caffettiera tradizionale

La caffettiera napoletana, conosciuta anche come cuccumella, è la classica caffettiera tradizionale amata da tutti i cultori del caffè. Nata nel 1819, da allora fa parte della tradizione napoletana e non solo. Ancora oggi, è usata da tutti coloro che amano il sapore deciso e l'aroma intenso del vero caffè napoletano. Rispetto alla classica moka funziona in modo diverso e il caffè si prepara più lentamente e bisogna avere pazienza. Per questo motivo, è destinata solo a chi il caffè lo vive come un rituale da svolgere in relax.

È composta da 5 pezzi ad incastro, senza guarnizioni, che sfruttano l'induzione del calore per scaldare l'acqua e preparare l'espresso. Originariamente era realizzata solo in rame, oggi la troviamo anche in acciaio inox e alluminio. I manici sono in bachelite o plastica. In commercio ce ne sono di diverse dimensioni con differenti capacità. Si parte dalle più piccole adatte per 2 tazzine fino ad arrivare alle più grandi che possono riempire anche 20 tazze.

Il mercato della caffettiere è molto vasto e tra le marche di caffettiere storiche ci sono Bialetti, Ilsa e Alessia. Potere confrontare i vari modelli nella sezione dedicata di Amazon.

Migliori caffettiere napoletane

Abbiamo stilato una classifica delle migliori caffettiere napoletana presenti online. Per la scelta abbiamo considerato il rapporto qualità/prezzo e le opinioni degli utenti che hanno già acquistato il prodotto.

ILSA caffettiera napoletana 3 Tazze

caffettiera napoletana tradizionale

La caffettiera Ilsa napoletana è in acciaio inossidabile. Questo modello che vi proponiamo è per 3 tazze, ma sono disponibili anche modelli per 1 o 2 tazze. La prima differenza con le altre macchine del caffè tradizionali è che sono si può capovolgere. Tra i punti di debolezza citati dai consumatori c'è il materiale che è soggetto ad ammaccarsi facilmente mentre tra i punti di forza ci sono sicuramente i manici. Forti, robusti e che non si surriscaldano eccessivamente quindi non rischiate di bruciarvi. I tempo di attesa sono molto lunghi, quindi, se andate di fretta non è il prodotto che fa per voi. Per avere un buon caffè è necessario utilizzare una posa con macinatura media. Funziona perfettamente anche sui piani a induzione.

Ilsa caffettiera tradizionale 1-2 tazze

caffettiera tradizionale Ilsa

Il secondo modello di caffettiera che vi proponiamo è sempre firmato Ilsa. La macchinetta è in acciaio inossidabile con manici in bachelite. Anche se il materiale risulta molto sottile, in realtà, la struttura è robusta. Ha un design classico con un tocco di modernità che la rende perfetta anche per chi non ama proprio lo stile antico. Si consiglia di usare un macinato di grandezza media per evitare che la polvere del caffè passi attraverso il filtro. L'unico punto di debolezza riscontrato dagli utenti è lo lunghezza dei manici che sono molto corti. Questo li porta a surriscaldarsi e potrebbero essere pericolosi.

Barbera Moka Napoletana 3 Tazze

caffettiera napoletana Barbera

Barbera propone questa caffettiera napoletana ideale per 3 tazze di caffè. È interamente progettata e realizzata in Italia. Esalta gli aromi e l'inconfondibile gusto del caffè napoletano. Manico ergonomico in bachelite con struttura interamente in alluminio. A differenza della Ilsa, è disponibile solo in questo formato. L'unico difetto riscontrato dagli utenti riguarda il manico che tende a surriscaldarsi facilmente.

Alessi Caffettiera tradizionale napoletana

caffettiera tradizionale Alessi

Questa caffettiera Alessi che vi proponiamo è probabilmente il modello più caratteristico tra quelli citati. Il motivo principale per cui viene acquistata è il suo design che la porta ad essere un vero è proprio complemento d'arredo. Il prezzo è sicuramente molto alto e non è giustificato dalla qualità del caffè. È realizzata in acciaio inossidabile con manico in legno di noce. Si consiglia il lavaggio a mano.

Ilsa caffettiera napoletana Diamante 12 tazze

caffettiera napoletana Ilsa

Un altro prodotto Ilsa è la caffettiera tradizionale napoletana della linea Diamante. Il formato è per 12 tazze. Realizzata in alluminio con manici neri in bachelite. È un prodotto Made in Italy. Come per le altre si consiglia di macinare i chicchi di caffè e non usare la posa in polvere. I granelli molto sottili potrebbero passare oltre il filtro per il caffè.

