17 Novembre 2023 16:35

Piante di fagioli gratis: ecco come fare per averle e perché è così importante

Si chiama Increase, un'app che permette a tutti di coltivare delle piantine sul proprio balcone in cambio di alcuni dati importanti per la scienza.

Entra nel nuovo canale WhatsApp di Cookist
17
Immagine

Se vuoi diventare un piccolo agricoltore casalingo questo è il periodo dell'anno perfetto. Esiste un progetto portato avanti in tutta Europa e disponibile in ben 27 Paesi: è l'esperimento Scienza dei Cittadini di Increase. Si tratta di un'iniziativa splendida: i semi di diverse varietà di fagiolo da coltivare ovunque e poi condividere i risultati con gli scienziati che seguono il programma. È tutto gratis e ci si può iscrivere a questo programma tramite l'app Increase, scaricabile gratuitamente da tutti gli store a partire dal 27 novembre. L'obiettivo è quello di incrementare la biodiversità agricola in tutto e per tutto, dalle colture alle risposte dei semi a climi e suoli differenti. Vuole farlo in tutto il mondo così da avere un'enorme mole di dati e, per riuscirci, chiede l'aiuto delle persone comuni. L'idea ha una duplice funzione: aiuta la ricerca e ci offre gratuitamente un orticello da balcone. Tutto gratis ovviamente a patto che in cambio gli diamo delle informazioni: il team spedisce ai cittadini di 27 Paesi nel mondo ben cinque varietà di fagioli da seminare dove più si desidera. Bisogna poi ricordarsi di condividere i risultati con gli scienziati che seguono il programma, sempre tramite app.

Un'app che fa bene a tutti

Nel gergo americano si parla di win-win quando una trattativa ottiene come risultato una soluzione vantaggiosa per entrambe le parti coinvolte. Il caso dei ricercatori di Increase e dell’Università Politecnica delle Marche a capo del progetto lo potremmo definire allo stesso modo: loro regalano i semi, le persone "ripagano" con le informazioni e gli scienziati possono fare meglio il proprio lavoro. Questa iniziativa coinvolge 25 partner europei ed è coordinata da Roberto Papa, professore ordinario di Genetica Agraria all’università sopra citata. Il tutto è finalizzato a migliorare e rimpinguare il database del sistema internazionale delle banche del germoplasma che attualmente preserva circa 7 milioni di varietà di specie di interesse agricolo. Semi, piante, radici, tuberi, tutto ciò che ti viene in mente legato all'ortofrutta, c'è in questa banca dati.

Immagine

La forza di Increase sta nella modalità pop di approccio coinvolgendo e responsabilizzando le persone comuni. Questi dati possono aiutare a testare e sviluppare un nuovo sistema decentralizzato di conservazione delle risorse genetiche vegetali da affiancare a quello delle banche del germoplasma. Se tutti preservano i propri semi sarà più facile trasferire alle prossime generazioni il nostro sapere. L’obiettivo è quello di rendere sostenibile il futuro dei nostri figlie permettere anche ai Paesi meno fortunati di poter garantire le proteine necessarie in una alimentazione equilibrata. Per ottenere tutto ciò basta scaricare una app e iscriversi entro il 29 febbraio 2024, ricevendo a casa i semi di cinque diverse varietà locali e tradizionali di fagiolo insieme ad una varietà italiana molto precoce che viene usata da tutti i cittadini come "controllo". Quando le piante saranno cresciute bisognerà condividere i risultati con gli scienziati e il gioco è fatto. Non ti resta che mangiare.

Come diventare cittadini "scienziati"

Attraverso l'app chiunque abbia un campo, un giardino, un balcone o una terrazza può registrarsi e partecipare. I partecipanti ricevono per posta, i semi di sei fagioli scelti tra oltre 1.100 varietà disponibili. Durante l’esperimento e la coltivazione dei fagioli, l’app viene utilizzata per inserire i dati e le osservazioni raccolte nelle varie fasi di sviluppo delle piante, a beneficio dei ricercatori. I partecipanti, alla fine di un ciclo di esperimento, dopo aver raccolto la loro produzione, possono scambiarsi i semi tra di loro sempre attraverso l’applicazione, sfruttando il sistema che garantisce la tracciabilità dei semi e degli scambi. Si tratta di un aspetto cruciale per lo sviluppo di un sistema di conservazione veramente decentralizzato, in cui gran parte della distribuzione dei semi avviene tra i partecipanti.

Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
17
api url views