Dolcificanti artificiali: fanno aumentare il peso di chi li consuma sul lungo periodo

Non è tutto oro quel che luccica: ed è questa l'occasione giusta per usare questo antico ma saggio proverbio. Perché, i prodotti pubblicizzati per sostituirne altri "più calorici" sono spesso peggiori dell'ingrediente di cui prendono il posto: stiamo parlando dei dolcificanti a zero calorie. Da una serie di ricerche, infatti, emerge che questi, usati al posto dello zucchero, metterebbero non solo a rischio la salute di coloro che li utilizzano, ma provocherebbero addirittura un aumento di peso.

I dolcificanti a zero calorie che fanno ingrassare

La ricerca più importante in questo senso è dell’Università dell’Australia del Sud: più che uno studio unico, è una rassegna di diverse ricerche pubblicate negli ultimi anni con le conclusioni riguardanti l'associazione tra dolcificanti ( LCS, cioè i low caloric sweeteners) il diabete di tipo 2, la glicemia e molte altre conseguenze. L'analisi è stata pubblicata su Current Atherosclerosis Reports: fra le tante notizie negative quella più eclatante è sicuramente l'aumento del peso. I ricercatori, infatti, hanno osservato che coloro che usano regolarmente alimenti e bevande edulcorati con LCS arrivano a pesare di più di chi usa lo zucchero. Il dato è stato verificato anche nei casi in cui gli studi clinici, condotti di solito in un periodo molto breve e in condizioni molto controllate, portano spesso a risultati opposti. Grazie a un "follow up" di 7 anni, infatti, è stato possibile notare un generale aumento di peso negli individui che avevano usato regolarmente dolcificanti artificiali.

Ciò significa che i dolcificanti possono essere efficaci sul breve e brevissimo periodo, mentre su tempi più lunghi provocano esattamente il contrario di ciò che dicono di favorire: nessun calo del peso, ma addirittura un aumento. Non è chiaro, però, se questi dati dipendano solo ed esclusivamente dal consumo di dolcificanti o anche dal fatto che spesso, chi li usa, si sente autorizzato a non ridurre la quantità di zucchero che consuma di solito e, a volte, anche incoraggiato ad assumerne di più.

Dolcificanti artificiali: fanno aumentare il peso di chi li consuma sul lungo periodo

L'associazione fra dolcificanti e possibilità di sviluppare il diabete

Un dato ancora peggiore è quello che riguarda l'associazione fra bevande dolcificate (ASB, ovvero artificially sweetened beverages) con il diabete: tutti e 13 gli studi verificati dai ricercatori australiani hanno riscontrato un’associazione o nulla (dato che dimostra che i dolcificanti non riducono i rischi) o positiva. In alcuni casi, gli esperti hanno rilevato un aumento delle possibilità di sviluppare la malattia (5-7% in più dei soggetti di controllo): cosa che dimostra quanto questi prodotti favoriscano le malattie metaboliche.