ingredienti
  • Per la pasta frolla
  • Farina 00 300 gr • 750 kcal
  • Burro 180 gr • 899 kcal
  • Zucchero semolato 120 gr • 600 kcal
  • Uova 2 • 0 kcal
  • Per il ripieno
  • Zucchero semolato 150 gr • 600 kcal
  • Gherigli di noci tritati 200 gr
  • Panna fresca 1 l • 470 kcal
  • Burro 20 gr • 899 kcal
  • Miele 2 cucchiai • 304 kcal
  • Succo di limone 2 cucchiai • 750 kcal
  • tuorlo 1 • 21 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La torta di noci dell'Engadina è un dolce tipico della Svizzera, in particolare della regione dei Grigioni. Un guscio di pasta frolla racchiude al suo interno un ripieno di noci e caramello alla panna, per un risultato dalla consistenza morbida e scioglievole. Una delizia appartenente alla tradizione engadinese semplice e di facile esecuzione, perfetta per allietare una pausa pomeridiana insieme a una tazza di tè o tisana bollente. Potete anche servirla a fine pasto, per chiudere in dolcezza una cena speciale tra amici. Scoprite come realizzarla seguendo passo passo la nostra ricetta.

Come preparare la torta di noci dell'Engadina

Raccogliete nel vaso di una planetaria il burro, tagliato a cubetti; aggiungete lo zucchero (1) e lavorate il tutto con il gancio a foglia fino a ottenere un composto chiaro e spumoso.

Aggiungete le uova (2) e proseguite a mescolare.

Versate la farina, tutta in una volta (3), e incorporate perfettamente.

Trasferite l’impasto su un piano di lavoro e formate un panetto liscio e omogeneo (4); avvolgetelo in un foglio di pellicola trasparente e lasciatelo riposare in frigorifero per circa 1 ora.

Preparate il caramello: raccogliete 75 gr di zucchero in una padella antiaderente, versate 2 cucchiai di acqua (5) e lasciate sciogliere a fiamma dolce.

In un pentolino a parte versate la panna, il burro freddo, lo zucchero, il miele e il succo di limone (6), quindi mettete sul fuoco e portate a bollore.

Appena il caramello sarà di un bel colore bruno, versate la panna bollente (7) e amalgamate velocemente.

Aggiungete i gherigli di noce, tritati (8), mescolate energicamente e poi lasciate raffreddare il composto.

Trascorso il tempo di riposo, dividete la frolla a metà e, aiutandovi con un matterello, ricavate due dischi spessi circa 1 cm (9).

Sistemate il primo disco in uno stampo da 24 cm di diametro, imburrato e infarinato; versate il ripieno e livellatelo accuratamente (10).

Adagiate sopra il secondo disco di pasta, sigillate bene i bordi e poi tagliate la pasta in eccesso. Con i ritagli di pasta realizzate una sorta di intreccio, da sistemare lungo il bordo, e delle foglioline centrali. Spennellate la superficie con il tuorlo sbattuto (11) e infornate a 190 °C per circa 50 minuti.

Trascorso il tempo di cottura, sfornate la torta e lasciatela intiepidire, quindi sformateli e servitela, tagliata a fette (12).

Consigli

Per ottenere una pasta frolla perfettamente lavorabile, il consiglio è di lasciarla riposare per almeno un'ora in frigorifero: in questo modo sarà possibile stenderla molto facilmente.

Se desiderate ottenere un risultato più leggero, potete preparare una frolla all'olio; oppure potete provare una versione alternativa e molto golosa con la frolla al cacao. A piacere, potete sostituire i gherigli di noce con le mandorle o le nocciole, tritate finemente.

La torta di noci dell'Engadina è ancora più buona se mangiata il giorno successivo: una volta pronta, lasciatela riposare per diverse ore, in questo modo i sapori e le consistenze si fonderanno perfettamente. A piacere, potete servirla anche con un ciuffo di panna montata o una pallina di gelato alla vaniglia.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche la crostata di noci e miele e la torta pere e noci.

Conservazione

La torta può essere conservata a temperatura ambiente in un apposito contenitore ermetico o sotto una campana di vetro per circa 2-3 giorni.