Caffettiera Napoletana Passalacqua

caffettiera napoletana passalacqua

Youdreamitaly propone questa caffettiera napoletana con capacità di 2 tazze. Realizzata completamente in acciaio inossidabile, compresi i manici che quindi non si rovinano con il calore. La vera differenza rispetto agli altri prodotti della classifica sta nelle dimensioni ridotte. Se non avete molto spazio in cucina, allora questo è il prodotto che fa per voi. Si consiglia di lavarla a mano senza usare detergenti.

Ilsa caffettiera in rame 2 tazze

caffettiera napoletana in rame

Un altro prodotto Ilsa, molto differenti dai precedenti, è questa bellissima caffettiera in rame che rispecchia in pieno la tradizione napoletana. È una caffettiera in rame e alluminio, girevole. Oltre al caffè, può essere usata anche per preparare l'orzo. Ha una capacità di 2 tazze di caffè. Si consiglia il lavaggio a mano.

ILSA caffettiera napoletana Inox 1-2 tazze

caffettiera napoletana

La caffettiera Ilsa in acciaio Inox è perfetta per fare il caffè dal vero gusto tradizionale. Il formato da 1 o 2 tazze vi permette di non sprecare il caffè anche quando volete concedervi un momento di relax da soli. Realizzata in alluminio, color argento, ha un design classico e una struttura robusta. Si consiglia di usare una posa non sottile ma più grossolana e di lavarla a mano.

Come scegliere la migliore caffettiera napoletana

Se anche voi siete degli amanti del caffè tradizionale e volete vivere un vero momento di relax allora la caffettiera napoletana è quella che fa per voi. Il processo di fuoriuscita del caffè è molto lento ma è proprio questo a rendere il caffè così buono, perché ha tutto il tempo di assorbire gli aromi unici. Prima di acquistare all'acquisto, però, valutiamo alcune caratteristiche come le dimensioni ed i materiali.

Materiali

Originariamente la classica caffettiera napoletana era realizzata in rame. Oggi, il materiale più diffuso è l‘acciaio inossidabile che ha quasi soppiantato totalmente il rame. Alcune poi sono in alluminio. I manici della macchinetta possono essere in acciaio, in plastica o di bachelite. Quest'ultima è una resina fenolica termoindurente con proprietà isolanti termoelettriche. È molto utile perché evita che i manici, a contatto esposti al calore delle fiamme, si surriscaldino eccessivamente e si rovinino con l'usura.

Una caratteristica di questa tipologia di caffettiere è l'assenza di gommini e guarnizioni. È un vero e proprio punto di forza perché non avremo il pensiero di doverli cambiare ogni volta che si usurano.

Design e struttura

Il design è molto affasciante e richiama proprio la tradizione. Chi sceglie di comprare una caffettiera di questo tipo, non lo fa semplicemente per il caffè ma anche perché vuole dare un tocco di stile alla sua cucina. Molto spesso sono dei veri e propri complementi d'arredo.

La struttura di queste macchine è piuttosto robusta e un pò più complessa rispetto a quelle delle moka più recenti. È composta da 5 elementi ad incastro. Vediamola insieme.

  • serbatoio dell'acqua, dotato di una maniglia dritta o ricurva e di un piccolissimo foro di troppo pieno posto in alto sul lato.
  • contenitore del caffè, con forma di cilindro cavo aperto da un lato e con l'altro lato forato per permettere il passaggio dell'acqua in ebollizione, dove si mette la polvere di caffè torrefatto; l'ultima parte esterna è filettata, al fine di avvitarvi il filtro. Il serbatoio del caffè si alloggia a incastro dentro il serbatoio dell'acqua.
  • filtro, che trattiene la polvere del caffè ed evita che resti in sospensione nella bevanda finale, che si avvita sul contenitore del caffè.Il serbatoio della bevanda, che raccoglie la bevanda stessa e che si incastra sul serbatoio dell'acqua, con già alloggiato al suo interno il contenitore del caffè comprensivo di filtro già avvitato.
  • serbatoio della bevanda è provvisto di beccuccio, da cui esce il caffè che si è formato per il passaggio dell'acqua bollente attraverso la polvere, mediante gravità. Il contenitore finale, così come il serbatoio dell'acqua, ha un manico che viene utilizzato per brandeggiare l'apparecchio.
  • coperchietto con manico per chiudere il serbatoio del caffè dopo aver tolto il serbatoio dell'acqua.

