ingredienti
  • Gamberi 12 • 85 kcal
  • Spaghetti di soia o di riso 80 g
  • Brodo di pesce granulare 1 cucchiaio
  • Cipollotti 2 • 25 kcal
  • Fetta di peperone rosso 1
  • Scorza di lime 1 • 34 kcal
  • Brodo vegetale 350 ml • 43 kcal
  • Zenzero grattugiato 1 cucchiaio
  • Curry rosso in polvere 1 cucchiaino
  • Zucchero di canna 1 cucchiaino • 380 kcal
  • Salsa di soia 2 cucchiai • 750 kcal
  • Germogli di soia qb • 49 kcal
  • Spinacino qualche foglia • 24 kcal
  • Latte di cocco 350 ml
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

I gamberi thai sono un piatto tipico della tradizione thailandese. Ottimi come secondo piatto, ma anche come antipasto, posso essere gustati in tante e differenti versioni. Come spiedini saltati al sale e pepe, in salsa agrodolce accompagnati da un riso bianco basmati, oppure come zuppa, arricchita con degli spaghetti di riso, o di soia.

In questa ricetta li abbiamo preparati nella versione più ricca e gustosa, conosciuta anche come Thai red curry soup. Un'esplosione di sapori dolci e salati, con un retrogusto di aromi piccanti, un classico della cucina asiatica, rivisitata in chiave occidentale.

Tutti gli ingredienti della ricetta infatti, sono facilmente reperibili al supermercato o nei negozi di cucina etnica. Insomma, se avete voglia di sperimentare e di stupire i vostri ospiti con una cena diversa dal solito, seguite la ricetta per preparare degli ottimi gamberi thai.

Come preparare i gamberi thai

Lavate, sbucciate e pulite bene i gamberi. Fateli rosolare per qualche minuto in una padella antiaderente. Devono essere leggermente scottati. Spegnete la fiamma e metteteli da parte, con il coperchio.

In un wok o in una pentola bassa, versate il latte di cocco insieme al brodo vegetale, un cucchiaio di brodo di pesce granulare, lo zucchero di canna, i cipollotti affettati finemente.

Aggiungete un po' di zenzero e scorza di lime grattugiati e il curry in polvere. Fate cuocere a fiamma bassa, mescolando bene.

Non appena il brodo sfiora il bollore, aggiungete il peperone tagliato a listarelle o a dadini, insieme a qualche germoglio di soia. Quando arriva ad ebollizione, versate gli spaghetti di soia o di riso e mantenete la fiamma media. Verificate la cottura degli spaghetti sulla confezione.

Qualche minuto prima del termine della cottura, aggiungete i gamberi, precedentemente puliti e sbucciati, insieme alla salsa di soia. Fate riposare qualche istante e aggiungete a piacere qualche foglia di spinacino. Servite ben caldo.

Consigli

Potete aggiungere ai vostri gamberi gli odori che più preferite, ma attenzione a non mescolare troppi ingredienti: hanno tutti un gusto molto intenso. Ottimo il lemon grass, ovvero la citronella, da sminuzzare e aggiungere al brodo.

Come spezia alternativa, consigliamo in coriandolo. Ideali anche le foglie di porro.

Regolatevi con le dosi di peperoncino: non esagerate all'inizio, in cottura potete assaggiare il brodo e, eventualmente, aggiungerne ancora.

L'aggiunta degli spaghetti, o noodles, è del tutto opzionale. In quel caso si presta come ottimo piatto unico.

Conservazione

Consumate i gamberi thai al momento, appena fatti e con la zuppa bollente. Potete conservarli al massimo fino al giorno successivo, ma non si più, perché il brodo si restringerebbe e i sapori perderebbero di intensità. La congelazione è del tutto sconsigliata.