Gli scolapasta sono utensili da cucina utilizzati principalmente per scolare la pasta o il riso, ma utili anche per lavare frutta e verdura o come supporto in una padella per cuocere a vapore.

Prima di scegliere quale tra i numerosi modelli di scolapasta in vendita fa al caso vostro, dovete valutare tutti gli aspetti. Un accessorio da cucina deve essere pratico, maneggevole e resistene.

I materiali possono fare la differenza; che scegliate un modello in acciaio, un modello in silicone o un modello in plastica, assicuratevi che si tratti di un materiale idoneo al contatto alimentare. Ovviamente, i modelli in plastica sono più economici, mentre quelli in acciaio hanno un prezzo maggiore, ma sono più resistenti nel tempo.

Pensando all'uso che ne dovete fare; potete scegliere tra uno scolapasta rigido e di grandi dimensioni o  uno scolapasta pieghevole, più facile da riporre. O, ancora, potete scegliere tra uno scolapasta a due manici o uno scolapasta con un unico manico lungo, simile ad un colino.

I migliori scolapasta del 2020

La prima cosa da fare è dare un'occhiata ai migliori scolapasta in vendita in questo momento. Abbiamo selezionato per voi gli utensili più recensiti, quelli più apprezzati da chi ne ha già fatto uso e quelli proposti con il miglior rapporto qualità/prezzo. Vi segnaliamo scolapasta diversi per materiale, forma e dimensioni.

BasicForm

La nostra prima proposta è lo scolapasta di BasicForm; realizzato in acciaio inossidabile 304, questo utensile è leggero, robusto, resistente alla ruggine e durevole. I numerosi micro fori di cui si compone hanno un diametro di 2 millimetri e rendono il drenaggio facile e veloce, perché presenti su tutta la superficie. Ha un diametro di 32 centimetri.

Grazie ai due manici con l'impugnatura ergonomica posti sui lati, spostarlo e sollevarlo si rivela molto semplice. Sotto la base è posto un rialzo di un centimetro, grazie al quale è possibile poggiare lo scolapasta sul piano di lavoro senza temere che scivoli. Si consiglia di utilizzarlo per drenare alimenti non eccessivamente fini.

LiveFresh

Molto simile è lo scolapasta di LiveFresh, realizzato con la stessa logica e lo stesso design, ma con una base più ampia e una capienza maggiore. Può contenere fino a 4,5 litri di alimenti ed è realizzato interamente in acciaio resistente e facile da pulire e lavare.

I micro-fori lo rendono ideale per drenare anche i liquidi in eccesso del riso. La base ad anello è solida e assicura stabilità anche quando si poggia l'utensile sul piano di lavoro per utilizzarlo come contenitore. Può essere lavato anche in lavastoviglie.

Sammart N-5923 C

Particolare e diverso dai modelli usuali è, invece, lo scolapasta Sammart N-5923 C. La prima novità sta nella forma: è rettangolare, di dimensioni 45,01 x 18,49 x 2,49 centimetri. Ma non è tutto. Si tratta di un modello flessibile, i cui  lati possono essere ripiegati su loro stessi: in questo modo, potrà essere utilizzato non solo per filtrare i liquidi o come contenitore, ma anche per lasciare ad asciugare le stoviglie senza bagnare tutto il piano.

Questo utensile è realizzato interamente in plastica abs e in silicone. Può essere lavato sia a mano che in lavastoviglie, a patto che non sia sottoposto ad una temperatura superiore ai 40°. Coloro che ne hanno già fatto uso ne apprezzano in particolare la versatilità.

Paderno 12622-20

Se cercate uno scolapasta da poter utilizzare anche come colino, potrebbe fare al caso vostro Paderno 12622-20, un utensile dal diametro di 23 centimetri e con trama di fori molto fitta. Può essere utilizzato per drenare i liquidi, ma anche per setacciare la farina.

Il manico più lungo è rivestito con plastica abs antiscottatura, mentre quello più piccolo è in acciaio, come il resto della struttura. Il manico corto può essere utilizzato anche come gancio, per appendere l'utensile al muro e risparmiare spazio in dispensa.

