ricetta

Polpette di melanzane con cuore di robiola e ‘nduja, una tira l’altra!

Preparazione: 40 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
A cura di Ciaopeople Studios
5275
Immagine
ingredienti
Per le polpette
Melanzane
500 grammi
Pane raffermo
200 grammi
Pecorino
50 grammi
Aglio
1 spicchio
Timo
2 rametti
Robiola
200 grammi
‘Nduja di Spilinga
200 grammi
Uova
2
Olio extravergine di oliva
qb
sale e pepe
qb
Basilico
qualche foglia
Per la panatura
Uova
2
Pangrattato
qb
Olio per friggere
qb
Per la guarnizione
Peperoni arrostiti
1 scatola
Olio extravergine d’oliva
30 grammi

Sfizioso finger food o secondo irresistibile? Le polpette di melanzane sono un classico di tutto il meridione dove questi ortaggi crescono in abbondanza: arricchite spesso con formaggi del luogo e fritte in abbondante olio, sono decisamente un piatto a cui non si può resistere. In questa versione cremosa e avvolgente, ma anche un po' piccante, omaggiamo soprattutto la Calabria. La ‘nduja di Spilinga infatti dona a questi bocconcini una sferzata di innovazione e novità che vi conquisterà a ogni morso.

Come si preparano le polpette di melanzane con cuore di robiola e ‘nduja (step by step)

Tagliate le melanzane a metà e praticate dei tagli a scacchiera nella polpa.

Adagiatele su una teglia foderata di carta forno con un giro di olio, timo e lo spicchio d'aglio.

Infornate a 200° in forno ventilato per 20 minuti.

Scavate la polpa delle melanzane aiutandovi con un cucchiaio e sminuzzatela con un coltello.

In una ciotola unite i cubetti di pane raffermo, la ‘nduja e le uova.

Aggiungete anche la polpa di melanzane, il pecorino, il basilico e aggiustate di sale e pepe.

Impastate il composto con le mani e formate le polpette.

Tagliate dei cubetti di robiola non troppo grandi e inseriteli al centro di ogni polpetta.

Passate le polpette prima nell'uovo e poi nel pangrattato.

Friggete in abbondante olio di semi, scolatele su carta assorbente.

Per la salsa di guarnizione frullate i peperoni con l'olio, dopodiché filtrate al colino.

Impiattate decorando il piatto con la salsa e adagiandovi sopra le polpette.

Consigli

Per un fritto perfetto, croccante e asciutto, assicuratevi che l'olio sia ben caldo. Se non disponete di un termometro da cucina che dovrà segnalarvi 170/180°, vi basterà immergervi dentro uno stuzzicadenti o il manico di un mestolo in legno: quando intorno vi si formeranno tante bollicine, quello è il momento per immergervi – poche per volta – le polpette.

5275
Questi sono contenuti pubblicitari a cura di Ciaopeople Studios, realizzati in linea con le necessità del brand.
Lascia un commento
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
5275