Bianco, viola, verza, rosso, cappuccio o cinese: oggi parliamo di cavolo. Buono da mangiare, ricco di proprietà benefiche e molto versatile in cucina ma, diciamolo, decisamente poco carino quando in cottura rilascia un odore decisamente spiacevole che rimane in cucina per ore e ore. Come fare allora per cucinare il cavolo, preparare primi piatti e contorni saporiti evitando allo stesso tempo i cattivi odori? Non disperate, si può fare: ecco tutti i modi semplici per salvare la vostra cucina e non rinunciare alle vostre ricette.

Si può cucinare il cavolfiore senza cattivi odori?

I metodi per evitare i cattivi odori durante la cottura del cavolo sono diversi, alcuni anche abbastanza curiosi, altri che potremmo definire "della nonna" cioè praticamente indiscutibili.

  • Se scegliete di cuocere il cavolo al vapore o nella pentola a pressione potete aggiungere all'acqua qualche fogliolina di alloro, un cucchiaio di latte oppure una tazzina di aceto bianco.
  • Potete bagnare una fetta di pane con dell'aceto o del limone (o anche entrambe perchè no) e sistemarla accanto alla pentola in cui cuocete il cavolo: la nonna ha sempre fatto così e noi ci fidiamo. Provare per credere.
  • Strano ma vero, potete sistemare accanto alla valvola di sfiato della pentola a pressione una tazzina da caffè piena di aceto oppure una patata, sembra infatti che l'amido contenuto in questi tuberi sia in grado di assorbire i cattivi odori del cavolo. La vostra cucina ringrazierà.
  • Non solo in cottura ma anche a preparazione avvenuta, potreste aver bisogno di "ripulire" l'aria della vostra cucina: fate bollire per 10 minuti una pentola piena di acqua con alloro, limone e aceto.
  • Se la vostra cucina è munita di cappa, pulitela regolarmente: in questo modo vi aiuterà a contrastare cattivi odori e "profumi sgraditi".

Il cavolo, uno degli alimenti più nutrienti al mondo

Che sia riccio, nero, rosso, di Bruxelles, cappuccio o broccolo, iniziamo col dire che le proprietà benefiche del cavolo sono praticamente infinite. Considerato uno tra gli alimenti più nutrienti al mondo, il cavolo contiene vitamine, fibre, calcio e acidi grassi (omega 3, omega6) in grandi quantità.

Ottimo per chi ha carenze di ferro, (ne contiene in proporzione più di una bistecca di carne), il cavolo è un potente anti infiammatorio naturale, disintossicante e alleato di cuore e arterie. Ortaggio che praticamente non dovrebbe mai mancare nelle nostre diete, il cavolo ha un effetto antiossidante grazie alla presenza di carotenoidi e flavonoidi e aiuta il nostro corpo a controllare i radicali liberi prevenendo l'invecchiamento precoce.

Sappiamo che fa bene alla nostra salute, ora conosciamo i modi per evitare che rilasci cattivi odori in cottura ma, alla fine, come possiamo gustare il cavolo, questo ortaggio miracoloso? Per evitare che perda parte delle sue proprietà benefiche meglio scegliere una cottura al vapore o in padella ma, se davvero volete sperimentare e prepararlo al meglio avete solo l'imbarazzo della scelta. Una tradizionale pasta e cavolo, cremosa e facilissima da preparare, un delizioso cavolo rapa al forno o perché no, delle alternative frittelle di cavolo, morbide dentro e croccanti fuori: se volete far felice il vostro palato e aiutare la vostra salute, cucinate e amatelo nel modo che più vi aggrada.