come-usare-il-wok

Sempre più protagonista delle nostre preparazioni, il wok è un pentola di origine orientale che per la sua particolare forma ovale permette una cottura veloce ed uniforme degli ingredienti: al vapore, fritti o semplicemente saltati, con il wok possiamo cucinare ogni tipo di pietanza, dalla carne al pesce passando per le verdure. Facile da trovare in commercio e semplicissimo da utilizzare, con uno o due manici, il wok è molto utile anche se si vuole cucinare in modo salutare e con l'aggiunta di pochi grassi: i cibi infatti, se cotti per il minor tempo possibile, conservano gran parte delle loro proprietà nutritive. Oggi vi spieghiamo come usare al meglio questa pentola così amata in oriente, le cotture che potete sperimentare e le ricette semplici da non perdere assolutamente.

Cos'è e come si usa il wok

Il wok è una pentola ovale in ghisa della tradizione cinese, ormai famosa ed utilizzata in tutto il mondo. In commercio si possono trovare wok di diverse dimensioni, dai 30 ai 20 cm, e sempre più ricette ne prevedono l'utilizzo, ma è importante scegliere un modello di qualità. Il wok è ideale per ricette veloci: la sua forma infatti permette al calore di distribuirsi in modo uniforme così da velocizzare la cottura, che sia di carne, molluschi o verdure. Chi non conosce ad esempio i famosi noodles cinesi? Dotato di uno o due manici per saltare al meglio gli ingredienti, il wok nasce anticamente in Cina dove, per velocizzare o ovviare al problema della mancanza di combustibile, ci si vedeva costretti a cuocere gli ingredienti tutti insieme in una sola pentola.

Come cuocere il cibo con il wok

Con il wok si può cucinare praticamente di tutto: carni bianche, carni rosse, pesci, molluschi e verdure. Ma la vera grandezza di questa pentola è nella versatilità delle cotture che si possono sperimentare, come ad esempio:

  • Saltare. Il tipo di cottura più comune e forse anche il più semplice: per saltare gli ingredienti nel wok occorre pochissimo condimento (è incredibilmente antiaderente) e pochissimo tempo (la struttura ovale permette una cottura non solo uniforme ma anche molto veloce).  Tagliate tutti gli ingredienti in pezzi piccoli e versateli in base al tempo di cottura di cui necessitano (i germogli di soia, ade esempio vanno aggiunti solo all'ultimo momento), saltate e mischiate sempre con una spatola in legno o in plastica, così da evitare di rovinare la base antiaderente del vostro wok.
  • Friggere. Con il wok potete preparare delle croccanti fritture di pesce o verdure (magari con una pastella delicata a base di farina di riso); per farlo nel modo giusto occorre meno olio rispetto ad una comune padella: nonostante le sue grandi dimensioni infatti, il wok può essere usato per cuocere meno ingredienti alla volta e quindi in meno olio, che può arrivare ad una temperatura che oscilla tra i 160° e i 180°.
  • Cottura al vapore. La caratteristica forma del wok permette di utilizzare questa pentola anche per cotture al vapore. In commercio trovate facilmente una griglia da poggiare sul wok che dovrete riempire per metà di acqua: una volta raggiunto il bollore, adagiate sulla griglia i cibi che volete cuocere e coprite il tutto con un coperchio. Se utilizzate una griglia a più strati fate attenzione a sistemare nello strato più basso i cibi che necessitano di maggiore intensità di calore come verdure e farinacei, e più in alto alimenti come carne o pesce.
  • Cottura in umido. La cottura in umido è in realtà una doppia cottura, una prima fase di salto a cui segue una cottura più lenta in un liquido che può essere acqua oppure brodo; con questo tipo di cottura potete preparare nel wok degli ottimi stufati di carne.

Consigli e trucchi

  • Per cuocere in modo veloce ed uniforme, è preferibile utilizzare fornelli a gas, su cui potete regolare l'intensità della fiamma, meglio evitare i fornelli ad induzione.
  • Se utilizzate il wok per ricette al salto fate attenzione a riscaldare prima l'olio e solo dopo versate i vostri ingredienti, pena la perdita di croccantezza.
  • Per mescolare gli ingredienti utilizzate sempre un mestolo in legno, o in silicone, in questo modo non rovinerete la superficie della pentola che la rende antiaderente.
  • Per pulire il wok nel modo migliore riempitelo di acqua calda subito dopo l'utilizzo e lasciate riposare per 20 minuti, sciacquate con una spugna utilizzando il lato morbido. Tranne in alcuni casi, con la sola acqua calda il wok si pulirà facilmente e non avrete bisogno del sapone per i piatti. Se potete, mettete qualche goccia di olio su un pezzo di carta da cucina e spalmate l'olio all'interno del wok: in questo modo la copertura antiaderente sarà protetta.

5 ricette da fare con il wok

Di ricette da fare con il wok ce ne sono davvero tantissime: noi vi suggeriamo 5 ricette semplici da realizzare, ideali anche per chi non ha mai usato il wok, ma dal gusto molto particolare. Ecco come usare al meglio il wok in cucina realizzando dei piatti saporiti e leggeri allo stesso tempo.

1. Gamberi al curry con latte di cocco

Un piatto della tradizione indiana in cui i gamberi incontrano il gusto deciso del curry, il tutto perfettamente equilibrato dalla dolcezza del latte di cocco. Preparare i gamberi al curry è semplicissimo e sono pronti in pochi minuti, giusto il tempo di ottenere una cremina profumata e piccante quanto basta.

2. Noodles

Gli ormai celebri spaghetti cinesi a base di farina, acqua e uova: i veri noodles vengono sempre prima leggermente sbollentati e poi saltati nel wok insieme a verdure, carne o pesce, naturalmente con spezie e salsa di soia in abbondanza. Ottimi sia caldi che freddi, se non avete a cuore le calorie, potete anche friggerli.

3. Pad Thai

Ricette con il wok, pad thai

Il pad thai è lo street food thailandese per eccellenza, quello che trovate facilmente in ogni chioschetto più o meno improvvisato. Gamberi, noodles, pasta di pesce, salsa di soia e tanto altro ancora: la ricetta è più semplice di quanto pensiate e il risultato è un piatto ricco di sapori e profumi, ideale per una cena dal gusto orientale.

4. Riso alla cantonese

ricetta riso alla cantonese

Direttamente dalla cucina di Canton, una delle più grandi città cinesi, il riso alla cantonese viene anche detto riso fritto o saltato. Preparato principalmente con riso basmati o jasmine condito con uova, piselli e prosciutto, tutto rigorosamente nel wok.

5. Pollo in salsa agrodolce

Ricette con il wok: pollo in salsa agrodolce

Un secondo piatto cremoso e speziato grazie alla presenza dello zenzero fresco, il pollo in agrodolce è una ricetta cinese tradizionale in cui la carne viene impreziosita con mandorle croccanti. Proprio l'equilibrio di sapori e la velocità con cui si realizza rendono questo piatto un'ottima idea per una cena alternativa e last minute.