Cymax

Se, invece, volete avere a disposizione utensili di diverse dimensioni, potreste trovare interessante il set da 3 pezzi di Cymax. Nella confezione troverete uno scolapasta, un colino e un filtro, per essere in grado di gestire qualsiasi situazione si presenti in cucina. Dal più piccolo al più grande, gli utensili hanno un diametro di 7,9, 14 e 17,8 centimetri.

Tutti sono realizzati interamente in acciaio inossidabile, possono essere lavati in lavastoviglie e si puliscono facilmente. I fori sono piccoli e permettono di filtrare, drenare e setacciare anche alimenti particolarmente fini e sottili.

Tescoma 420616

Chi cerca uno scolapasta poco ingombrante apprezzerà particolarmente il modello Tescoma 420616. Si tratta di uno scolapasta piatto, a forma di mezza luna e con il bordo rialzato. Il suo funzionamento è molto semplice: non è necessario reggerlo come una pentola, è sufficiente incastrarlo al bordo della pentola. I fori posti al centro della base sono a trama larga, perfetti per frutta, verdura e pasta.

In particolare, si aggancia facilmente a padelle e pentole dal diametro compreso tra i 14 e i 28 centimetri; è realizzato in plastica resistente al calore, ma si consiglia di utilizzare una presina per evitare scottature. Può essere lavato in lavastoviglie ed è accompagnato da una garanzia di tre anni.

Homedge

Con la stessa logica è progettato lo scolapasta di Homedge, realizzato in silicone e munito di una clip che consente di agganciarlo al bordo della pentola. Permette di drenare e filtrare qualsiasi tipo di pasta, verdura o frutta. Il suo design lo rende ideale per chi non ha molto spazio a disposizione in casa.

Si può lavare in lavastoviglie e si pulisce facilmente. Inoltre, il materiale con cui è realizzato non conduce calore e non aumenta il rischio di scottature. Gli utenti che ne hanno fatto uso ne sottolineano la praticità, a fronte di un prezzo basso.

Diealles

Tra gli scolapasta più venduti online c'è sicuramente la coppia proposta da Diealles. Entrambi gli utensili presenti nella confezione sono realizzati in silicone. Tutti hanno la base grigia, ma potete scegliere tra dettagli in azzurro, rosso, arancione o verde. Il più grande ha un diametro di 23 centimetri, mentre quello più piccolo ha un diametro di 20 centimetri.

Entrambi hanno due manici corti sui lati, ergonomici, leggeri e facili da impugnare. I fori sono posti lungo tutta la base e sono ideali per scolare sia la pasta che il riso. I bordi sono ripiegabili, per risparmiare spazio quando si va a riporli.

Zuofeng

Molto simile è lo scolapasta proposto da Zuofeng. Anche questo utensile è realizzato in silicone, è pieghevole ed è provvisto di due manici corti ai lati. Si pulisce e si lava facilmente; può essere inserito anche in lavastoviglie. Potete scegliere tra la versione in verde e quella in rosso.

Nella confezione sono inclusi due formati differenti. Entrambi hanno fori molto piccoli posto lungo tutta la base e sono ideali per qualsiasi tipo di pasta, frutta e verdura. Possono essere utilizzati anche come contenitori. Sotto la base non sono presenti rialzi, ma il silicone è comunque rigido e resistente.

Fackelmann

L'ultimo prodotto che vi proponiamo è lo scolapasta di Fackelmann. Si tratta di utensile tradizionale, realizzato interamente in acciaio. Ha un diametro di 25 centimetri ed è particolarmente capiente. I fori sono piccoli e ricoprono tutti i lati dello scolapasta, per rendere il filtraggio molto più rapido.

Sui lati sono posti due manici corti facili da impugnare, leggeri e non conduttori di calore. Sotto la base è posto un anello che contribuisce a rendere lo scolapasta più stabile, in modo da evitare che si rovesci accidentalmente, se poggiato sul piano di lavoro.

