Ricca di vitamine e sali minerali, profumata e con una leggera nota di piccantezza: parliamo di rucola, ingrediente immancabile nelle nostre cucine e nelle nostre insalate. Appartenente alla famiglia delle Brassicaceae, la stessa per intenderci di cavoli, cavolfiori e broccoli, la rucola è diuretica, antiossidante, amica dell'intestino e perfino afrodisiaca: una volta acquistata fresca, come conservarla e mantenerla fresca e profumata per il maggior tempo possibile? Come tenerla in frigo senza rischiare che annerisca e perda le sue proprietà? Possiamo conservarla in freezer? Ecco una piccola guida per rispondere a queste e altre domande e imparare a conservare la rucola nel modo giusto.

Come conservare la rucola in frigo

Una volta acquistata, potete conservare la rucola in frigo per un massimo di 4-5 giorni prima di consumarla, facendo attenzione a qualche piccola regola:

  • Se avete acquistato la rucola fresca nel "classico" sacchetto marrone che trovate dal fruttivendolo, una volta arrivati a casa estraetela perché potrebbe appassire velocemente;
  • pulite la rucola fresca sotto acqua fredda corrente, scolatela bene senza però asciugare le foglie e riponetela in una insalatiera o in una ciotola capiente;
  • chiudete il contenitore con un coperchio o con un foglio di pellicola trasparente e sistematelo nel vano più basso del frigorifero;
  • se invece avete acquistato la rucola già pulita nel sacchetto di plastica, consumatela entro la data consigliata sulla confezione; se avete aperto la busta, mettete al suo interno un foglio di carta da cucina o di scottex che assorbirà l'umidità della rucola: potrete conservarla per altri due o tre giorni in frigo.

La rucola può essere congelata?

La risposta, ci spiace dirlo, è no: la rucola non può essere congelata perché, come tutti gli alimenti ricchi di acqua, se sottoposta a congelamento, una volta scongelata perderebbe consistenza, sapore e proprietà organolettiche. La rucola no, ma un delizioso pesto di rucola sì: prepararlo in casa e conservarlo in pratici cubetti pronti all'uso è semplicissimo e vi permetterà di avere sempre a portata di ricetta un pesto fresco, profumato e delizioso.

Conservare e trasformare: il pesto di rucola

Se avete acquistato rucola in quantità esagerate, per conservarla al meglio, potete anche realizzare un pesto di rucola: una ricetta semplice e veloce che vi garantirà tutto il gusto della rucola per diverso tempo. Una volta pronto, infatti, potete suddividerlo in bicchierini e congelarlo, oppure tenerlo in frigo per altri 2-3 giorni. Ma cosa fare con il pesto di rucola? Il suo gusto leggermente amarognolo si sposa con diversi ingredienti: ad esempio con le cozze, per una pasta raffinata e golosa, oppure con il salmone, per una ricetta che vede protagonisti gli gnocchi; ma anche un'insalata di riso può essere condita con questo freschissimo pesto, oppure potete spalmarlo su stuzzicanti crostini per un aperitivo originale e sfizioso.

Ricette con la rucola

Fresca e appena comprata, la rucola può davvero rendere speciali insalate e carpacci ma con la rucola si possono portare in tavola davvero tantissime ricette: un risotto cremoso e pronto in pochi minuti, una pasta fredda da portare in ufficio per una pausa pranzo genuina e perfino una cheesecake con bresaola e rucola, per stupire i vostri ospiti. Al pesto abbiamo già accennato, ottimo per condire pennette, linguine e gnocchi ma avete mai sentito parlare del rucolino? Se la risposta è no, è tempo di rimediare.