Nasce La Calce, il bistrot del ristorante stellato Due Camini, il locale guidato da Domenico "Domingo" Schingaro, che ha conquistato il prestigioso riconoscimento della Michelin nel 2018. Il nuovo bistrot all'interno di Borgo Egnazia a Fasano, in provincia di Brindisi, ricalca il concetto di cucina che lo chef barese ha sempre portato avanti in tutta la sua carriera. Attenzione al prodotto, ingredienti eccezionali che la Puglia offre e una cucina essenziale.

Cosa mangiare al nuovo bistrot di Schingaro

La location del ristorante è davvero suggestiva: La Calce si trova nel porticato della Corte, il corpo centrale di Borgo Egnazia. C'è un bel gioco di contrasti tra il bianco del tufo e l'azzurro delle piscine; bianchi sono anche i tavoli per uno stile molto minimal.

Al centro del menu c'è il mondo vegetale, con gli ingredienti che rappresentano al meglio la biodiversità del territorio pugliese: tutte le verdure sono coltivate in zona, molte delle quali proprio negli orti di Borgo Egnazia. C'è anche spazio per la carne, tutta pugliese, selezionata da produttori locali; il pesce viene invece pescato ogni giorno nell'Adriatico. L'approvvigionamento dei prodotti ittici avviene solo tramite pescatori fidati del posto che lavorano in modo sensibile per non danneggiare il mare.

Tra i piatti consigliamo le Orecchiette baresi ai tre pomodori, cacioricotta e rucola, un piatto della tradizione arricchito dalla dolcezza del pomodoro fiaschetto di Torre Guaceto; il Merluzzo, cialledda e origano, reinterpretazione moderna della "cialledda" fasanese accompagnata al pesce pescato in inverno ed essiccato per la conservazione; e, naturalmente, tutti i piatti con le verdure.

Chi è lo chef Domingo Schignaro

All'anagrafe si chiama Domenico ma tutti lo chiamano Domingo da tempo immemore. Barese doc, classe 1980, appena diplomato vola a Londra al celebre Grosvenor House le Meridien per poi ritornare in Italia. La prima Stella Michelin arriva nel 2015, appena un anno dopo aver preso in gestione con Andrea Ribaldone I Due Buoi; nello stesso anno è resident chef sempre con Ribaldone di Expo Milano; dal 2016 è executive chef di Borgo Egnazia dove coordina tutta l'offerta ristorativa. Nel 2018 arriva anche a Fasano la Stella Michelin.