ingredienti
  • Farina 00 400 gr • 750 kcal
  • Olio extravergine di oliva 100 ml • 21 kcal
  • Vino bianco 200 ml • 21 kcal
  • Sale q.b. • 0 kcal
  • vi servono inoltre
  • Olio extravergine di oliva q.b. • 21 kcal
  • Sale grosso q.b.
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La pizza scima, anche detta scema, è una focaccia senza lievito appartenente alla tradizione abruzzese. Semplicissima e alla portata di tutti, viene realizzata con farina, vino bianco, olio extravergine di oliva e sale. Una volta stesa in un disco sottile, viene ritagliata a losanghe, cosparsa con olio e sale grosso, quindi cotta in forno fino a doratura: il risultato finale è una schiacciata bassa, croccante e piacevolmente unta. Utilizzata un tempo come sostituto del pane, può essere servita come antipasto, in accompagnamento a salumi, formaggi e verdure grigliate, ma è talmente saporita e fragrante che può essere gustata anche da sola. Scoprite come realizzarla seguendo passo passo la nostra ricetta.

Come preparare la pizza scima

pizza scima

Raccogliete in una ciotola 350 gr di farina e versatevi il vino (1).

pizza scima

Unite l’olio (2) e poi un pizzico di sale.

pizza scima

Mescolate con un cucchiaio di legno (3), finché il tutto non sarà ben amalgamato.

pizza scima

Trasferite l'impasto su un piano di lavoro, spolverizzato con la farina restante, e lavorate con le mani (4), fino a ottenere un panetto sodo e omogeneo.

pizza scima

Aiutandovi con un matterello, stendete l'impasto su un foglio di carta forno, fino a ottenere un disco da circa 30 cm di diametro, spesso circa 7 mm (5).

pizza scima

Con un coltello incidete la superficie sul disco e realizzate tante losanghe (6).

pizza scima

Spennellate la superficie con un pochino di olio (7).

pizza scima

Cospargete con un pizzico di sale grosso (8). Infornate la pizza a 250 °C per 10 minuti, mettendo la teglia nella parte più bassa del forno; trasferitela in quella centrale e proseguite la cottura per altri 10 minuti ancora.

pizza scima

Una volta a cottura, sfornate la pizza, tagliatela a spicchi e servitela (9).

Consigli

Nel caso in cui la pizza sia ancora leggermente cruda all'interno, abbassate la temperatura del forno a 180 °C e proseguite la cottura per altri 5-10 minuti, monitorando comunque il livello di doratura della superficie.

A piacere, potete cospargere la superficie anche con qualche aghetto di rosmarino, tritato finemente, o qualche fogliolina di origano fresco o secco.

Oltre a gustarla con salumi e formaggi, come aperitivo o sostituto del pane, potete tagliarla tagliarla a cubotti e utilizzarla per completare una vellutata di zucchine, una zuppa di legumi o un gazpacho di pomodoro. Se amate i sapori dolci, tagliatela a metà e spalmatevi all'interno una marmellata fatta in casa, una crema di frutta secca o una a base di cacao e nocciole.

Se vi è piaciuta questa ricetta, provate anche la pizza senza lievito e la focaccia istantanea.

Conservazione

La pizza scima si conserva a temperatura ambiente, chiusa all'interno di un sacchetto di carta per il pane, per almeno 2 giorni. Prima di consumarla, riscaldatela nuovamente in forno o su una griglia, per renderla croccante e fragrante.