Perchè acquistare uno scolapasta

Lo scolapasta è un utensile particolarmente versatile, che può rivelarsi utile non solo per scolare l'acqua dopo la cottura della pasta.

Per esempio, potete utilizzare lo scolapasta per eliminare il liquido presente nei cibi in scatola per preservarne la conservazione.

O, ancora, potete utilizzare questo accessorio per la cottura a vapore: acquistate un modello di dimensioni compatibili alle vostre pentole e incastratelo ai bordi. Sarà un valido sostituto della pentola a pressione.

Più raramente, lo scolapasta viene utilizzato anche come contenitore: dopo aver lavato la frutta e la verdura, ad esempio, potete ascugare la base e adagiarlo sul piano del frigorifero senza sporcare un altro contenitore.

Scolapasta e colino: le differenze

Lo scolapasta non è il colino: i due utensili sono simili, ma non uguali.

Lo scolapasta è un utensile di medie dimensioni che può avere uno o due manici. I fori per la scolatura sono medio-grandi. Si utilizza per lo più per la pasta, per la frutta o per la verdura. La sua struttura può essere in acciaio, plastica o silicone.

Il colino è più piccolo ed ha una trama di fori più fitta e realizzata quasi sempre in acciaio. Viene utilizzato per filtrare le spezie e le foglie di té, per setacciare la farina o passare una spolverata di zucchero a velo sui dolci. Ha piccole dimensioni e si compone di un solo manico, perché è leggero e facile da maneggiare.

Un buon compromesso potrebbero essere gli scolapasta con i fori molto piccoli, utili non solo per la pasta, ma anche per il riso e utilizzabili, solitamente, anche come colini.

Come pulire uno scolapasta

Lo scolapasta è un accessorio da cucina ed è bene che sia sempre pulito. Per assicurarvi di rimuovere qualsiasi residuo di cibo, immergetelo in acqua calda e passate tra i fori una spugna delicata. Non utilizzate pezze abrasive e detergenti particolarmente aggressivi.

In alternativa, potete scegliere di lavare lo scolapasta in lavastoviglie, dopo esservi assicurati di aver rimosso eventuali incrostazioni.

Come scegliere il miglior scolapasta

Lo scolapasta è un utensile comune, ma scegliere quello giusto non è scontato come può sembrare. Per prima cosa, prestate attenzione ai materiali: meglio scegliere un modello che duri nel tempo. Poi, in base allo spazio a disposizione e all'uso che ne dovete fare, valutate le dimensioni, il grado di foratura e la sua praticità.

Materiali

Se cercate uno scolapasta leggero ed economico, potete valutare di acquistarne uno in plastica; assicuratevi che si tratti di plastica abs, idonea al contatto alimentare. Una valida alternativa è il silicone, più morbido e malleabile.

Più costoso, ma certamente più resistente, è l'acciaio inossidabile, altro materiale molto diffuso per la costruzione di questi utensili.

Dimensioni

Uno scolapasta può avere diverse dimensioni. Valutate quelle che fanno al caso vostro in base allo spazio a disposizione nella vostra dispensa.

Una buona soluzione potrebbe essere lo scolapasta pieghevole, che può essere conservato senza occupare troppo spazio, ma rivelarsi utile anche quando vi trovate di fronte a quantità di cibo maggiori del solito.

Foratura

I fori dello scolapasta non sono tutti uguali.

È importante che ve ne siano molti: maggiore è il numero dei fori, più facile e veloce sarà rimuovere i liquidi e filtrare i cibi.

I fori più grandi sono utili per la pasta, per la verdura, per gli ortaggi e per la frutta. Se, invece, dovete scolare il riso, avreste bisogno di fori più piccoli, in modo che i chicchi non vadano persi.

Tipologia di manico

Uno scolapasta deve essere pratico da maneggiare. A tal proposito valutate il manico. Alcuni modelli sono provvisti di due maniglie corte ai lati, come le pentole. In questo modo sarà più facile alzare e trasportare gli scolapasta più grandi e pesanti. Se avete uno scolapasta molto piccolo, invece, sarà sufficiente un manico lungo.