ingredienti
  • Fettine
  • Tacchino 4 fette da 125g
  • Uova 2 • 0 kcal
  • Olio q.b.
  • Sale q.b. • 0 kcal
  • Pepe nero q.b. • 79 kcal
  • Impanatura
  • Pangrattato 200g • 0 kcal
  • Olio q.b.
  • Prezzemolo q.b. • 79 kcal
  • Olive q.b.
  • Capperi q.b. • 25 kcal
  • Aglio q.b. • 21 kcal
  • Peperoncino fresco q.b. • 29 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La cotoletta di tacchino è un secondo piatto gustoso, tipico della tradizione. La ricetta per preparare cotolette fragranti e ricche di sapore è molto semplice, basta seguire alcune semplici regole e il risultato è garantito. Il segreto è ottenere una impanatura croccante, senza far asciugare o seccare la fettina di carne all'interno.

La classica ricetta alla milanese prevede l'utilizzo di carne di vitello, possibilmente con l'osso, ma si possono preparare ottime cotolette saporite anche con la carne di tacchino. Questo tipo di carne bianca ha un tempo di cottura più lungo rispetto al pollo, il rischio è che tenda ad asciugarsi. Per questo, realizzate una panatura spessa, gustosa e arricchita da prezzemolo e peperoncino, ma anche olive o capperi se li gradite.

Come preparare una cotoletta di tacchino croccante

Per preparare l'impanatura, pulite un peperoncino fresco e tagliatelo in piccoli pezzetti. Fate lo stesso, a parte, con capperi e olive, poi tritate finemente il prezzemolo.

Versate 100ml di olio d'oliva in una padella e unite uno spicchio d'aglio e il peperoncino. Fate rosolare qualche secondo, poi aggiungete i capperi e le olive tritate.

Alzate la fiamma e versate 200gr di pan grattato. Lasciate tostare qualche minuto, mescolando bene con un cucchiaio. Togliete lo spicchio d'aglio e passate il tutto in una pirofila. Aggiungete infine il prezzemolo tritato e mescolate.

Sbattete 2 uova medie e aggiustate di sale e pepe. Frustate bene, poi immergete bene una fettina alla volta nel composto.

Passate ciascuna fetta ricoperta di uova nell'impanatura che avete preparato, pressandole leggermente, in modo che il condimento si attacchi bene alla carne.

Scaldate abbondante olio in una padella e, non appena è molto caldo, immergete le fettine di carne impanate. Cuocete 2-3 minuti per lato e spegnete il fuoco solo quando la panatura diventa croccante e dorata. Lasciate asciugare qualche secondo su della carta assorbente e gustatele calde.

Consigli per una cotoletta croccante

Se la carne di tacchino è molto spessa, prima di iniziare la preparazione potete spianare le fettine aiutandovi con un batticarne.

Per una panatura dal gusto più deciso, potete sostituire il prezzemolo con gli aromi che preferite, come timo o maggiorana. Per una panatura ricca, potete aggiungere anche 20g di parmigiano.

L'olio di oliva è adatto per friggere le cotolette, ma ha anche un gusto molto intenso. In alternativa, potete scegliere dell'olio di arachide, che sopporta le temperature alte della frittura e ha un elevato punto di fumo. L'importante è che l'olio in padella sia abbondante, altrimenti si raffredderà in fretta senza dare alla cotoletta il suo classico aspetto croccante.

Scegliete una padella larga, bassa e con bordi dritti. Se è possibile preferite una padella in ferro, o al limite in acciaio, che consente all'olio di aumentare la temperatura in maniera graduale.

Un trucco infallibile per cotolette crocaccanti è quello di incidere leggermente i bordi delle fettine, per aiutare l'impanatura a restare aderente alla carne, senza che si formino pieghe.

Friggete poche cotolette per volta, per evitare che l'impanatura si stacchi, o che si abbassi troppo l'impanatura dell'olio.

Per una versione più "light" delle classiche cotolette di tacchino, potete cuocere le fettine in forno, anziché friggerle. Disponetele su una teglia avvolta con della carta da forno e unta con un cucchiaio di olio. Cuocete in modalità ventilata a 200 gradi per 15-18 minuti per un risultato altrettanto croccante.

Conservazione

Servite le cotolette di tacchino ben calde, per gustarne al meglio la croccantezza. Se vi avanzano però, potete sempre conservarle in frigo ben coperte dalla pellicola, per al massimo 1 giorno. In alternativa, potete congelare le vostre cotolette in freezer anche se già cotte e passarle per qualche istante in forno dopo averle scongelate.