Le api sono fondamentali per il pianeta: ormai anche i più scettici hanno accertato questa cosa. Per questo motivo nasce 3Bee, una fusione tra l'elettronica e la biologia. La start up è stata fondata da Riccardo Balzaretti e Niccolò Calandri nel 2017 e dopo poco i due hanno presentato il primo prodotto: una piattaforma interattiva, disponibile anche sul cellulare, per monitorare i dati raccolti dai sensori posizionati all'interno dell'alveare. 3Bee è infatti un servizio a disposizione degli apicoltori e degli amatori, permette di avere informazioni in tempo reale su tutto ciò che sta accadendo nelle arnie (le "casette" delle api) per difendere le api mellifere e tutto l'ambiente circostante.

La tecnologia per salvare la natura

Il progetto in pochi anni ha già conquistato tantissimi apicoltori, salvando tante api e monitorando l'ambiente circostante. Proprio quest'ultimo punto è il più importante per i produttori: controllare il territorio e le condizioni dell'alveare per 24 ore, tutti i giorni, permette di migliorare la qualità della vita degli animali e dell'apicoltore stesso.

Tutti i parametri sono controllati nel dettaglio: umidità, temperatura interna ed esterna, condizioni climatiche, emissioni di Co2. Oggi questi sensori sono utilizzati da oltre mille apicoltori e diverse aziende multinazionali hanno investito per salvaguardare l'habitat delle api, come ad esempio la Ferrero. L'azienda piemontese ha adottato 600 mila api poco prima della pandemia.

Con 3Bee tutti possono adottare le api

Esattamente come fatto dall'inventrice della Nutella tutti possono adottare gli alveari e le api, sulla falsa riga di quanto visto con l'adozione delle mucche o dei ciliegi. Il programma ideato da 3Bee si chiama proprio "Adotta un alveare" e permette ai cittadini di sostenere un apicoltore; in cambio si riceve del miele e la soddisfazione morale di aver contribuito a salvaguardare il pianeta.

La startup ha creato un programma parallelo rivolto ai grandi brand, "Pollinate the planet". L'obiettivo è di chiedere alle grosse aziende di aiutare il pianeta: l'iniziativa ha avuto successo e sono state salvate oltre 60 milioni di api.