Con B.e.v.i il vino si fa arte: su Sky l'appuntamento dedicato all'enologia italiana

Vino e arte insieme in un legame inedito grazie al viaggio protagonista in "B.e.v.i. – L'Arte del Vinificare", la docu-serie dedicata alle grandi cantine nostrane e ai loro prodotti, raccontati con accostamenti alle opere artistiche che arricchiscono le regioni del Belpaese. Il nuovo progetto firmato Sky ha aperto il sipario lo scorso 26 maggio, in prima serata su Sky Arte, con l'obiettivo di avvicinare ulteriormente il mondo del vino e i suoi produttori al grande pubblico a casa. Un viaggio alla scoperta delle cantine italiane, per permettere agli spettatori di poter entrare metaforicamente in contatto con un mondo forse fin troppo limitato a una nicchia di appassionati.

Il vino è arte e i suoi produttori sono artisti: questo il concetto che B.e.v.i. ha messo al centro del suo percorso, per veicolare e comunicare un settore per molti ancora inesplorato o conosciuto solo in superficie. 10 episodi che si snodano in un viaggio lungo tutta la Penisola alla scoperta di realtà locali, cantine simbolo e dei prodotti che in questi luoghi prendono vita. L'eccellenza del vino italiano si prende la prima serata, protagonista ogni mercoledì dalle ore 20:40 su Sky Arte (disponibile in streaming anche su Now Tv e Sky Go) per raccontare questo settore in modo nuovo, senza complessi tecnicismi e con ampio spazio alla cultura, alla visione e alla storia delle cantine protagoniste.

La prima puntata è stata dedicata alla Franciacorta, zona tra Brescia e la sponda sud del Lago d'Iseo, e proseguirà in un viaggio lungo lo Stivale che toccherà ora cantine più famose ora realtà meno note al grande pubblico.

B.e.v.i. – L'Arte del Vinificare: le cantine protagoniste

Con B.e.v.i il vino si fa arte: su Sky l'appuntamento dedicato all'enologia italiana

B.e.v.i. (acronimo di Bacche, Enologi e Vinattieri d’Italia, affidato alla regia di Mirko Melchiorre e alla fotografia di Alessandro Pezza), va in onda sul canale 120 e 400 di Sky e, in 10 appuntamenti, apre idealmente le porte delle cantine italiane restituendo loro un'immagine artistica, storica e per certi versi inedita. Il tutto per testimoniare l'artigianalità e l'impegno che i vignaioli dedicano alla creazione dei vini, parlando di tradizione, contemporaneità, ma anche futuro del settore enologico. La serie è stata inaugurata mercoledì scorso dai prodotti della Franciacorta, con focus sull'azienda Ca’ del Bosco nelle parole del fondatore e responsabile Maurizio Zanella.

Mercoledì 2 giugno seconda puntata basata sull'accostamento tra vino, cantine e la loro architettura. Al centro dell'attenzione produttori piemontesi e veneti (tra Barbaresco, Barbera e Conegliano Valdobbiadene) come la famiglia Ceretto e l’azienda Masottina della famiglia Dal Bianco. 

Si vola invece al Sud Italia per il terzo appuntamento, intitolato La Sicilia innovativa (09/06), dove sarà protagonista la biodiversità dei prodotti che escono dalle cantine Donnafugata e Firriato. Si sale poi in Campania per la quarta puntata (16/06) denominata Arte e design nei Feudi dell’Irpinia, alla scoperta dei Feudi di San Gregorio con la partecipazione di Massimo Vignelli, uno dei maggiori designer contemporanei.

Quinto episodio (23/06) che porta lo spettatore in alta quota: in Trentino Alto Adige spazio all'arte contemporanea e al vino di montagna delle aziende Alois Lageder e Cantina Tramin. Sesto appuntamento in terra sarda il prossimo 30 giugno con la puntata intitolata Il Mandrolisai: i vini della longevità, rispettosi di principi ambientali ed eco-sostenibili. Il 7 luglio si viaggia in Puglia, precisamente in Salento, alla scoperta dei Primitivi tipici di questo lembo di Italia. I Primitivi alla conquista del mondo, questo il titolo dell'episodio che aprirà allo spettatore le porte di Casa del Susumaniello, azienda gestita dalla famiglia Rubino.

Terzultimo appuntamento che parla toscano. Il 14 luglio il viaggio approderà tra i vini nobili guidato dalla famiglia Biondi Santi (di secolare produzione vinicola), proprietaria del Castello di Montepò. Alla scoperta del Chianti in terre senesi, poi, con i Mazzei della Cantina Fonterutoli. Nono episodio (21/07) che si colora di rosa con le donne del vino umbre. Il legame tra arte e vino si sposta a Torgiano in provincia di Perugia, dove Chiara Lungarotti accompagnerà il pubblico in un viaggio che intreccia il vino di questa terra con l'arte dei borghi dell'Umbria. B.e.v.i. chiuderà la sua prima stagione (ne è già in programma una seconda) il 28 luglio, quando verrà messo in onda uno speciale sulle "Cattedrali del vino", i monumenti italiani della vinificazione che abbinano design, modernità e tradizione.