ricetta

Calamarata: la ricetta del piatto tipico napoletano

Preparazione: 30 Min
Cottura: 15 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
A cura di Genny Gallo
1934
Immagine
ingredienti
pasta calamarata
320 gr
Calamari
700 gr
Pomodorini ciliegino
circa 20
Aglio
2 spicchi
Prezzemolo
1 ciuffo
Olio extravergine di oliva
q.b.
Sale
q.b.
pepe
q.b.
Vino bianco per sfumare (facoltativo)
1/2 bicchiere

La calamarata è un primo piatto di pesce tipico della cucina napoletana la cui particolarità sta nel formato di pasta con cui viene preparato: la "calamarata", da cui prende nome, che ricorda nella forma gli anelli del calamaro, altro ingrediente protagonista di questa ricetta.

Per preparare la calamarata occorre cuocere la pasta al dente, ricavare dal calamaro degli anelli che abbiano approssimativamente lo stesso spessore della pasta e realizzare un sughetto a base di pomodorini ciliegino. La pasta viene poi risottata lentamente in padella su fiamma non troppo vivace, un passaggio indispensabile per farle assorbire tutti i profumi e renderla irresistibilmente cremosa.

Se preferisci, infine, puoi arricchire il sugo con del prezzemolo fresco tritato e del peperoncino.

Il risultato finale sarà un piatto dal sapore di mare molto spiccato e che, proprio come gli spaghetti alle vongole e gli spaghetti allo scoglio, è perfetto da servire in tutte le stagioni dell'anno, in occasione di festività importanti, come quelle natalizie, ma anche per un pranzo in famiglia o per una cena con gli amici.

Prima scoprire come preparare una calamarata a regola d'arte ti sveliamo qualche piccolo trucco: ti consigliamo di scegliere una pasta calamarata di ottima qualità (ad esempio trafilata al bronzo, capace di mantenere bene la cottura e di trattenere il sugo), di cuocerla per la metà del tempo indicato sulla confezione e di terminare la cottura direttamente nella padella contenete il sughetto per amalgamare alla perfezione tutti gli ingredienti.

Se ti piace questo piatto prova anche le nostre ricette dei paccheri all’astice, dei paccheri con calamari, pomodorini e olive e dei paccheri ai frutti di mare.
Se, invece, cerchi un modo per cucinare la pasta calamarata senza pesce prova la calamarata alle verdure.

Come preparare la calamarata

Per preparare la calamarata inizia dalla pulizia dei calamari. Dividi i ciuffi dal corpo 1 ed elimina l’occhio e la cartilagine interna. Sciacquali per bene sotto l'acqua corrente fredda.

Taglia i calamari ad anelli larghi circa 1,5 cm, più o meno come la tua calamarata 2.

Metti da parte i calamari puliti e dedicati alla preparazione del sughetto. Lava i pomodorini ciliegino e tagliali a metà 3.

In una padella capiente fai rosolare l'aglio con un filo di olio; unisci i pomodorini ciliegino 4 e lasciali leggermente appassire per circa 2 minuti.

Unisci gli anelli di calamaro ai pomodorini e lasciali cuocere a fiamma viva per circa 1 minuto 5. A questo punto, se preferisci, puoi sfumare con un po' di vino bianco, altrimenti abbassa la fiamma, copri la padella con un coperchio e fai cuocere per 10 minuti.

Cuoci la pasta in acqua leggermente salata per la metà dei minuti indicati sulla confezione. Quindi, scola la calamarata al dente, versala in padella 6 e terminala cottura risottando per bene la pasta su fiamma non troppo vivace per circa 5 minuti (se necessario, aggiungi un goccio di acqua di cottura).

Fai mantecare per 60 secondi la pasta con il sugo di pomodoro e gli anelli di calamaro, aggiusta di sale, aggiungi del pepe e profuma con il prezzemolo tritato 7. Se preferisci al posto del pepe puoi utilizzare il peperoncino.

Distribuisci la calamarata nei piatti individuali e servila caldissima 8.

Consigli

  • Per regalare maggiore sapidità al condimento, puoi aggiungere anche qualche cappero, dissalato e tritato finemente, e qualche oliva nera, precedentemente snocciolata. In questo caso fai attenzione ad aggiungere altro sale: i capperi sono piuttosto sapidi.
  • Nel caso in cui non trovi i pomodorini ciliegino, puoi sostituirli con circa 150 gr di passata di pomodoro; in alternativa, puoi utilizzare anche un po' di concentrato, diluito in 1 bicchiere di acqua o di brodo vegetale.
  • Se preferisci, puoi preparare anche un sugo di pesce più ricco, aggiungendo delle cozze e delle vongole, aperte precedentemente in padella con un filo di olio e un goccio di vino bianco. Puoi anche sostituire i calamari con il pesce spada e prepararne un'inedita versione.
1934
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Primi piatti
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
1934