ingredienti
  • Latte 500 ml • 42 kcal
  • Zucchero 3 cucchiai • 146 kcal
  • Farina 00 3 cucchiai • 36 kcal
  • Uova 2 • 380 kcal
  • Tuorli 1 • 63 kcal
  • Sale fino q.b. • 21 kcal
  • Scorza di limone grattugiata q.b. • 50 kcal
  • Per la panatura
  • Albumi 3-4 • 43 kcal
  • Pangrattato q.b. • 21 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il latte fritto è un dolcetto tipico siciliano che si prepara in occasione del Carnevale: deliziosi bocconcini dolci aromatizzati con scorza di limone, passati nel pangrattato e fritti. Si narra che la ricetta sia stata tramandata dalle suore clarisse nel Seicento, anche se la nascita del dolce è attribuita agli spagnoli, che hanno influenzato la cucina locale durante le loro dominazioni. Una volta pronto, servite il latte fritto ben caldo per la merenda o come sfizioso fine pasto. Ma ecco come prepararlo goloso e fragrante in pochi passaggi.

Come preparare il latte fritto

Sbattete le uova con il sale e lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso (1). Aggiungete poi la farina setacciata e continuate a mescolare fino a quando il composto non sarà liscio. Riscaldare il latte in pentola con la scorza grattugiata di limone (2) e, quando avrà iniziato a bollire, versare il composto d'uova. Mescolate energicamente (3).

Versate il composto in una teglia rettangolare e livellatelo con una spatola (4). Sistemate in frigo coperto con pellicola trasparente per almeno 3 ore. Montate gli albumi a neve ben ferma e mettete nel frigorifero. Trascorso il tempo necessario ricavate dei quadrotti dal composto ormai freddo (5), aiutandovi con un coltello. Passateli prima negli albumi (6) e impanateli poi nel pangrattato (7).

Friggete in olio ben caldo. Sollevate i quadrotti con la schiumarola (8), sistemateli su un piatto rivestito con carta da cucina e lasciateli intiepidire. Serviteli spolverati con dello zucchero a velo. Il vostro latte fritto è pronto per essere gustato (9).

Consigli

Potete aggiungere agli ingredienti anche un pizzico di cannella, se preferite, per donare un sapore ancora più aromatico al vostro latte fritto, oppure sostituire la scorza di limone con la scorza di arancia.

Nella ricetta originale siciliana il latte fritto viene preparato senza uova ma solo con latte, amido di mais, zucchero e scorza di limone.

Varianti

Esiste anche una variante salata del latte fritto siciliano: per realizzarla basta eliminare lo zucchero dagli ingredienti, aggiungendo formaggio e salame a pezzetti all'impasto. Una volta pronto potete utilizzate questo latte fritto salato come contorno.

Altra variante dolce diffusa in Emilia Romagna è invece la crema fritta, realizzata con una base di crema pasticcera, impanata e fritta.

Conservazione

È consigliabile consumare il latte fritto appena pronto per gustarlo al meglio.