20 Dicembre 2021 15:00

Come congelare e scongelare le vongole in tutta sicurezza: regole e consigli

Vongole, cozze e molluschi sono una vera e propria passione: ma non tutti sanno che, oltre a essere gustati freschi, questi preziosi frutti di mare possono essere anche congelati. Ecco una guida per imparare a congelare e scongelare le vongole in tutta sicurezza.

A cura di Redazione Cucina
70
Immagine

Siamo abituati a comprarle fresche e mangiarle subito, ma molti non sanno che le vongole si possono anche congelare, così come altri molluschi, preservandone sapore e caratteristiche nutritive: la cosa importante è farlo seguendo delle semplici regole. Se avete comprato più vongole del dovuto e non potete cucinarle subito, ecco come fare a congelarle e scongelarle in piena sicurezza, evitando sprechi.

Operazioni preliminare: spurgare e pulire le vongole

Se non è già stato fatto dal vostro pescivendolo, dovrete per prima cosa far spurgare bene le vongole. Ecco come procedere:

  • Scegliete bene le vongole: controllate le vongole che non abbiano un cattivo odore ed eliminate quelle aperte o rotte, buttandole.
  • Mettetele in ammollo. Sistemate le vongole in una schiumarola e riponetele in una bacinella con acqua fredda e sale (un cucchiaio di sale grosso per ogni litro di acqua): lasciatele in ammollo per almeno un'ora in frigorifero; a contatto con l'acqua salata, le vongole inizieranno ad aprirsi e butteranno fuori la sabbia che contengono: questa andrà a posarsi sul fondo della bacinella.
  • Spurgatele. Sciacquate le vongole con acqua fredda corrente e fatele cadere, una per volta, nel lavandino, da un'altezza di circa 30 centimetri: quest'ultima operazione servirà a eliminare qualunque eventuale residuo di sabbia rimasto.
Immagine

Come congelare le vongole da crude

Spurgate le vongole (operazione che spesso viene fatta prima dell'acquisto), potete decidere di congelarle da crude oppure da cotte. Nel caso in cui voleste congelarle crude, inserite le vongole all’interno dei sacchetti di plastica per freezer, meglio se quelli da sottovuoto: in questo modo si conserveranno in congelatore per almeno 20-30 giorni. In alternativa potete metterli in un contenitore ermetico, ricordandovi però di apporre un'etichetta con la data di conservazione.

Quando avrete bisogno di scongelarle, ricordatevi di seguire la catena del freddo: mettetele prima in frigo, per 1-2 ore, e solo dopo tiratele fuori; mettetele di nuovo a bagno in acqua, per almeno un paio di ore, con mezzo cucchiaino di sale, cambiando l'acqua una o due volte. Quando le farete aprire in padella o in pentola, fate attenzione a eliminare quelle ancora chiuse.

Infine, regola fondamentale da ricordare: una volta scongelate, dovete consumarle entro 24 ore e non dovrete mai ricongelarle.

Immagine

Come congelare le vongole da cotte

Se preferite, potete far aprire le vongole in padella e congelarle da cotte, o meglio da scottate, così da velocizzare le operazioni, una volta scongelate. Per fare questo vi basterà metterle in un tegame con un filo di olio e uno spicchio di aglio, coprendole con un coperchio: fate cuocere a fiamma viva per qualche minuto. Quando si apriranno (ci vorranno da qualche secondo a pochi minuti) spegnete la fiamma e scolatele, eliminando quelle rotte o chiuse. Fatele raffreddare bene e poi congelatele come descritto nel paragrafo precedente. Potete anche filtrare il liquido di cottura con un colino a maglie strette e congelarlo a parte, usandolo all'occorrenza per insaporire le vostre ricette.

Immagine
70
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
70