Se la stitichezza vi tormenta sappiate che ci sono molti alimenti che possono aiutarvi. Non riuscire a godersi un pasto per paura di sentirsi gonfi e costipati può essere molto frustrante. Stando a recenti studi, si tratta di un problema che affligge, in forma cronica, circa il 14% delle persone, ma non disperate: se siete tra loro, grazie a questi dieci cibi potrete riportare stabilità nel vostro intestino.

1. Agrumi

Arance, limoni, mandarini e pompelmi, ormai diffusi in tutto il mondo, vantano un alto contenuto di fibre e di naringenina, che li rendono un toccasana per l’intestino. Gli agrumi e le loro bucce contengono anche la fibra solubile della pectina, in grado di apportare benefici al colon e di alleviare la costipazione.

2. Fichi

Grazie all’enzima della ficina, all’alto contenuto di fibre e alla loro capacità di rafforzare l’intestino, i fichi sono un alimento spesso raccomandato nella lotta alla stitichezza cronica.

3. Prugne

Anche in questo caso, è l’elevato contenuto di fibre a rendere le prugne un alleato ideale contro la stitichezza. Oltre a questo, vanno sottolineate la presenza di sorbitolo, che può avere proprietà lassative, e di composti fenolici utili al corretto funzionamento della flora batterica intestinale.

4. Crusca d’avena

La crusca d’avena è il guscio più esterno del chicco d’avena e costituisce una notevole fonte di fibre, le cui proprietà benefiche per chi soffre di costipazione sono state ampiamente comprovate. La si può consumare in abbinamento a cereali e muesli o come ingrediente nei dolci.

5. Patata dolce

Tra le varie fibre contenute nelle patate dolci, di particolare importanza sono la fibra solubile della pectina e le fibre insolubili della cellulosa e della lignina. Queste, infatti, aiutano a regolarizzare l'attività intestinale e a combattere la costipazione.

6. Pere

Le pere vantano un contenuto di sorbitolo e di fruttosio più elevato rispetto alla maggior parte degli altri frutti, il che ne aumenta le proprietà lassative. Come se non bastasse, una pera di media grandezza garantisce al nostro organismo un apporto di circa 5,5 grammi di fibre.

7. Mele

Ricca di fibre sia solubili che insolubili, una mela di media grandezza consumata con la buccia può fornire al nostro corpo circa 4,4 grammi di fibre. Grazie a questo, vi aiuterà a digerire meglio e a regolarizzare l'attività intestinale. Inoltre le mele sono ricche di antiossidanti, cosa che aiuta ad allontanare le malattie del colon.

8. Semi, di chia e di lino

come sostituire proteine animali

Se pensiamo che a 30 grammi di semi di chia corrispondono quasi 11 grammi di fibre, non possiamo avere dubbi sul perché essi siano in questa lista. Innegabili anche i benefici dati dai semi di lino, che si distinguono per le loro proprietà lassative. Inserirli nella nostra dieta è molto semplice, poiché entrambi possono essere aggiunti a pietanze di diverso genere, quali insalate, yogurt, gelati e mix di cereali.

9. Spinaci

Dall’elevato contenuto di fibre alle svariate vitamine essenziali che forniscono a chi le mangia, le verdure come gli spinaci vantano innumerevoli proprietà e sono fondamentali per garantire il corretto funzionamento dell’intestino.

10. Legumi

I legumi sono ricchi di fibre e proteine: basti pensare che in 180 grammi di fagioli bianchi cotti sono contenuti ben 19 grammi di fibre. Consumarli regolarmente significa non solo combattere la stitichezza, ma anche assicurarsi un intestino sano e funzionante.