ricetta

Pettole: la ricetta tipica della tradizione pugliese

Preparazione: 2 ore + 30 minuti
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4-6
A cura di Fabiola Fiorentino
98
Immagine
ingredienti
Farina 00
250 gr
Acqua
200 gr
Lievito di birra secco
1/2 cucchiaio
Olio extravergine di oliva
1/2 cucchiaino
Sale
1/2 cucchiaino
Olio di semi di arachide
q.b.
Per la versione salata
Acciughe
3-4 filetti
Per la versione dolce
Zucchero semolato
q.b.

Le pettole, chiamate anche pittule, sono delle deliziose palline di pasta lievitata, tipiche della cucina pugliese. Diffuse anche in Calabria e in Basilicata, sono molto facili e veloci da realizzare: prevedono un impasto a base di farina, acqua e lievito di birra che, una volta lievitato, viene prelevato a cucchiaiate e poi fritto in olio di semi bollente fino a leggera doratura. Tipiche della tradizione natalizia, oggi vengano preparate durante tutto l'anno, in molteplici varianti.

Noi ve le proponiamo in duplice versione: salata, quindi arricchita con filetti di alici tritati, e dolce, in cui le pettole vengono prima fritte e poi rotolate nello zucchero semolato. Fragranti e irresistibili, possono essere servite come antipasto, per l'aperitivo, per un buffet di festa o come dolcetto goloso a conclusione del pasto. Possono essere gustate calde o a temperatura ambiente e, a piacere, potete sostituire le alici con olive nere, capperi dissalati, pomodorini secchi o pezzetti di baccalà.

Potete anche lasciare l'impasto classico, friggerlo al cucchiaio e poi condire le zeppole con salsa di pomodoro e parmigiano grattugiato. Per la ricetta dolce, invece, potete sostituire lo zucchero con il miele; per renderle ancora più golose, fatele raffreddare e poi farcitele al cuore, aiutandovi con una siringa per dolci, con una crema alle nocciole o al pistacchio.

Soffici e fragranti, si preparano in casa in poche e semplici mosse: provare per credere.

Come preparare le pettole

Versate in una terrina la farina 1.

Unite il lievito di birra secco 2.

Aggiungete il sale 3.

Fate un incavo al centro e versatevi l’acqua 4.

Aggiungete infine l’olio 5.

Mescolate con un cucchiaio fino a ottenere una pastella morbida 6.

Dividete l’impasto a metà e in una di queste incorporate i filetti di acciughe, tritati grossolanamente 7. Coprite entrambi gli impasti con la pellicola trasparente e lasciate lievitare in un luogo caldo e asciutto per circa 2 ore (potete metterlo nel forno spento con luce accesa).

Scaldate abbondante olio di semi di arachide 8.

Una volta caldo, prelevate un po’ di composto classico con un cucchiaio e lasciatelo scivolare nell'olio 9.

Cuocete le pettole per qualche minuto fino a doratura 10.

Scolatele e fatele rotolare subito nello zucchero semolato 11.

Ripetete lo stesso procedimento per le pettole salate, friggendone poche per volta nell'olio caldo 12. Otterrete in tutto circa 25 pettole.

Scolatele e fatele asciugare su carta assorbente da cucina 13.

Servite le pettole ben calde 14.

Conservazione

Potete conservare le pettole in frigorifero, in un apposito contenitore ermetico, per massimo 2 giorni.

98
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Ricette
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
98