pulizia dell’attrezzatura come spray e igienizzanti e mascherine;
  • all'assicurazione di responsabilità civile verso terzi e assicurazione sulla vita;
  • a bonus legati al lavoro notturno;
  • a straordinari e indennità per le festività;
  • al calcolo di ferie, malattia, maternità/paternità;
  • a un corso di formazione relativo all'azienda;
  • a un corso di formazione specifico per i temi di salute, sicurezza per il trasporto degli alimenti, sicurezza stradale.

Tutto ciò è reperibile sull'app di Scoober che Just Eat suggerisce caldamente di scaricare così da essere informati su tutto quanto sta accadendo.