ingredienti
  • Aglio 1 spicchio • 79 kcal
  • Pomodorini 300 gr • 21 kcal
  • Gnocchi di patate 250 gr
  • Nduja 120 gr
  • Acqua calda qb
  • Basilico fresco qb
  • Burrata 200 gr
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Gli gnocchi sono spesso protagonisti delle nostre tavole, buoni classici e non mancano mai ai pasti tradizionali della domenica ma se li prepariamo con un ingrediente piccante e morbido come la nduja e con un formaggio a base di pasta filata, come la stracciatella di burrata, viene fuori un primo piatto imperdibile, originale e perfetto per ogni occasione.

Come si preparano gli gnocchi con nduja e stracciatella di burrata

Sbucciate l’aglio e tagliatelo a metà. Private l’aglio dell’anima (1) e mettetelo in padella a soffriggere con un filo d’olio. Nel frattempo lavate bene i pomodorini e tagliateli a pezzetti (2). Unite i pomodorini all’aglio e lasciate cuocere per qualche minuto. Togliete la nduja dal budello e tagliatela a pezzettini (3).

Quando i pomodorini hanno iniziato a cuocersi aggiungete la nduja in padella e copritela con un mestolo abbondante di acqua calda (4) (5). Assaggiate e aggiustate di sale. Lasciate cuocere fino a che la pasta di salame non si è sciolta completamente. Prendete gli gnocchi (6) e infarinateli leggermente con la farina di semola in modo che non si attacchino tra di loro in cottura.

Lessate gli gnocchi in abbondante acqua salata (7). Quando sono cotti scolateli direttamente nella padella del sugo di pomodorini e nduja (8). Lasciate cuocere per circa due minuti e mescolate cercando di amalgamare bene gli ingredienti. Aggiungete qualche foglia di basilico fresca e versate gli gnocchi nel piatto di portata. Tagliate a metà la burrata e prendete, con un cucchiaio, la stracciatella, cioè la parte interna della burrata, e distribuitela sugli gnocchi ancora caldi (9). Servite gli gnocchi con nduja e stracciatella di burrata ancora caldi.

Consigli

  • Aggiungete al sugo di pomodorini l’acqua di cottura degli gnocchi per rendere ancora più vellutato il sugo.
  • Utilizzate pomodorini maturi in modo che rilascino più acqua.
  • Se non amate gli gnocchi potete anche utilizzare la pasta fresca e condirla con il sugo di nduja e stracciatella di burrata.
  • Potete preparare un soffritto con la cipolla rossa o lo scalogno, tritato finemente al posto dell’aglio. Il dolce della cipolla contrasta benissimo il piccante.
  • Una variante sfiziosa è il risotto allo zafferano e nduja. In una padella fate rosolare una cipolla con la nduja, unite acqua calda e lasciate sciogliere la pasta di salame. Separatamente portate avanti la cottura del riso e quando mancano pochi minuti alla fine unite la nduja e lo zafferano.