Pulire i fornelli della cucina può rivelarsi un'operazione domestica estremamente noiosa, soprattutto dopo aver faticato tanto per preparare un pranzo o una cena. Per chi ama cimentarsi nella preparazione di diverse ricette è inevitabile che, dopo anni di utilizzo quotidiano, i fornelli perdano la loro lucentezza, che diventano opachi o, peggio, che si anneriscano o si ossidino. Per evitare che ciò accada e di avere una cucina che esteticamente potrebbe "spaventare" gli ospiti, è necessario seguire pochi passaggi ed utilizzare anche semplici prodotti naturali, come l'aceto di vino bianco, che in poco tempo e con semplici mosse faranno ritornare i fornelli sporchi o ossidati e gli ugelli del gas come nuovi.

Cosa serve per pulire i fornelli

Di seguito troverete i migliori prodotti e i consigli più utili per pulire efficacemente l'interno dei fornelli, il piano cottura, i bruciatori, gli spargifiamma e le griglie della cucina in poco tempo e senza sforzi.

Come pulire i fornelli del piano cottura

Per pulire efficacemente i fornelli del piano cottura è sufficiente utilizzare un solo ingrediente naturale ed efficace: l'aceto di vino bianco, un potente disinfettante privo di sostanze chimiche capace di rimuovere lo sporco più ostinato e di smacchiare in pochi minuti. Con questo metodo è possibile pulire con buoni risultati anche i fornelli ossidati.

Scopriamo insieme come fare:

  • Versare all'interno di una pentola non troppo grande un bicchiere di acqua e tre di aceto di vino bianco.
  • Portare l'acqua al punto di ebollizione.
  • Inserire i fornelli uno alla volta, comprese le parti che si incastrano all'interno del piano cottura, e lasciarli all'interno per circa quattro minuti.
  • Estrarre i fornelli, appoggiarli su un piano da cucina e asciugarli accuratamente.
  • Se lo sporco è così ostinato da non sciogliersi immediatamente suggeriamo di utilizzare una spugnetta in acciaio.

Come pulire il piano cottura

Per pulire correttamente il piano cottura sono disponibili diversi metodi. Il primo suggerimento per ottenere i risultati desiderati è quello di tener presente che a seconda dei materiali è necessario utilizzare appositi prodotti. Se si tratta di un piano cottura ad induzione o in vetro-ceramica è possibile scegliere un detergente specifico per la pulizia di queste superfici delicate. Un'ottima soluzione è Sanitec Igiene Sicura, uno spray che elimina efficacemente e senza fatica lo sporco e le incrostazioni senza graffi. Se, invece, il piano cottura è in acciaio è necessario procedere in modo tale da evitare la formazione di graffi e di aloni. Per scongiurare il rischio di rovinarlo irrimediabilmente, il consiglio è quello di utilizzare panni in microfibraspugnette non abrasive, bicarbonato ed una soluzione di acqua tiepida e aceto di vino bianco.

Ecco quali sono i passaggi da seguire:

  • Ricoprire con il bicarbonato la superficie da trattare.
  • Aggiungere qualche goccia di un comune detersivo per i piatti su una spugna non abrasiva umida.
  • Strofinare la superficie del piano di cottura fin quando non si forma una sorta di crema bianca densa.
  • Utilizzare un panno di microfibra umido per rimuovere la crema.

Un altro valido suggerimento è quello di utilizzare uno sgrassatore ecologico. In questo caso il procedimento da seguire per ottenere un piano cottura perfetto sarà ancora più semplice perché occorrerà semplicemente spruzzare lo sgrassatore sulla superficie da trattare e poi strofinare con un panno in microfibra umido.

Come pulire i bruciatori

I bruciatori sono le componenti più difficile da pulire perché, oltre ad essere meno esposte rispetto ad altre, sono anche più soggette ad incrostazioni. Per rimuovere lo sporco e farli tornare lucidi come se fossero stati appena acquistati è possibile utilizzare diversi prodotti. Il primo metodo che suggeriamo prevede l'utilizzo di un comune sapone ecologico per i piatti e di una spugnetta abrasiva.

Ecco il procedimento:

  • Riempire una pentola con dell'acqua ed inserire i bruciatori all'interno.
  • Aggiungere circa due cucchiai di sapone ecologico per i piatti.
  • Portare l'acqua al punto di ebollizione e, una volta raggiunto, spegnere il fuoco.
  • Lasciare agire per circa 10 minuti.
  • Quando l'acqua si sarà raffreddata estrarre i bruciatori e strofinarli con una spugnetta abrasiva.

Se lo sporco è ostinato è possibile utilizzare l'acido citrico al posto del sapone ecologico per i piatti ed una spugnetta in acciaio al posto di quella abrasiva. Per risultati ancora più sorprendenti è possibile acquistare della lana in acciaio fine, capace di rimuovere in poche mosse anche lo sporco più ostinato e difficile da trattare.

Come pulire gli spargifiamma

 

Gli spargifiamma sono probabilmente la parte più facile da pulire perché occorre seguire lo stesso procedimento per la pulizia dei piatti sporchi. I prodotti che occorrono, quindi, sono semplicemente detersivo per i piatti e acqua. Se però il risultato finale non è soddisfacente il suggerimento è quello di utilizzare del carbonato.

Ecco come fare:

  • Inserire lo spargifiamma all'interno di una pentola piena d'acqua.
  • Aggiungere mezzo cucchiaino di carbonato.
  • Lasciare gli spargifiamma in ammollo per mezz'ora.
  • Strofinare utilizzando una spugnetta abrasiva.
  • Risciacquare ed asciugare accuratamente.

Come pulire le griglie dei fornelli

Le griglie generalmente sono realizzate in ghisa un materiale che per essere pulito senza subire danni e diventare opaco deve essere trattato con del comune detersivo per lavare i piatti a mano e con dell'acqua.

Di seguito troverete gli step da seguire:

  • Mettere le griglie in ammollo con acqua e detersivo per lavare i piatti.
  • Lasciare in ammollo per circa 60 minuti.
  • Risciacquare le griglie e strofinarle con una spugnetta.
  • Asciugarle con un morbido panno in microfibra.

Come pulire gli ugelli del gas

Per pulire efficacemente gli ugelli del gas del piano di cottura è consigliabile acquistare dei prodotti appositi che consentono di arrivare in profondità. Una pulizia superficiale, infatti, non assicura la completa rimozione dei germi e dei batteri che inevitabilmente si annidano negli ugelli. Per capire quanto sia importante tenerli sempre perfettamente igienizzati basti considerare che dovrebbero essere puliti ogni volta che si cucina. per questo motivo il suggerimento è quello di acquistare dei kit appositi per la pulizia degli ugelli. Si tratta di bastoncini sottili e leggermente appuntiti sull'estremità che permettono di arrivare a fondo e di rimuovere lo sporco e le incrostazioni.