12 Febbraio 2024 13:03

Il carrello tricolore non è servito a niente: l’inchiesta che stronca l’iniziativa

Secondo l'inchiesta di Altroconsumo i prezzi del 79% dei prodotti sono rimasti invariati, alcuni sono addirittura diminuiti senza il carrello tricolore.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Cookist
1
Immagine

Il carrello tricolore annunciato in pompa magna dall'attuale governo non sta portando alcun beneficio. Lo evidenzia un'inchiesta di Altroconsumo che stronca di netto l'iniziativa presa per combattere l'inflazione: nella grande maggioranza dei casi i prezzi dei beni in offerta sono rimasti invariati (79%), "solo per il 12% dei prodotti sono riaumentati, come sarebbe stato comprensibile se l'iniziativa avesse davvero determinato un calmieramento della spesa. Nel 9% dei casi, a gennaio, il prezzo era persino più basso che durante la promozione. Inoltre il numero di tutte le altre offerte della grande distribuzione (carta fedeltà, prezzo basso sempre ecc.) è più alto ora che a iniziativa anti-carovita attiva: +35% rispetto a dicembre". Non è la prima volta che il carrello tricolore viene sbugiardato: fin da subito è sembrata un'iniziativa inutile.

Un'iniziativa senza impatto

Il carrello tricolore non è sufficiente a determinare effetti sull'inflazione secondo Altroconsumo che ha preso in esame i prezzi di 125 categorie di prodotti in 15 punti vendita di 8 catene, super, iper e discount, tra Roma e Milano: hanno analizzato ben il 96% dei prodotti totali acquistabili con il carrello tricolore e di questi ben il 79% (543 prodotti) ha lo stesso prezzo. Questo significa che l'iniziativa non ha avuto alcun effetto: se le aziende avessero abbassato i prezzi per l'accordo col governo, avrebbero di conseguenza dovuto rialzarli al termine dell'iniziativa e invece i prezzi sono rimasti invariati. Sia prima sia dopo il carrello il costo è lo stesso.

Immagine

I dati sono davvero incresciosi perché l'88% dei prodotti presi ad esame non ha visto alcun tipo di rialzo al termine dell'iniziativa, cosa che sarebbe dovuta avvenire se il carrello tricolore avesse effettivamente portato a una diminuzione dei prezzi. La Meloni l'ha presentata come un calmieramento dei prezzi per un periodo di tempo ridotto, così da permettere alle famiglie meno agiate di superare il momento difficile ma la realtà fotografata da Altroconsumo ci dice che gli effetti reali non si sono visti e che, comunque, è l'industria alimentare ad aver scelto il prezzo dei prodotti. Andando a scavare ancor più a fondo si nota in realtà un trend opposto: tra giugno 2023 e gennaio 2024 i prezzi medi dei prodotti da supermercato sono aumentati del 3,3%. I prezzi restano in aumento nonostante le iniziative politiche che, purtroppo, sembrano restare politiche e non concrete.

Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
1
api url views