ingredienti
  • Farina 0 o altra farina forte 600 gr
  • Strutto 220 gr • 892 kcal
  • Lievito di birra fresco 25 gr • 750 kcal
  • Acqua tiepida 300 ml
  • Pecorino romano grattugiato 50 gr • 365 kcal
  • Parmigiano grattugiato 50 gr • 21 kcal
  • Salame Napoli 200 gr
  • Provolone 150 gr • 366 kcal
  • Sale fino 12 gr • 21 kcal
  • Pepe nero in polvere q.b. abbondante • 79 kcal
  • Uova 4 come decorazione • 79 kcal
  • Tuorlo d’uovo 1 per spennellare
  • Latte 1 cucchiaio per spennellare • 43 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

A Pasqua sulla tavola dei napoletani non può mancare il casatiello, la torta rustica corposa e saporita realizzata con sugna e pepe, che si prepara nel periodo pasquale insieme al "cugino" tortano. A differenziare le due preparazioni è solo la posizione delle uova: nel casatiello si mettono sopra, ingabbiate da un impasto a croce, mentre nel tortano si aggiungono sode nell'impasto. Il casatiello napoletano salato è un pane che ha anche una forte simbologia cristiana, in quanto rappresenta la corona di spine del Crocifisso. La tradizione vuole che si prepari il venerdì Santo, per essere consumato il sabato e per la gita fuori porta di Pasquetta. Nella nostra ricetta prepareremo il casatiello sfogliato: la differenza di questa lavorazione è che vengono fatte delle pieghe all'impasto, che saranno spalmate ogni volta con lo strutto, e farcite con salame, formaggio e pepe. Questa lavorazione rende il casatiello ancora più soffice, umido e leggero.

Come preparare il casatiello sfogliato

Impastate in una terrina la farina con 50 gr di strutto e il lievito sciolto in acqua tiepida. Non appena il composto comincerà a legarsi unite il sale e continuate ad impastare fino ad ottenere un composto elastico e morbido. Lasciate lievitare coperto con pellicola alimentare fino a quando non avrà triplicato il suo volume. Velocizzate la lievitazione mettendolo nel forno spento per circa 2-3 ore, preriscaldato a 50°, e con luce accesa. Traferite l'impasto su una spianatoia leggermente infarinata, sgonfiatelo e stendetelo con il matterello realizzando un rettangolo di 1 cm di spessore. Conservatene un pezzo che vi servirà per realizzare le striscioline sulle uova.

Spalmate l'impasto con 1/4 di strutto ammorbidito, aggiungete il pepe e i formaggi grattugiati. Piegate il rettangolo a libro, stendete di nuovo e procedete sempre spalmando con lo strutto e aggiungendo formaggio grattugiato e pepe. Proseguite così, con un riposo di 5 minuti tra una piega e l'altra, fino a terminare gli ingredienti. Con l'ultima spalmata di sugna aggiungete il salame e il formaggio tagliati a dadini e arrotolate delicatamente l'impasto. Ungete con lo strutto uno stampo a ciambella e sistemate all'interno l'impasto unendo le due estremità.

Lasciate lievitare coprendolo con un canovaccio umido, fino a quando l'impasto non avrà raggiunto il bordo dello stampo: ci vorranno circa 3 ore, sistematelo nel forno spento con luce accesa. Lavate le uova, disponetele a raggiera e realizzate dei bastoncini con l'impasto tenuto da parte che disporrete a croce sulle uova. Spennellate il casatiello con il tuorlo d'uovo mescolato con 1 cucchiaio di latte. Cuocete in forno a 180°, quando è ancora tiepido, e lasciatelo cuocere lentamente per circa un'ora o fino a doratura. Prima di sfornarlo fate la prova stecchino: se è asciutto, allora il casatiello è pronto.

Consigli

Per la preparazione del casatiello sfogliato utilizzate una farina forte con un W 260-350, si tratta di farine ricche di glutine ideali per le lunghe lievitazioni. Il simbolo "W", indicato sulle confezioni, rappresenta il fattore di panificabilità della farina: maggiore è il valore e più forte sarà la farina.

Potete utilizzare anche 15 gr di lievito di birra, aumentando però i tempi di lievitazione.

In generale, i tempi di lievitazione sono soggettivi, perché dipendono dalla temperatura dell'ambiente e dalla quantità di lievito utilizzato.

Anche la quantità di acqua può variare in base alla tipologia di farina che utilizzate: può essere quindi meno o più di 300 ml.

Il passaggio della sfogliatura del casatiello è simile a quello della pasta sfoglia: ciò rende il casatiello morbido con la mollica umida e leggera. Durante la fase di sfogliatura utilizzate il matterello in modo delicato, per evitare di stressare troppo l'impasto.

Utilizzate strutto di buona qualità per realizzare un ottimo casatiello sfogliato. Lo strutto è essenziale per questa preparazione perché dona aroma, sapore e la giusta umidità all'impasto, rendendo il casatiello morbido e durevole nel tempo.

In alternativa potete preparare il casatiello con lievito madre, da utilizzare al posto del lievito di birra.

Conservazione

Potete conservare il casatiello fino a 4 giorni ben chiuso con la pellicola alimentare.