13 Novembre 2022 15:00

Cos’è il tarocco e come usare al meglio questo particolare tagliapasta

Si può usare per tagliare impasti, per temperare il cioccolato e perfino per pulire il piano di lavoro: conosciamo meglio il tarocco, lo strumento da cucina di cui non potrai più fare a meno.

A cura di Rossella Croce
61
Immagine

Il tarocco è uno degli strumenti da cucina più versatili, utili e semplici da usare: conosciuto anche come tagliapasta o più semplicemente come spatola, è composto da una lamina rettangolare di plastica o metallo e una sottile impugnatura, in legno o plastica. Niente a che vedere con arance o mistiche letture del futuro, il tarocco è un utensile nato per facilitare la lavorazione degli impasti: più morbido quello per dolci, più compatto e rigido quello per pane, pizza e focacce; utile anche per porzionare e tagliare oltre che per pulire ciotole e piani di lavoro. Essenziale nel design e nella funzionalità, il tarocco non dovrebbe mai mancare nelle nostre cucine: continuiamo il nostro viaggio tra gli strumenti più utili e vediamo come usarlo alla perfezione nelle nostre ricette.

Come usare il tarocco

Facile da usare, maneggevole e versatile: con il tarocco possiamo fare davvero tantissime cose in cucina. Chi ama impastare e preparare pane, pizza, focacce, biscotti, gnocchi e crostate conosce bene il valore di questo strumento, tanto semplice quanto utile. Nel dettaglio, il tarocco ci aiuta a:

  • Tagliare e porzionare: con il tarocco possiamo dividere e porzionare ogni tipo di impasto. La lamina permette un taglio veloce, netto e incredibilmente preciso. Sulla lama, in alcuni casi, troviamo anche degli indicatori di misurazione, un piccolo righello: sbagliare sarà praticamente impossibile.
  • Spostare: con il tarocco possiamo raccogliere e spostare ogni tipo di ingrediente, dalle verdure tagliate alla farina.
  • Pulire: se dopo aver impastato è rimasta della farina attaccata al piano, basterà il tarocco e un po' di olio di gomito e tutto tornerà come nuovo.
  • Raccogliere: il tarocco può essere usato per recuperare l'impasto dalle ciotole (motivo per cui gli inglesi lo chiamano "raschietto per scodelle"), ottimo anche per spostare gli impasti e lavorarli sulla spianatoia senza toccarli con le dita e rischiare di sgonfiarli.
  • Temperare il cioccolato: per rendere brillante il cioccolato e temperarlo perfettamente, il tarocco è senza dubbio lo strumento più utile. Sciogliere e poi lavorare il cioccolato allo stato liquido con il tarocco ci permette di abbassare velocemente la temperatura e ottenere un temperaggio perfetto.
  • Decorare: per livellare e spalmare ogni tipo di glassa e crema e rendere irresistibili le nostre torte, con il tarocco e un pizzico di manualità non è solo possibile ma anche facilissimo.
Immagine

Tarocco: perché si chiama così? Il nome "tarocco" viene per estensione proprio dalle carte da gioco, in particolare per come venivano tenute le carte nei primi giochi, lateralmente, così da non correre il rischio di rovinarle o segnarle.

61
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
61