27 Gennaio 2021 13:00

Guida alle lumache di mare: cosa sono, come pulirle e come cucinarle

Tutti conoscono le lumache di terra, ma forse non tutti sanno che sui fondi sabbiosi e sulle coste possiamo trovare le lumache, di mare in questo caso, dette anche lumachine o maruzzelle. Sapore delicato, poche calorie e profumo di mare sono le caratteristiche principali delle lumache di mare: ecco tutto quello che vi serve sapere su come pulire e cucinare al meglio le lumache di mare.

A cura di Rossella Croce
305
Immagine

Le lumache di mare sono dei piccoli molluschi commestibili appartenenti alla famiglia dei Gasteropodi, un po' meno conosciute delle cugine di terra, ma ugualmente amate e apprezzate in cucina. Consumate al sugo o per condire deliziosi primi piatti, le lumachine di mare, chiamate anche maruzzelle o chiocciole, sono povere di calorie, ricche di sali minerali e vitamine. Come riconoscerle, pulirle nel modo corretto e cucinarle? Ecco una guida semplice per conoscere meglio questi piccoli e deliziosi molluschi.

Cosa sono le lumache di mare

Le lumache di mare sono dei piccoli molluschi caratterizzati da una piccola conchiglia liscia non più grande di 3 centimetri, con striature giallastre e scure. In Italia troviamo principalmente 3 varietà di lumache di mare commestibili: il Murice, tozza con superficie ruvida e una lunghezza che varia dai 6 agli 8 centimetri, il Murice troncato, di colore verde o viola, e la Galeodea plauta, di colore giallo con striature rugose. Da gustare sempre e rigorosamente cotte, le lumache di mare, anche dette maruzzelle, lumachine o chiocciole di mare, si trovano nelle zone costiere e, in particolare, su fondi e superfici sabbiose; sono ricche di sali minerali, in particolare sodio, ferro e potassio e, come loro cugine di terra, possono essere cucinate in diversi modi. L'importante sarà sempre mangiarle con le mani.

Immagine

Come pulire le lumache di mare

Prima di cucinare le lumache di mare è necessario pulirle con cura e attenzione per eliminare tutte le impurità, i residui di sabbia e il tappo bianco, detto anche "panna". Riempite una ciotola di acqua fredda e aggiungete del sale: versate le lumachine e sfregatele tra loro per eliminare le impurità. Lasciatele quindi in ammollo per 30 minuti, cambiando l'acqua salata ogni 10 minuti e, quando l'acqua sarà limpida, scolatele. Dedicatevi a questo punto al tappo bianco: mettete le lumache di mare in una padella con un filo di olio, uno spicchio di aglio, una foglia di alloro e qualche grano di pepe; cuocete con il coperchio a fiamma media per 5 minuti fino a quando il tappo si staccherà da solo per effetto del calore. In alternativa, potete bollire le lumache di mare per 20 minuti in acqua con alloro e pepe: anche in questo caso il calore farà "uscire" le lumache dalle conchiglie eliminando il tappo; a quel punto potrete scolarle e cucinarle.

Immagine

Come cucinarle

Pulite e sgusciate, le lumache di mare possono essere cucinate in diversi modi: quello più semplice le vuole in bianco, ovvero bollite e poi condite con un filo di olio e delle erbe aromatiche; in bianco si possono anche cucinare in padella, magari precedute da un soffritto e bagnate con acqua o brodo di pesce durante la cottura. Le lumache di mare danno il meglio con il sugo di pomodoro: da mangiare con dei crostini di pane tostato o da usare come condimento per la pasta, meglio se lunga; in questo caso, spesso si trovano in abbinamento alle vongole, anche per un raffinato risotto, o per un goloso guazzetto.

Immagine
305
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
305