Capacità

Le dimensioni della caffettiera determinano la sua capacità. Quando parliamo di capacità relativa al caffè, ci riferiamo al numero di tazzine che riusciamo a riempire. I formati sono davvero tanti, si parte da un minimo di 2 e si può arrivare fino a 20. Le più diffuso sono quelle da 6 tazze. I modelli più piccoli sono consigliati per chi vive da solo o in coppia e ama preparare il caffè di volta in volta. Anche perché ricordiamo che il caffè non andrebbe riscaldato. I modelli più grandi, invece, sono adatti alle famiglie numerose o sono molto comodi negli uffici. Ovviamente in questi modelli il serbatoio dell'acqua sarà più grande ed il tempo di uscita del caffè sarà più lungo. Il consiglio è di comprare una caffettiere della capacità esatta del caffè che prepariamo di solito per evitare che avanzi e di doverlo buttare.

Manutenzione

L'idea predominante circa la pulizia della caffettiera è che non bisogni lavarla , soprattutto con detergenti, per non alterare il gusto del caffè. Ovviamente questo non è possibile, ma possiamo vedere insieme come garantire la giusta igiene senza intaccare gli aromi. Per quanto riguarda l'esterno non ci sono problemi, possiamo lavarla con acqua corrente e, per le incrostazioni dovute alle fuoriuscite di caffè, possiamo aiutarci con una spugna morbida. Discorso diverso invece per le parti interne che entrano in contatto con il caffè. L'acqua corrente non ne altera il sapore ma il calcare che contiene potrebbe ostruire il filtro del caffè dove mettiamo la macina. Per evitare che ciò avvenga ogni tanto smontiamo completamente la macchinetta e immergiamola in acqua tiepida, bicarbonato e aceto. Un altro metodo è quello di preparare la macchinetta come se volessimo fare il caffè, ma invece della posa, usiamo l'aceto ed il bicarbonato.

Sicurezza

La caffettiera, se non usata correttamente, può diventare molto pericolosa. Assicuriamoci quindi che il prodotto scelto sia conforme a tutte le normative in materia di sicurezza. Il rischio più grande e frequente e che scoppi. Infatti, se la pressione aumenta e non trova una via d'uscita questo può provocare un incidente e danneggiare le persone che si trovano nelle vicinanze della macchinetta e l'ambiente circostante.

Prezzo

Il prezzo di una caffettiera napoletana tradizionale varia in base al materiale con il quale è realizzato e alla marca. I prodotti che abbiamo inserito nella nostra classifica partono dai 15 euro circa e superano gli 80 euro. Potrebbe sembrare un prodotto molto costoso ma considerato la sua durata nel tempo potremmo considerarlo un buon investimento.

Marca

Le migliori marche di caffettiere napoletane sono Ilsa, Bialetti e Alessi. Sono brand storici simbolo di affidabilità e qualità. Potete confrontare i loro prodotti e leggere le singole caratteristiche nella sezione dedicata di Amazon.

Come si utilizza la caffettiera napoletana

Bene, se avete scelto di comprare la classica caffettiera napoletana per gustare il tradizionale caffè di Napoli, sarà utile capire come prepararlo. Può sembrare complicato ma in realtà bastano pochi step e un po' di pazienza. Partiamo.

Per prima cosa riempiamo il serbatoio bucherellato con la macina del caffè, rispetto alla Moka moderna, vi consigliamo di usare una macina più grossolana perché la polvere sottile potrebbe passare attraverso il filtro. Avvitate il filtro e versate l'acqua nella parte inferiore della macchina, facendo attenzione a non superare il forellino. Inserite il serbatoio del caffè completo di filtro. Poi, avvitate le due parti della macchina e mettete la caffettiera col becco all’ingiù sul fuoco. Aspettate che l'acqua arrivi ad ebollizione, ve ne accorgerete perché dal forellino uscirà un filo di vapore.

Adesso arriva la parte "più difficile". Togliete la napoletana dal fuoco e, con un colpo secco, capovolgetela così che l’acqua scenda attraverso il filtro con la polvere di caffè e vada a raccogliersi nel deposito inferiore. Attendete qualche minuto e servite il caffè nelle apposite tazzine.

Come avrete notato, rispetto alla Moka, i tempi sono più lunghi sia per la preparazione della caffettiera napoletana in tutta la sua struttura sia per il tempo che il caffè impiega ad uscire. Se vi state chiedendo quale sia la migliore, non c'è una risposta. Ognuna ha dei pro e dei contro: la moka è ottima quando si va di fretta mentre la napoletana è l'ideale per godersi un momento di relax. Quindi perché scegliere?