29 Settembre 2022 15:00

Il calendario delle verdure di stagione: cosa comprare mese per mese

Il calendario di stagione delle verdure: per essere sempre in grado di orientarsi nella scelta dei prodotti da acquistare. Ecco cosa comprare mese per mese.

A cura di Redazione Cucina
218
Immagine

Seguire la stagionalità delle verdure è uno dei consigli che diamo più spesso: perché una parte molto importante di un'alimentazione sana ed equilibrata è proprio la varietà. Ma cosa si intende per stagionalità? Quanto è rigida e quali benefici comporta? Oggi raccontiamo cos'è in particolare la stagionalità delle verdure, con un calendario apposito, e spieghiamo perché è così importante tenerne conto quando si va a fare la spesa.

Stagionalità: cos'è e perché è importante

La natura ha un suo corso, così come l'agricoltura una sua "rotazione naturale": mangiare sempre frutta e verdura di stagione significa avere un’alimentazione che varia di mese in mese e massimizzarne i benefici. Quello che cresce in agosto, infatti, è tarato sulle esigenze del mese (o del periodo): alimenti dissetanti e ricchi di sali minerali, per permetterci di resistere alle alte temperature; allo stesso tempo, quello che cresce in inverno ci regala degli elementi nutritivi cruciali per quel periodo, come la vitamina C, giusto per fare un esempio. Questo non vuol dire che alcuni alimenti contengono delle sostanze e sono carenti di altre, ma semplicemente che la natura massimizza tutti quei nutrimenti che ci servono in base alla stagione.

A causa della globalizzazione, oggi possiamo trovare i cavoli ad agosto e le zucchine a dicembre: ma questa opportunità non significa avere un vantaggio nutritivo. Gli alimenti fuori stagione, infatti, vengono prodotti in serra, con un notevole esborso di risorse energetiche, oppure vengono importati dall'altro emisfero, con un altrettanto notevole esborso economico. Per cui mangiare verdura, frutta e anche pesce di stagione ci consente di:

  • Mangiare tanti alimenti diversi, massimizzando i nutrimenti e impostando una dieta bilanciata.
  • Supportare una produzione sostenibile e l'agricoltura rotativa, evitando di contribuire all'inquinamento e allo spreco di risorse.
  • Sostenere i produttori locali.

Ma come fare a capire quali sono esattamente i prodotti di stagione? Per facilitare la cosa, è sempre bene avere un piccolo calendario con cui confrontarti.

Leggi anche:

Il calendario delle verdure di stagione

Una premessa è doverosa: questo elenco è un elenco di massima. Ogni territorio del nostro Paese, infatti, ha un suo microclima specifico: è possibile che mentre al Sud si raccolgono ancora le melanzane, al Nord dello Stivale si facciano già i primi radicchi. Per cui tenere a mente i mesi con i relativi prodotti è utile per sapersi orientare, ma non deve essere un limite "rigido".

Gennaio

Bietole, broccoli, carciofi, carote, cardi, cavolfiori, cavoli, cavolini di Bruxelles, catalogna, cicoria, cipolle, finocchi, indivia belga e riccia, lattuga, patate, porri, radicchio rosso, rape, sedano, spinaci, topinambur.

Febbraio

Bietole, broccoli, carciofi, carote, cardi, cavolfiori, cavoli, cavolini di Bruxelles, catalogna, cicoria, cipolle, finocchi, indivia belga e riccia, lattuga, patate, porri, radicchio rosso, rape, sedano, spinaci, topinambur.

Marzo

Tutto quello che trovi  gennaio e febbraio + agretti, taccole, ravanelli, asparagi, cipollotti, patate novelle.

Aprile

Ultimi cavoli + aglio fresco, agretti, asparagi, barbabietola, cicoria e cicorino, cima di rapa, cipollotti, coste, crescione, erbette, fave, finocchio, indivia, lattuga, luppolo, ortica, piselli, porro, radicchio rosso, rapa, ravanello, rucola, spinaci, tarassaco, valerianella.

Maggio

Aglio fresco, agretti, asparagi, barbabietola, cicoria e cicorino, cima di rapa, cipollotti, coste, crescione, erbette, fave, finocchio, indivia, lattuga, luppolo, ortica, piselli, porro, radicchio rosso, rapa, ravanello, rucola, spinaci, tarassaco, valerianella, fagiolini, cetrioli.

Giugno

Asparagi, cetrioli, cicoria, rucola, lattuga, fave, carote, sedano, melanzane, peperoni, piselli, pomodori, spinaci, zucchine.

Luglio

Carote, cetrioli, cipolle, cipollotti, fagiolini, melanzane, peperoni, piselli, pomodori, rucola, spinaci, zucca, zucchine.

Agosto

Carote, cetrioli, cipolle, cipollotti, fagiolini, melanzane, peperoni, piselli, pomodori, rucola, spinaci, zucca, zucchine.

Settembre

Cipolle, funghi, lattuga, melanzane, patate, patate novelle, peperoni, pomodori, zucca, zucchine.

Ottobre

Barbabietola, biete, broccoli, cavolfiore, cavolo cappuccio (bianco e rosso), cavolo nero, cavolo romano, cavolo verza, e coste funghi, zucca, cime di rapa, fagioli, finocchi, patate, radicchio, topinambur.

Novembre

Barbabietole, biete a costa, broccoli, carciofi, cavoletti di Bruxelles, cavoli, cavolfiore, cavolo cappuccio (bianco e rosso), cavolo nero, cavolo romano, cavolo verza, cime di rapa, cipolle, finocchi, funghi, patate, porri, rabarbaro, radicchio, rapa, sedano, sedano lattuga, sedano rapa, topinambur, zucca.

Dicembre

Barbabietola, biete e coste, broccoli, cavoletti di Bruxelles, cavolfiore, cavolo cappuccio (bianco e rosso), cavolo nero, cavolo romano, cavolo verza, cime di rapa, finocchi, patate, porri, radicchio, rape, sedano rapa, topinambur, zucca.

218
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
218