26 Dicembre 2021 13:00

Addio a Franco Ziliani: chi era l’enologo che ha “inventato” il Franciacorta

Franco Ziliani è stato il padre del Franciacorta, un "vino spumante italiano buono come quelli francesi". L'enologo ci ha lasciato a Natale all'età di 90 anni.

98
Immagine
Foto dalla pagina Facebook di Berlucchi

È morto il giorno di Natale, a 90 anni, Franco Ziliani, l'enologo che ha "inventato" il Franciacorta. Di lui si dice che sia stato "il padre fondatore di un sogno, quello di creare degli spumanti italiani che siano pari a quelli francesi" e possiamo dire senza ombra di dubbio che ci è riuscito.

La storia di Ziliani comincia negli anni Cinquanta: Franco si impone in pochi anni come uno degli enologi più illuminati che ci siano in Italia. La sua visione va oltre i confini nazionali e cerca di migliorare il vino, acino d'uva dopo acino d'uva. Questo suo desiderio spinge il conte Guido Berlucchi ad affidargli la sua cantina. Nel 1958 i due si incontrano perché Berlucchi vuole migliorare il proprio vino bianco ma Ziliani gli fa una controproposta che avrebbe dato i suoi frutti tre anni più tardi: è il 1961 e vengono prodotto le prime 3000 bottiglie di "Pinot di Franciacorta". È questo il primo lotto ad avere il nome geografico della zona d'appartenenza sulla propria etichetta. La base è costituita da pinot bianco,  un prodotto allora molto diffuso nella zona per la produzione di vini bianchi fermi di consumo corrente. Questa intuizione fa la fortuna di Berlucchi che ancora oggi è tra le cantine più prestigiose del mondo (recentemente premiata dal Gambero Rosso come cantina dell'anno).

"Mi ero illuso di poter produrre lo champagne"

"Desideravo creare un vino che procurasse gioia già al primo sorso": è questa la frase che ha portato Franco Ziliani alla creazione del Franciacorta, un sogno che è riuscito a realizzare con caparbietà, tenacia e ambizione. L'azienda che prima lo ha accolto e che poi ha posseduto, Berlucchi per l'appunto, ha scritto che la Franciacorta perde il suo padre fondatore "ma non il suo sogno". È proprio questo che rappresenta questo vino, un sogno.

Immagine

In una delle sue ultime interviste, Franco Ziliani ha raccontato il suo primo approccio con questa tipologia di vino: "Quando ero studente alla scuola enologica di Alba, il professore aveva descritto la Champagne con parole meravigliose; tornato a casa, ne parlai con entusiasmo e mio padre mi regalò due bottiglie per Natale. Dopo averlo assaggiato ho capito che per me il vino era quello e mi ero illuso di poterlo produrre anche io". Nonostante la fama acquisita, nessuno ha dato la fiducia necessaria a Ziliani fino all'incontro con Guido Berlucchi che "ha creduto in me, ma ho sbagliato per anni prima di riuscire a mettere a punto le prime 3.000 bottiglie di Pinot di Franciacorta" ha raccontato alla Cucina Italiana.

Dopo soli 6 anni il Franciacorta ha ottenuto la Doc, nel 1995 è stato il primo vino territoriale italiano ad Docg per la produzione di Metodo Classico. Oggi quel sogno si è realizzato diventando uno dei vini più famosi, venduti e buoni al mondo, che in realtà ha soli 60 anni.

98
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
98