31 Agosto 2022 12:15

Come riutilizzare le bucce delle pesche: 5 usi per evitare sprechi

Cinque modi per riciclare le bucce di pesche dentro e fuori dalla cucina. Come riutilizzare le bucce tra tisane aromatiche, golosi dessert e maschere viso.

A cura di Rossella Croce
67
Immagine

Amabilmente zuccherine, succose, profumate e incredibilmente nutrienti: le pesche sono senza dubbio uno degli alimenti simbolo della stagione estiva. Vero e proprio concentrato di vitamine e sali minerali, fonte di fibre e sostanze antiossidanti, le pesche sono facilmente digeribili, diuretiche e amiche della pelle, aiutano il nostro sistema immunitario e sono utili in caso di stipsi, insomma un vero e proprio elisir di lunga vita. Pensare alle pesche significa spesso riferirsi solo alla polpa, soda e succosa ma anche le bucce possono rivelarsi non solo gustose ma anche molto utili, dentro e fuori dalla cucina.

Come ben sappiamo, in cucina non si butta via niente, neppure le bucce. Non tutti conoscono gli usi alternativi degli scarti della frutta, ma con un po' di fantasia e un pizzico di manualità, questi possono essere riciclati e riutilizzati dentro e fuori dalla cucina, in modo utile e creativo. Come possiamo riciclare le bucce delle pesche? Infusi, dolci al cucchiaio e perfino maschere per il viso: dopo aver provato le nostre idee per riciclare le bucce delle pesche, siamo certi che non le butterai più.

1. Tè e infusi

Immagine

Possiamo riciclare le bucce delle pesche per preparare tè, tisane e infusi di ogni tipo. Essicchiamo le bucce in forno a 200 °C per 40 minuti, le lasciamo raffreddare e le tritiamo con un mixer fino a ottenere una polvere. Per insaporire e impreziosire le nostre tisane, basterà lasciare agire la polvere in acqua bollente e poi filtrare con un colino a maglie strette.

2. Bucce caramellate

Immagine

Un dessert tanto curioso quanto intelligente: le bucce caramellate sono un ricetta di recupero furba e davvero facilissima da preparare. In una ciotola mescola 500 grammi di bucce di pesca tagliate a striscioline con 130 grammi di zucchero (meglio se integrale) e tre cucchiai di succo di limone; lascia riposare per qualche minuto, quindi sciogli una noce di burro in padella e cuoci le bucce per cinque minuti a fiamma vivace.

3. Crema fredda

Immagine

Voglia di un dolce al cucchiaio fresco, veloce e dal sapore delicato? Non buttare le bucce delle pesche e riciclale in una golosa crema fredda allo yogurt, ideale per un fine pasto furbo ma elegante. Gli ingredienti necessari per la crema fredda sono: un vasetto di yogurt, 200 grammi di bucce, tre cucchiai di latte e delle scaglie di cioccolato fondente. Come procedere? Mettiamo lo yogurt nei contenitori per il ghiaccio e aspettiamo che congeli, nel frattempo frulliamo le bucce nel latte quindi aggiungiamo i cubetti di yogurt congelato e continuiamo a frullare fino a ottenere una consistenza cremosa. La crema fredda è pronta per essere servita, con delle gocce di cioccolato o, in alternativa, del miele.

4. Confettura

Immagine

Uno dei modi più furbi per riutilizzare le bucce delle pesche è preparare una deliziosa confettura, perfetta per una colazione nutriente e golosa. Il procedimento per fare una confettura di bucce di pesche è molto semplice: basterà lavare 1 kg di bucce di pesche e cuocerle a fiamma dolce per due ore facendo attenzione a non farle attaccare al fondo della pentola; una volta cotte le bucce, andranno aggiunti 400 grammi di zucchero e un bicchiere di succo di limone, quindi sarà necessario frullare il composto. Infine, la confettura andrà cotta nuovamente per 45 minuti e poi fatta raffreddare prima di conservarla in barattolini di vetro sterilizzati.

5. Maschera viso

Immagine

In cucina ma non solo, le bucce delle pesche possono essere riutilizzate anche per la nostra beauty routine: possiamo infatti impiegarle per preparare una maschera per il viso grazie alla buona quantità di vitamine e di sostanze antiossidanti presenti in questo frutto. La preparazione di questa maschera è davvero semplicissima: tutto quello che dobbiamo fare è frullare le bucce delle pesche con del gel all'Aloe vera (nel caso di pelle secca) oppure con della farina di avena (in caso di pelle grassa) fino a ottenere una consistenza cremosa ma abbastanza granulosa. Una volta pronta, basta applicare la maschera sul viso massaggiando delicatamente e lasciarla agire per 15 minuti prima di risciacquare con acqua tiepida.

67
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
67