ricetta

Come pulire le canocchie

Preparazione: 30 Min
Difficoltà: Facile
Dosi per: 4 persone
A cura di Redazione Cucina
88
Immagine
ingredienti
Canocchie
1 Kg

Le canocchie, o cicale di mare, sono dei crostacei di piccole dimensioni dalle carni bianche e morbide, conosciute anche come pannocchie. Dono simili agli scampi e ai gamberi, anche se appartengono a una famiglia differente. Questi squisiti crostacei sono di colore bianco-grigiastro, con dei riflessi rosati, e possono raggiungere i 20 cm di lunghezza. La loro particolarità è nelle due macchie ovali violacee che sembrano due occhi, ma che si trovano sulla coda, piena di spine e denti. Si tratta di crostacei molto delicati, per questo è consigliabile consumarle fresche e in poco tempo: sono infatti soggette alla disidratazione. Scopriamo allora come pulire le canocchie per le vostre preparazioni: sono infatti perfette per la cottura in umido e per la preparazione di sughi a base di pesce o di antipasti prelibati.

Come pulire le canocchie

Lavate le canocchie ancora vive sotto acqua corrente: fate attenzione a non pungervi con la coda spinosa. Se volete cucinarle intere, vi basterà praticare un unico taglio lungo la corazza dorsale: in questo modo la polpa si insaporirà in cottura. Se invece volete togliere la polpa delle canocchie dal guscio, scottatele per un paio di minuti in acqua bollente, scolatele e fatele intiepidire. Con le forbici tagliate le pinne ventrali, partendo dal basso fino ad eliminarle tutte, e tagliate anche la punta delle chele: eviterete così di pungervi. Eliminate ora la parte di corazza dorsale che sporge sul lato della canocchia e tagliate anche la coda e le protuberanze piene di spine. Tenete ferma la cicala di mare con la mano destra e con la sinistra sollevate con delicatezza la corazza dorsale, partendo dalla coda e arrivando fino alla testa. In questo modo ricaverete la polpa da utilizzare per le vostre preparazioni.

Consigli

Per la preparazione di sughi per pasta o di zuppe, vi basterà tagliare le canocchie a tocchetti con un coltello dalla punta affilata, dopo averle lavate sotto acqua corrente.

L'ideale è acquistare canocchie vive: questi crostacei hanno infatti la caratteristica di perdere facilmente l'acqua, ciò porta allo svuotamento della corazza causando disidratazione. Per questo è importante acquistarle e consumarle subito.

Come controllare la freschezza delle canocchie? Fate attenzione alla corazza, che deve risultare umida al tatto e presentarsi senza macchie giallastre. Inoltre, il crostaceo non deve emanare cattivi odori.

Conservazione

L'ideale, come abbiamo visto, sarebbe consumare le canocchie subito dopo l'acquisto. Se ciò non vi è possible, potete conservarle per 1 giorno in frigo, avvolte nella pellicola trasparente. In alternativa potete congelarle subito: in questo modo potrete conservarle in freezer fino a 3 mesi.

88
Immagine
Resta aggiornato

Ogni giorno nuove Ricette tutte da gustare

Ricette
Immagine
Quello che i piatti non dicono
Segui i canali social di Cookist
88