ingredienti
  • Farina 00 500 gr • 750 kcal
  • Olio extravergine di oliva 100 ml • 0 kcal
  • Vino bianco secco 100 ml • 45 kcal
  • Sale fino 1 pizzico • 21 kcal
  • Per la glassa
  • Zucchero a velo 300 gr • 380 kcal
  • Acqua calda 50 ml • 0 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Gli occhi di Santa Lucia dolci sono dei tarallini glassati pugliesi, tipici della città di Bari, che si preparano nel periodo natalizio a partire dal 13 dicembre, giorno in cui si festeggia Santa Lucia. Per realizzarli occorrono pochissimi ingredienti: farina, olio extravergine di oliva e vino bianco. Una volta cotti in forno, i tarallini saranno ricoperti da una glassa bianca a base di acqua e zucchero, chiamata in dialetto sclepp. Gli occhietti di Santa Lucia devono il loro nome e la forma a un mollusco chiamato Astrea rugosa. In particolare si fa riferimento all'abitazione di questo mollusco tipico del Mediterraneo, formata da una conchiglia e da uno strato calcareo a forma di occhio che funge da "porta di casa". La spirale che caratterizza questo occhio è la simbologia legata a questi taralli dolci glassati. Ma ecco come prepararli in pochi passaggi.

Come preparare gli occhi di Santa Lucia dolci

Mettete la farina setacciata in una ciotola o su una spianatoia, aggiungete al centro l'olio extravergine di oliva (1), il sale e impastate. Unite anche il vino bianco e continuate a impastare fino a ottenere un panetto omogeneo ed elastico (2). Prelevate un po' di impasto alla volta, realizzate dei piccoli cilindri di 2 centimetri di diametro e lunghi 7 centimetri. Unite le estremità e formate i vostri tarallini (3).

Sistemateli su una teglia rivestita di carta forno (4) e cuocete in forno già caldo a 150 °C per 20 minuti circa. Una volta pronti, lasciateli raffreddare. Preparate ora la glassa: mettete lo zucchero a velo setacciato in una ciotola. Portate a ebollizione l'acqua in un pentolino e aggiungetela allo zucchero un cucchiaio alla volta. Mescolate bene fino a far sciogliere tutto lo zucchero, così da realizzare una glassa all'acqua liscia e senza grumi (5). Passate i tarallini nella glassa singolarmente e lasciateli asciugare bene su una grata per dolci. I vostri occhi di Santa Lucia dolci sono pronti per essere gustati (6).

Consigli

Per realizzare gli occhi di Santa Lucia dolci alla perfezione è importante far attenzione alla cottura: sfornateli appena diventeranno dorati. Se li fate cuocere troppo, diventeranno troppo duri, una volta raffreddati.

Alcune varianti della ricetta prevedono aromatizzazioni particolari come quelle all'anice, alla vaniglia, al finocchietto o alla cannella.

Occorreranno circa 2 ore per far asciugare completamente la glassa e ottenerla solida e compatta. Chi desidera potrà aggiungere una punta di colorante alimentare durante la preparazione, per rendere la glassa colorata.

Sono tanti i dolci di Santa Lucia che potete realizzare per le festività natalizie, preparazioni golose da realizzare il 13 dicembre o per arricchire la vostra tavola delle feste.

Conservazione

Potete conservare gli occhi di Santa Lucia dolci a lungo all'interno di una scatola di latta o di un contenitore ermetico.