ingredienti
  • farina di frumento 00 500 gr
  • zucchero di canna bianco 100 gr
  • Burro 120 gr • 380 kcal
  • Uova 6 • 380 kcal
  • Grappa 1 bicchierino
  • Lievito vanigliato 1 bustina
  • Granella di zucchero q.b. • 470 kcal
  • Sale un pizzico • 0 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il bussolà vicentino è un dolce tipico della tradizione gastronomica veneta, che si prepara solitamente durante le festività natalizie. Si caratterizza per la tipica forma a ciambella e per una consistenza soffice e invitante. Dal sapore rustico e poco dolce, ha un profumo avvolgente, con un leggero sentore di vaniglia e liquore. Nella nostra versione abbiamo aggiunto la grappa, ma c'è chi utilizza anche il torcolato, un vino passito molto aromatico. Semplice e veloce da realizzare, è adatto a tutta la famiglia ed è perfetto per la colazione o la merenda: fatelo raffreddare per bene, tagliatelo a fette e poi inzuppatelo in una tazza di latte caldo, sentirete che bontà. Potete anche servirlo a conclusione del sontuoso pranzo di Natale, accompagnandolo a un bicchierino di digestivo. Scoprite come fare seguendo passo passo tutti i nostri consigli.

Come preparare il bussolà vicentino

Lavorate 100 gr di burro, leggermente ammorbidito fuori dal frigorifero, con lo zucchero fino a ottenere un composto chiaro e spumoso (1).

Rompete le uova e aggiungetele alla crema di burro e zucchero (2).

Incorporate la farina, un cucchiaio alla volta (3), e iniziate a mescolare; aggiungete la grappa, un pizzico di sale e il lievito, quindi lavorate ancora fino a ottenere un composto liscio e omogeneo.

Fate sciogliere il burro restante e imburratevi lo stampo a ciambella. Versate il composto e spennellate la superficie con altro burro fuso (4).

Cospargete la superficie con un po' di granella di zucchero (5).

bussolà vicentino

Infornate la ciambella a 180 °C e fate cuocere per circa 45 minuti. Quando la superficie sarà leggermente dorata, sfornate il dolce e lasciatelo raffreddare per qualche minuto; sformatelo, trasferitelo in un piatto da portata (6) e servitelo a fette.

Consigli

Utilizzate uno stampo per ciambella da 26 cm di diametro, ben imburrato oppure unto con un filo di olio; se preferite, potete foderarlo con un foglio di carta forno.

L’uso della grappa è tipico della zona di origine di questo dolce ma, a piacere, potete sostituirla con un liquore all'anice o un altro di vostro gusto, oppure con un vino dolce liquoroso.

Come la gran parte delle ricette della tradizione, ne esistono numerose versioni differenti: c'è chi lo arricchisce con dell'uvetta o con delle gocce di cioccolato; in alcune varianti non viene cosparso con lo zucchero in granella, in altre ancora viene aggiunta in superficie della granella di frutta secca.

Per rendere la ciambella ancora più fragrante e profumata, potete aggiungere anche della cannella in polvere e un po' di scorza di arancia grattugiata, anche in sostituzione della vanillina.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche la ciambella alla cannella e quella romagnola.

Conservazione

Il bussolà vicentino si conserva sotto una campana di vetro o in un apposito contenitore ermetico per almeno 3-4 giorni a temperatura ambiente.