video suggerito
video suggerito
Assetati
rubrica
3 Giugno 2024
13:00

Birra di banana: cos’è e come si fa questa deliziosa bevanda alcolica

La birra di banana è una delle prime bevande alcoliche della storia: originaria dell'Africa Orientale, solo recentemente la stiamo riscoprendo dopo il buco nell'acqua dei tentativi dell'epoca coloniale.

39
Immagine

La birra di banana forse non l'hai mai sentita nominare ma è una delle bevande più antiche della storia. Si tratta di una bevanda alcolica ottenuta dalla fermentazione di banane: nella sua preparazione vengono aggiunti come fonte di lievito selvatico farina di sorgo, miglio o mais per la fermentazione. Esteticamente somiglia molto a una birra classica ma ha un gusto più dolce e fruttato, con un sapore molto intenso di banana. Vediamo la sua affascinante storia e come si fa.

La bevanda dei nostri antenati

Secondo molti storici la birra di banana potrebbe essere stata inventata ancor prima delle grandi migrazioni che hanno portato alla diffusione dell'homo sapiens sul pianeta. Un prodotto davvero antichissimo, potrebbe essere millenario, arrivato in Europa solo in tempi relativamente recenti. Le prime tracce di birra di banana si trovano in Africa orientale, dove le popolazioni locali producono bevande fermentate a base di banane e altri frutti da tempo immemorabile. Ancora oggi la birra di banana è molto amata in Kenya, Repubblica Democratica del Congo, Ruanda, Burundi e Uganda. Proprio in quest'ultimo Paese la birra di banana, chiamata "enjaba", è considerata una bevanda tradizionale e svolge un ruolo importante nella cultura e nell'economia locale.

Immagine
Di Mandelasamuel27 – Opera propria, CC BY–SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=63962875

La diffusione della birra di banana in Europa avviene in epoca coloniale, quando i commercianti portano questa bevanda esotica nei loro Paesi d'origine ma non ha grande successo. Un po' perché il prodotto è troppo dolce per gli standard europei, soprattutto in un'epoca in cui la birra acida la fa da padrone, un po' perché non si trovano le banane: tutti i frutti esotici sono stati esclusivi dell'aristocrazia per secoli perché introvabili per le persone comuni. Negli ultimi anni, però, la birra di banana ha riscoperto un certo interesse, soprattutto tra i microbirrifici artigianali che sperimentano con ingredienti e ricette innovative (se possiamo parlare di novità per un prodotto millenario). La crescente disponibilità di banane e la curiosità dei consumatori verso nuovi sapori hanno contribuito a far conoscere e apprezzare questa bevanda particolare.

Come si fa e che gusto ha la birra di banana

La produzione della birra di banana segue un processo simile a quello della birra tradizionale, con alcune differenze sostanziali. Le banane, sbucciate e schiacciate, vengono utilizzate come fonte di zuccheri fermentabili: si usa solo la polpa. Il lievito viene poi aggiunto per avviare la fermentazione tramite l'uso dei cereali, trasformando gli zuccheri in alcol.

Immagine

A seconda della ricetta e dello stile desiderato, possono essere utilizzati altri ingredienti oltre alle banane, come spezie, cereali o frutta secca. La fermentazione avviene in genere a temperature più elevate rispetto alle birre tradizionali, conferendo alla birra di banana un profilo aromatico più intenso e fruttato.

La birra di banana somiglia a una bionda chiara, con una schiuma bianca e compatta. Il gusto è dolce e fruttato, con note intense di banana matura, mela e ananas. Talvolta si percepiscono anche sentori di spezie, come cannella o chiodi di garofano, a seconda degli ingredienti utilizzati. La gradazione alcolica della birra di banana varia generalmente tra il 4% e l'8%, ma può raggiungere anche valori più alti in alcune versioni artigianali. La consistenza può essere leggera o corposa, a seconda del processo di produzione e della quantità di frutta utilizzata.

Immagine
A cura di
Leonardo Ciccarelli
Nato giornalista sportivo, diventato giornalista gastronomico. Mi occupo in particolare di pizza e cocktail. Il mio obiettivo è causare attacchi inconsulti di fame.
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
39
api url views